Šefik Džaferović

politico bosniaco
Šefik Džaferović
Sefik Dzaferovic.jpg

Presidente (di turno) della Presidenza della Bosnia ed Erzegovina
In carica
Inizio mandato 20 marzo 2020
Capo del governo Zoran Tegeltija
Predecessore Željko Komšić

Membro bosgnacco della Presidenza della Bosnia ed Erzegovina
In carica
Inizio mandato 20 novembre 2018
Capo del governo Denis Zvizdić
Zoran Tegeltija
Predecessore Bakir Izetbegović

Presidente della Camera dei rappresentanti della Bosnia ed Erzegovina
Durata mandato 9 dicembre 2016 –
7 agosto 2017
Predecessore Mladen Bosić
Successore Borjana Krišto

Durata mandato 9 dicembre 2014 –
7 agosto 2015
Predecessore Milorad Živković
Successore Borjana Krišto

Durata mandato 8 dicembre 2004 –
8 agosto 2005
Predecessore Martin Raguž
Successore Nikola Špirić

Durata mandato 9 dicembre 2002 –
8 agosto 2003
Predecessore Mariofil Ljubić
Successore Nikola Špirić

Dati generali
Partito politico Partito d'Azione Democratica
Università Università di Sarajevo

Šefik Džaferović (Zavidovići, 9 settembre 1957) è un politico bosniaco, membro bosgnacco della Presidenza della Bosnia ed Erzegovina dal 20 novembre 2018.

BiografiaModifica

Šefik Džaferović è nato il 9 settembre 1957 nella cittadina bosniaca di Zavidovići, dove ha poi frequentato il ginnasio. Dopo essersi laureato in diritto nell'Università di Sarajevo nel 1979, ha lavorato in diverse istituzioni giudiziarie, prima come giudice nella corte municipale della sua città natale fino al 1986, poi nell'alta corte di Zenica, fino al 1992. Dopo un anno come avvocato e uno come segretario della contea di Zenica è stato capo della polizia di questa città dal 1994 al 1996.

È sposato con Vildana e ha due figli, Jasmin e Jasmina.

Comprende il tedesco e l'inglese.

Carriera politicaModifica

Dal 1990 aderisce al Partito d'Azione Democratica (SDA). Nel 1996 è stato eletto membro e poi presidente dell'assemblea del Cantone di Zenica-Doboj; nello stesso anno è stato eletto anche delegato nella Camera dei popoli della Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Quattro anni dopo è entrato nella Camera dei popoli della Bosnia ed Erzegovina dove è stato delegato per soli due anni. Nel 2001 viene eletto segretario generale del suo partito, carica che ha mantenuto fino al 2005.

Nelle elezioni del 2002 viene eletto alla Camera dei rappresentanti, dove diventa membro della presidenza. Dal 2005 assume la carica di vicepresidente del SDA. Viene rieletto nella Camera dei rappresentanti nelle successive elezioni fino a quelle del 2014, a seguito delle quali torna a far parte della presidenza della Camera.

Nelle elezioni generali del 2018 viene eletto membro bosgnacco della Presidenza della Bosnia ed Erzegovina con il 37,17% delle preferenze; ha assunto l'incarico a partire dal 20 novembre di quell'anno.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica