16 Psyche

asteroide
Psyche Psyche symbol (bold, white).svg
(16 Psyche)
Psyche asteroid eso crop.jpg
Psiche ripreso dal VLT
Scoperta17 marzo 1852
ScopritoreAnnibale de Gasparis
FamigliaFascia principale
Classe spettraleM
Parametri orbitali
(all'epoca K172G)
Semiasse maggiore437330931 km
2,9233351 au
Perielio378022295 km
2,526887 au
Afelio496639567 km
3,3197832 au
Periodo orbitale1825,65 giorni
(5 anni)
Velocità orbitale17,34 km/s (media)
Inclinazione
sull'eclittica
3,09880°
Eccentricità0,1356150
Longitudine del
nodo ascendente
150,27617°
Argom. del perielio227,30384°
Anomalia media132,33726°
Par. Tisserand (TJ)3,263 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni253,2 km
Massa
1,7×1019 kg
Densità media2,0×103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie0,0708 m/s²
Velocità di fuga133,9 m/s
Periodo di rotazione0,1748 giorni
(4,196 h)
Temperatura
superficiale
~163 K (media)
Albedo0,12
Dati osservativi
Magnitudine ass.5,90

16 Psyche (in italiano 16 Psiche) è uno dei più grandi asteroidi della Fascia principale, misurando circa 250 km di diametro.

Psyche fu scoperto il 17 marzo 1852 da Annibale de Gasparis dall'Osservatorio astronomico di Capodimonte a Napoli. Fu battezzato così in onore di Psiche, figura della mitologia greca.

OccultazioniModifica

Finora sono state osservate solo due occultazioni stellari di Psyche; la principale è stata registrata in Messico il 22 marzo 2002. Le variazioni della luminosità di Psyche hanno indicato un corpo non sferico.

Il 29 luglio 2005 alle 09:05 UTC Psyche ha occultato la stella TYC 1255-00468-1 di magnitudine 11,5. L'evento è stato osservato in Uruguay, Argentina e Cile.

Caratteristiche fisicheModifica

L'analisi dello spettro elettromagnetico indica una composizione praticamente pura di ferro e nichel. Si suppone che Psyche e gli altri asteroidi di tipo M provengano dal nucleo metallico di un grande planetesimo differenziato simile a 4 Vesta.

Psyche ha una massa abbastanza grande tale da indurre significative perturbazioni gravitazionali misurabili nelle orbite degli altri asteroidi, permettendo quindi di valutare accuratamente i valori di massa e densità. Quest'ultima risulterebbe essere estremamente bassa per un asteroide metallico; ciò indicherebbe un'alta porosità o una poco plausibile errata determinazione della sua composizione. In altre parole, il pianetino è probabilmente un gigantesco cumulo di pietrisco piuttosto che un corpo solido. La sua ridotta densità rispetto ad un tipico meteorite ferroso ha suggerito che la metallicità, prevalentemente superficiale, sia dovuta ad un passato processo eruttivo di lava metallica.[1]

EsplorazioneModifica

L'asteroide è l'obiettivo della sonda statunitense Psyche il cui lancio è previsto nell'agosto del 2022[2] .

NoteModifica

  1. ^ Marco Malaspina, Vulcani di lava metallica nel passato di Psyche, su media.inaf.it, 25 settembre 2019.
  2. ^ https://psyche.asu.edu/timeline/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare