Çandarlı İbrahim Pascià

(Reindirizzamento da Çandarlı (1°) İbrahim Pascià)
Çandarlı İbrahim Pascià "il vecchio"

IX Gran visir dell'Impero ottomano
Durata mandato 1421 –
1429
Monarca Murad II
Predecessore Beyazıd Pascià
Successore Koca Mehmed Nizamüddin Pascià

Çandarlı İbrahim Pascià, a volte chiamato "il vecchio", per distinguerlo dal nipote omonimo (... – Edirne, 25 agosto 1429) è stato un politico ottomano.

Fu il terzo membro della prominente famiglia Çandarlı a diventare gran visir, dopo suo padre Çandarlı Halil Pascià il vecchio e suo fratello Çandarlı Ali Pascià. Suo figlio, Çandarlı Halil Pascià "il giovane" e il suo omonimo nipote, Çandarlı Ibrahim Pascià "il giovane", divennero anch'essi gran visir.[1]

Quando Beyazıd Pascià fu assassinato nel 1421 dal pretendente al trono Düzmece Mustafa, contro il nuovo sultano Murat II, nominò Ibrahim gran visir e rimase in carica fino alla sua morte per peste il 25 agosto 1429.

Fu sposato con Isfahan Shah Khatun, una discendente diretta dello sceicco Edebali. Fu la madre di tutti i suoi figli, tranne il maggiore, Halil Pascià.[2] Isfahan Shah Khatun fece costruire una Madrasa a Gerusalemme, Al-'Uthmaniyya (com), e stabilì che le entrate di 10 villaggi in Anatolia dovessero andare alla sua dotazione.[3] Fu sepolta in questa Madrasa dopo la sua morte nel 1436-1437 d.C.[4]

NoteModifica

  1. ^ (TR) İsmail Hâmi Danişmend, Osmanlı Devlet Erkânı, İstanbul, Türkiye Yayınevi, 1971, p. 9.
  2. ^ (EN) Guy Burak, DYNASTY, LAW, AND THE IMPERIAL PROVINCIAL MADRASA: THE CASE OF AL-MADRASA AL-ʿUTHMANIYYA IN OTTOMAN JERUSALEM, in International Journal of Middle East Studies, vol. 45, n. 1, 2013-02, pp. 111–125, DOI:10.1017/S0020743812001286. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  3. ^ Burak, 2013, p. 116, nota 23 p. 123
  4. ^ Burak, 2013, p. 124

Voci correlateModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie