Apri il menu principale

Ángel María Bautista Castro y Argiz (Láncara, 5 dicembre 1875Birán, 21 ottobre 1956) è stato un militare spagnolo.

Fu il padre dei leader cubani Raúl Castro e Fidel Castro, che è stato il primo principale fautore della Rivoluzione Cubana e Líder máximo del paese per circa cinquant'anni.

BiografiaModifica

Ángel era figlio di Manuel de Castro y Núñez (c. 1853 - 12 giugno 1903[1]), un agricoltore spagnolo originario della cittadina di Láncara, nella Galizia centrale, e di Antonia Argiz y Fernández (1857 - 1887), sposati il 16 agosto 1873[1].

Gioventù e immigrazione a CubaModifica

 
Targa commemorativa che si può ammirare presso la casa dove nacque Angel Castro

Nato in Galizia, in una casa di campagna costruita in pietra grezza, abitazioni tipiche dei contadini poveri della Spagna di quel tempo[2], all'età di sedici o diciassette anni fu reclutato presso l'esercito spagnolo per combattere nella Seconda Guerra d'Indipendenza Cubana. Fu collocato nella linea difensiva militare tra Júcaro e Morón[2]. La figlia Juanita sostiene invece che il padre fosse stato uno dei tanti immigrati per necessità economiche e lavorative che lasciarono la Spagna per cercare di migliorare le proprie condizioni[3].

A seguito della sconfitta della Spagna tornò nel suo paese natale nel 1898, facendo tuttavia ritorno a Cuba sbarcando a L'Avana nel 1905. In questi anni lavorò come operaio per la American Fruit Company[2], nelle province orientali. A quel tempo le piantagioni erano diffuse in tutto il territorio cubano ed i lavoratori erano assunti per ricavare legno massiccio dalle foreste e per coltivare le canne da zucchero[2]. Castro, con molta intraprendenza, assunse alcuni di questi lavoratori per compiere questo genere di lavoro, arrivando a contare circa 300 uomini che lavoravano sotto le sue dipendenze[2]. I suoi affari prosperarono ed egli fu capace di comprare ed affittare fino ad 11.000 ettari di terreno che rendevano legname di pino, canne da zucchero ed era anche spazio adibito all'allevamento di bestiame, nel nord della provincia Oriente di Cuba[4].

Vita matrimoniale e familiareModifica

Ángel Castro y Argiz si sposò il 25 marzo 1911 con María Argota y Reyes dalla quale ebbe cinque figli: Manuel Castro Argota (1913 – 1914), María Lila Perfidia (Lidia) Castro Argota (1913 - 1991), Pedro Emilio Castro Argota (1914 - 1992), Antonia María Dolores Castro Argota (1915 - ?) e Georgina de la Caridad Castro Argota (1918 - ?).

Il 26 aprile 1943, dopo il naufragare del primo matrimonio, si sposò con la cuoca Lina Ruz González (23 settembre 1903 - 6 agosto 1963)[5][6], figlia di Francisco Ruz Vázquez (1874 - 1961) e di Dominga González Ramos, che gli aveva già dato ben sette figli[7]:

Ángel Castro y Argiz ebbe anche un altro figlio, Martin Castro, nato nel 1930, avuto dalla bracciante Generosa Mendoza.

MorteModifica

Ángel Castro y Argiz morì nella città di Birán 42 giorni prima dell'arrivo a Los Cayuelos del figlio Fidel, il 21 ottobre 1956, a causa di un'emorragia intestinale. Aveva ottant'anni.

Quando gli venne comunicato della morte del padre Fidel Castro ricevette la notizia in uno stoico silenzio[8].

NoteModifica

  1. ^ a b Ancestry of Fidel Castro, su wargs.com.
  2. ^ a b c d e Ignacio Ramonet, Fidel Castro: My Life, Penguin Books, 2007, p. 29.
  3. ^ Ann Louise Bardach, Cuba confidential, p. 59.
  4. ^ Biografia di Fidel Castro, su aguadadepasajeros.bravepages.com, 19 febbraio 2008.
  5. ^ Pagina geneAll.net di Lina Ruz González, su geneall.net.
  6. ^ Lina Ruz González - EcuRed, su ecured.cu.
  7. ^ GeneAll.net Angel Maria Bautista Castro y Argiz, su geneall.net.
  8. ^ From Tuxpan to the Sierra Maestra, su granma.cu, 24 novembre 2005 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2005).
Controllo di autoritàVIAF (EN83573287 · ISNI (EN0000 0000 5686 786X · LCCN (ENno2009035772 · WorldCat Identities (ENno2009-035772
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie