Apri il menu principale

152/50 A. Mod. 1918

cannone pesante
(Reindirizzamento da 152/50)
152/50 A. Mod. 1918
MILMART 152-50.jpg
Un 152/50 della MILMART su installazione a piedistallo.
Tipocannone costiero
OrigineRegno Unito Regno Unito
Impiego
UtilizzatoriItalia Regia Marina
ConflittiSeconda guerra mondiale
Produzione
ProgettistaArmstrong
Data progettazione1918
CostruttoreArmstrong di Pozzuoli
Ritiro dal servizio1945
Descrizione
Pesoinstallazione a piedistallo: 35,804 t
Rigaturadestrorsa costante a 58 righe
Altezzadal piano dei rulli all'asse del cannone:
1,910 m nell'installazione a cupola
1,300 m nell'installazione a piedistallo
Calibro152,4 mm
Tipo munizionigranata
Peso proiettile47 kg
Velocità alla volata830 m/s
Gittata massima19700 m
Elevazioneinstallazione a cupola: -1°/+20°
installazione a piedistallo: -4°/+28°
Angolo di tiro360°
Corsa di rinculo500 mm
Caricacariche di lancio di polvere C2 (T4 e nitrocellulosa o cordite o balistite in piastrelle
voci di armi d'artiglieria presenti su Wikipedia

Il 152/50 A. Mod. 1918 è un cannone pesante progettato in Gran Bretagna e prodotto su licenza dall'Italia, impiegato dall'artiglieria costiera durante la seconda guerra mondiale.

StoriaModifica

Il pezzo originale fu prodotto nel 1918 dalla Ansaldo su licenza della britannica Armstrong, come indica la sigla "A." nel nome completo. Fu installato nelle piazzeforti della Regia Marina ed impiegato dalla Milizia Marittima di Artiglieria (MILMART) che gestiva le batterie.

TecnicaModifica

Munizionamento del 152/50 A. Mod. 1918
  • granata in acciaio, carica in tritolo o pentrite o miscela acido picrico-tritolo (MAT) o miscela binitrofenolo-tritolo (MBT), del peso di 45,9 kg.
  • granata "inglese" da 152/13 cinturata per cannoni da 152/32, 152/45 e 152/50:
    • granata da 152/13 "inglese corta": in acciaio, carica in amatolo 60/40 o amatolo 80/20 o amatoxol, del peso di 43,6 kg.
    • granata da 152/13 "inglese lunga": in acciaio, carica in trinitrofenolo (liddite) o tritolo, del peso di 45 kg.
  • shrapnel da 152 mm: in acciaio, del peso di 47,7 kg.
  • granata a bocchino posteriore (b.p.) da 152/50, in acciaio, carica in tritolo, del peso di 51 kg.
  • granata a bocchino posteriore (b.p.) da 152/45 - 152/50, in acciaio, carica in tritolo, del peso di 47,1 kg.
  • granata perforante da 152 mm: in acciaio, carica con tritolo, peso di 49 o 53 kg.

La bocca da fuoco in acciaio al nichelio, con otturatore a vite a gradini, ha rigatura a 58 rilievi destrorsi a passo costante e pesa 8,118 tonnellate. Essa è inserita nella culla, che a sua volta è incavallata su diversi tipi di affusto a seconda del tipo di installazione.

Installazione a cupolaModifica

Questa installazione, completamente chiusa, è costituita da una piattaforma a tamburo che ruota, mediante una corona di rulli, su una rotaia ancorata al fondo del pozzo in calcestruzzo. La piattaforma, cilindrica, è chiusa superiormente, nella parte che emerge sopra il terreno, da una calotta emisferica corazzata di 5,18 metri di diametro in acciaio spesso 150 mm. L'affusto ad aloni è fissato alla piattaforma e sostiene la culla, alla quale è collegata dai due cilindri del freno di sparo idraulico con recuperatore a molle.

Installazione a piedistalloModifica

La culla è incavalcata sull'affusto a piedistallo, collegata dai freni idraulici. L'affusto è fissato su una piattaforma scudata che brandeggia sopra una corona di rulli, fissata alla piastra di fondazione ad una piattaforma girevole sopra una corona di rulli sistemata sulla piastra di fondazione.

BibliografiaModifica

  • Le armi e le artiglierie in servizio di F. Grandi, Ed. fuori commercio, 1938.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra