Apri il menu principale

Đorđe Simić

politico e diplomatico serbo
Đorđe Simic1

Đorđe Simić (Belgrado, 28 febbraio 1843Zemun, 11 ottobre 1921) è stato un politico e diplomatico serbo, due volte primo ministro del Regno di Serbia.

La carriera diplomaticaModifica

Dopo aver studiato a Belgrado e poi a Berlino, Heidelberg e Parigi, inizia a lavorare al Ministero degli Esteri come capo del dipartimento degli affari politici.

Nel 1882 al 1884 viene nominato console generale a Sofia. Dal 1887 al 1890 ambasciatore a San Pietroburgo e poi dal 1890 al 1894 a Vienna

La carriera politicaModifica

Il 12 gennaio 1894 Simić viene nominato primo ministro da dopo poche settimane (il 21 marzo) è costretto alle dimissioni a causa di forti contrasti con il re Alessandro I.

Dopo aver servito come ambasciatore a Vienna, Simić viene nuovamente nominato primo ministro il 17 dicembre 1896, carica che ricoprirà fino all'11 ottobre 1897.

In seguito sarà vice-ambasciatore a Roma (nel 1900), Presidente del Consiglio di Stato nel 1901 e ambasciatore a Costantinopoli dal 1903 al 1906. Dal 1906 al 1912 torna a Vienna come ambasciatore

Vita privataModifica

Simić è stato tra i fondatori della Croce Rossa serba e ne fu a lungo presidente.

Nel 1867 sposò la principessa Jelena di Serbia, figlia del principe Alessandro.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN18285244 · ISNI (EN0000 0000 8361 6257 · LCCN (ENn2009049456 · GND (DE129298697 · WorldCat Identities (ENn2009-049456