Apri il menu principale
21 Savage
21 Savage 2018.jpg
21 Savage in concerto ad Austin, Texas, nel giugno 2018
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereHip hop[1]
Gangsta rap[2]
Horrorcore[3]
Trap[4]
Periodo di attività musicale2014 – in attività
Strumentovoce
EtichettaSlaughter Gang, Epic
Album pubblicati5
Studio3
Sito ufficiale

21 Savage, pseudonimo di Shéyaa Bin Abraham-Joseph (Plaistow, 22 ottobre 1992[5]), è un rapper e produttore discografico britannico.

Ha attirato l'attenzione nell'area metropolitana di Atlanta con il suo mixtape The Slaughter Tape del 2015, prima di raggiungere l'attenzione a livello nazionale con l'album collaborativo Savage Mode con Metro Boomin con singoli di successo come No Heart e X, così come la sua partecipazione nel singolo Sneakin' di Drake del 2016.[6]

Abraham-Joseph ha pubblicato il suo album in studio di debutto Issa Album il 7 luglio 2017.[7] L'album ha debuttato alla seconda posizione della Billboard 200 e segna il singolo Bank Account come la prima canzone di 21 Savage ad entrare nella top 20 della Billboard Hot 100. Ha raggiunto la prima posizione alla fine del 2017 con il singolo Rockstar di Post Malone, che è stato nominato in due categorie al 61° Grammy Awards.[8][9] Il 31 ottobre 2017 ha pubblicato l'album collaborativo Without Warning, insieme a Offset e Metro Boomin.[10][11] Nel dicembre 2018, pubblicò il suo secondo album in studio I Am> I Was, che debuttò alla prima posizione della Billboard 200 e rimase tale per due settimane consecutive.[12]

Il 3 febbraio 2019, Abraham-Joseph è stato arrestato dall'Immigration and Customs Enforcement (ICE), il quale ha dichiarato di essere stato un cittadino del Regno Unito che è entrato negli Stati Uniti nel luglio 2005, oltrepassando il suo visto che è scaduto nel luglio 2006.[13]

Indice

BiografiaModifica

Shéyaa Bin Abraham-Joseph è nato nel quartiere londinese di Newham[5]. Viene cresciuto in Inghilterra da sua madre Heather, di origine dominicense, insieme a quattro fratelli e sei sorelle, di cui uno deceduto a causa di una sparatoria dopo un affare di droga degenerato.[14] Nel luglio 2005 si sposta negli Stati Uniti con la famiglia.

In seconda media, Abraham-Joseph viene espulso in modo permanente da ogni singola scuola nel distretto scolastico della contea di DeKalb a causa di possesso d'armi.[15] Ciò lo porta a iniziare a frequentare le scuole nell'area metropolitana di Atlanta prima di essere inviato in un centro di detenzione giovanile.[16] Dopo essere stato rilasciato dal centro di detenzione, completa la terza media con un programma alternativo prima di terminare un semestre di liceo, ritirandosi nel suo anno da matricola a seguito di molteplici mancanze per le quali Abraham-Joseph ha affermato di essere "esausto".[17]

Dopo essere uscito, Abraham-Joseph si unisce a una banda di strada affiliata alla più ampia gang dei Bloods[18] e diventa spacciatore a tempo pieno, vendendo principalmente cannabis.[17] Prende parte regolarmente anche ad altre attività criminali tra cui rapine e furti d'auto, anche se viene arrestato solo una volta dopo aver trovato merce di contrabbando nell'auto che stava guidando. Nel 2011, quando Abraham-Joseph ha 19 anni, perde il suo braccio destro Larry durante una sparatoria.[17] Nel 2013, per il suo 21º compleanno, Abraham-Joseph viene colpito da sei proiettili sparati dai membri di una gang rivale e il suo migliore amico Johnny "Tay-Man" perde la vita nella sparatoria.[19]

Il 3 febbraio 2019 viene arrestato per immigrazione clandestina dagli agenti della US Immigration and Customs Enforcement che ritengono che il rapper sia entrato negli Stati Uniti con un visto nel 2005 e sia poi rimasto nel paese nonostante il documento scaduto.[20] Il 12 febbraio 2019 viene liberato dal carcere in cui era in custodia da 10 giorni per le accuse di presenza illegale su suolo statunitense. È attualmente in attesa di un'udienza accelerata che deciderà il suo destino[21].

CarrieraModifica

Gli inizi (2014–2015)Modifica

Dopo la morte del suo amico in una sparatoria per il suo 21º compleanno, Abraham-Joseph inizia a rappare, nominandosi 21 per via dell'accaduto durante il suo compleanno[22] e Savage che proviene da Instagram.[23] La sua carriera musicale è originariamente finanziata dallo zio del suo defunto amico, che gli dà i soldi per lo studio nel 2013.[18] Il 12 novembre 2014 pubblica il singolo di debutto, Picky, prodotto da DJ Plugg. In seguito è incluso nel suo mixtape di debutto The Slaughter Tape, rilasciato il 25 maggio 2015.[24] L'uscita rende quello che l'intervista definisce come un "eroe underground di Atlanta".[18]

Il 2 luglio 2015, 21 Savage pubblica un EP collaborativo chiamato Free Guwop, con Sonny Digital.[25] È un tributo al collega rapper e sua maggiore influenza Gucci Mane. Il 1º dicembre 2015, Abraham-Joseph pubblica il suo secondo mixtape Slaughter King.

Savage Mode, Issa Album e Without Warning (2016–2017)Modifica

Nel giugno 2016, Abraham-Joseph è nominato come "Freshman Class" del 2016 secondo la rivista XXL.[26] Il 15 luglio 2016, Abraham-Joseph pubblica il suo EP Savage Mode insieme al produttore discografico Metro Boomin di Atlanta. L'EP ottiene successo internazionali e raggiunge la posizione numero 23 della Billboard 200, diventando il loro EP più alto in classifica. 21 Savage ottiene anche copertina del magazine Fader.[27] Il suo singolo X con Future è confermato da Billboard come disco di platino negli Stati Uniti.[28] Il 18 gennaio 2017, Abraham-Joseph annuncia di aver firmato con la Epic Records.[29]

Nel 2017, il suo album di debutto in studio Issa Album raggiunge la seconda posizione nella classifica Billboard 200 degli Stati Uniti.[30] Il singolo principale Bank Account è inserito tra i primi 20 sulla Billboard Hot 100.[31] Più tardi nello stesso anno compare nel singolo Rockstar di Post Malone, che ottiene il primo posto nella classifica Billboard Hot 100, battendo diversi altri record.[32][33][34]

I Am > I Was (2018–presente)Modifica

 
21 Savage in Texas il 26 giugno 2018

Nell'aprile 2018, Abraham-Joseph fa un'apparizione nell'extended play Hear No Evil di Young Thug, insieme ai colleghi rapper Nicki Minaj e Lil Uzi Vert.[35] Più tardi compare anche nel singolo Outstanding di SahBabii.[36] Il 21 marzo appare nel singolo Rover 2.0, che fa parte del mixtape Simi di BlocBoy JB.[37][38] Nel mese successivo è in Clout di Ty Dolla Sign, che fa parte dell'edizione deluxe di Beach House 3.[39]

Il 31 ottobre 2018, Abraham-Joseph pubblica sul suo Instagram l'immagine di un uomo in silhouette che salta in aria a causa di una grande esplosione, taggando anche Metro Boomin nel post. Per questo motivo, alcuni hanno ipotizzato che fosse un sequel dell'album Without Warning del 2017. Tuttavia, si è rivelato essere la copertina del primo album da solista di Metro Boomin, Not All Heroes Wear Capes.[40]

Il 6 dicembre 2018, Abraham-Joseph pubblica la copertina del nuovo album chiamato I Am > I Was su Instagram, che presenta un'immagine sfocata di sé stesso, una didascalia e delle emoji di capre.[41] Il giorno dopo, Abraham-Joseph si scusa sui social network di aver apparentemente "dimenticato" di pubblicare l'album, annunciando una nuova data di pubblicazione prevista per il 21 dicembre 2018.[42][43] La track-list è divulgata dal produttore discografico Louis Bell tramite la sua storia su Instagram il 13 dicembre 2018.[44][45]

21 Savage pubblica il suo secondo album in studio I Am> I Was il 21 dicembre 2018 con i featuring di Travis Scott, Post Malone, Childish Gambino, Offset, J. Cole, Gunna, Lil Baby, Project Pat e Schoolboy Q.[44][46] Tuttavia, nessuno di questi artisti sono accreditati nell'album. I Am > I Was esordisce alla prima posizione della Billboard 200 statunitense, guadagnando 131.000 unità equivalenti all'album (incluse 18.000 vendite di album). Questo è il primo album di Abraham-Joseph a raggiungere la prima posizione negli Stati Uniti.[47][48]

Stile musicaleModifica

Nominato come "uno degli ultimi negri di strada rimasti a fare musica" dal frequente collaboratore Metro Boomin,[19] la musica di Abraham-Joseph è fortemente autobiografica con particolare enfasi sugli aspetti violenti e criminali del suo passato, tra cui omicidi e spaccio di droga.[22]

ControversieModifica

Nel 2018, 21 Savage ha riferito di aver iniziato un movimento chiamato "Guns Down, Paintballs Up" con lo scopo di ridurre la violenza armata.[49] Il capo del dipartimento di polizia di Detroit, James Craig, ha descritto il movimento come "ben intenzionato, tuttavia, sbagliato".[50][51] Il movimento è stato collegato a diversi casi di reati contro la proprietà e omicidi.[49][52] Savage non ha commentato la questione, anche se ha pagato per il funerale di un bambino di 3 anni che è stato ucciso in un incidente correlato.[49][52]

La polemica è emersa dopo che Abraham-Joseph ha tirato fuori un'arma da fuoco durante una festa in piscina l'11 giugno 2018.[53] Abraham-Joseph ha ricevuto l'arma da un amico dopo aver visto un membro di una crew avversaria estrarre una pistola.[54]

Il brano ASMR del secondo album in studio I Am> I Was di 21 Savage, ha causato polemiche a causa dei suoi testi. Infatti, il testo "Stiamo guadagnando quel denaro ebraico, tutto è kosher" venne messo sotto accusa a casua di perpetui stereotipi ebraici negativi sorti quando LeBron James condivise una storia su Instagram citando ASMR.[55] Abraham-Joseph in seguito si scusò su Twitter affermando: "Il popolo ebraico che conosco è molto saggio con i soldi, ecco perché ho detto che stiamo guadagnando denaro ebraico. Non avrei mai pensato che qualcuno si sarebbe mai offeso, mi dispiace se ho offeso tutti, mai mia intenzione - amo tutte le persone".[56]

Procedimenti giudiziariModifica

Abraham-Joseph è stato giudicato colpevole di reati per droga nell'ottobre 2014 nella Contea di Fulton, in Georgia.[57]

Il 3 febbraio 2019, Abraham-Joseph è stato preso in custodia dalla Immigration and Customs Enforcement (ICE) dopo essere stato fermato in un veicolo insieme al rapper americano Young Nudy, che è stato preso di mira in un'operazione con accuse non correlate.[58] L'ICE ha accusato Abraham-Joseph di essere un cittadino britannico che è stato negli Stati Uniti illegalmente da quando il suo visto di non immigrazione è scaduto nel luglio 2006. Il rapper è stato assistito da legali pagati da Jay-Z. Prima di ciò, Abraham-Joseph era comunemente ritenuto originario dell'area di Atlanta.[59][60] In un'intervista con Seth Rogen dell'aprile 2018 è stato riportato che il luogo di nascita del rapper era Atlanta, Georgia.[6]

Un portavoce dell'ICE ha detto di Abraham-Joseph che: "La sua intera personalità pubblica è falsa: in realtà è venuto negli Stati Uniti dal Regno Unito da adolescente e ha superato il suo visto".[61] Da allora è emerso un certificato di nascita che mostra che Abraham-Joseph è nato a Newham, Londra.[62] Tuttavia, il suo avvocato ha affermato che Abraham-Joseph non aveva tentato di nasconderlo e che il Dipartimento della sicurezza interna degli Stati Uniti d'America era consapevole di aver fatto domanda per un visto U nel 2017.[63]

Vita privataModifica

Abraham-Joseph pratica la religione africana Ifá.[64][65][66] Nell'estate del 2017, Savage ha iniziato a frequentare la modella Amber Rose.[67][68] A partire dal marzo 2018, la coppia si è separata.[69]

Ha anche tre figli: due bambini e una bambina. Raramente parla di loro, tuttavia a volte pubblica delle loro foto sul suo Instagram.[70][71]

FilantropiaModifica

Nel marzo 2018, Abraham-Joseph annuncia la creazione della 21 Savage Bank Account Campaign (dal nome del suo singolo Bank Account) al The Ellen DeGeneres Show. Inoltre annuncia la donazione di 21.000 dollari per la causa. Abraham-Joseph ha dichiarato: "Ho iniziato la 21 Savage Bank Account Campaign per aiutare i bambini a imparare come risparmiare denaro e fare soldi e aprire conti bancari per bambini".[72] Agli inizi di agosto 2016, 2017 e 2018, Abraham-Joseph ospita l'Issa Back to School Drive (dal nome del suo album Issa Album) nel suo quartiere di casa ad Atlanta, in Georgia, dove offriva tagli di capelli, acconciature, forniture e uniformi scolastiche gratuitamente. Nel luglio 2018, Abraham-Joseph dona 10.000 dollari alla Continental Colony Elementary School di Atlanta per finanziare una campagna antibullismo.[73]

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

EPModifica

MixtapesModifica

SingoliModifica

CollaborazioniModifica

RiconoscimentiModifica

  • 2017 - BET Awards
    • Candidatura per Miglior nuovo artista[74]
  • 2017 - Streamy Awards
    • Candidatura per Artista rivoluzionario[75]
  • 2018 - iHeartRadio Music Awards
    • Candidatura per Miglior nuovo artista Hip-Hop[76]
    • Candidatura per Canzone Hip-Hop dell'anno per Rockstar[76]
  • 2018 - Billboard Music Awards
    • Candidatura per la categoria Top New Artist[77]
    • Candidatura per la categoria Top Hot 100 Song per Rockstar[77]
    • Candidatura per la categoria Top Streaming Song (Audio) per Rockstar[77]
    • Candidatura per la categoria Top Collaboration per Rockstar[77]
    • Miglior canzone rap per Rockstar[77]
  • 2018 - American Music Awards
    • Candidatura per la Canzone Rap/Hip-Hop preferita per Rockstar[78]
    • Candidatura per la Collaborazione dell'anno per Rockstar[78]
  • 2018 - MTV Europe Music Awards
    • Candidatura per la Miglior canzone per Rockstar[79]
  • 2018 - MTV Video Music Awards
    • Miglior canzone dell'anno per Rockstar[80]
    • Candidatura per il miglior video hip-hop per Bartier Cardi[80]
  • 2018 - BET Awards
    • Candidatura per la Miglior collaborazione per Bartier Cardi[81]
  • 2018 - BET Hip Hop Awards
    • Candidatura per la categoria Sweet 16 per Bartier Cardi[82]
    • Candidatura per la miglior collaborazione, duo o gruppo per Ric Flair Drip[82]
  • 2019 - Grammy Award
    • Candidatura per la registrazione dell'anno per Rockstar[83]
    • Canditatura per la miglior collaborazione con un artista rap per Rockstar[83]

NoteModifica

  1. ^ 21 Savage pubblica oggi il suo secondo album “I am > I was”, su sonymusic.it.
  2. ^ (EN) 21 Savage Shines When He Gets Deep on I Am > I Was, su consequenceofsound.net. URL consultato il 26 dicembre 2018.
  3. ^ (EN) 21 Savage Whispering Like the Ying Yang Twins Makes for an Incredible Song, su rollingstone.com. URL consultato il 2 novembre 2018.
  4. ^ (EN) 21 Savage Breaks Down the True Definition of the Trap and "Trap Music", su vladtv.com. URL consultato il 26 luglio 2017.
  5. ^ a b (EN) Grammy-nominated rapper 21 Savage in ICE custody as a British citizen, su Mail Online, 3 febbraio 2019. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  6. ^ a b (EN) 21 Savage Chops It Up With Seth Rogen, su Interview Magazine, 26 aprile 2018. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  7. ^ (EN) Emmanuel C.M, The Break Presents: 21 Savage - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  8. ^ (EN) 21 Savage, su GRAMMY.com, 5 dicembre 2018. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  9. ^ (EN) Lindsey India, Post Malone’s Rockstar Hits No. 1 on Billboard Hot 100 Chart - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  10. ^ Fuori “Without Warning”, l’album di 21 Savage, Offset e Metro Boomin, su RapBurger, 31 ottobre 2017. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  11. ^ (EN) 21 Savage, Offset & Metro Boomin Drop 'Without Warning', su Highsnobiety, 6 febbraio 2019. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  12. ^ 21 Savage Spends Second Week at No. 1 on Billboard 200 Albums Chart With 'I Am > I Was', su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  13. ^ Eric Levenson and Nick Valencia CNN, ICE arrests rapper 21 Savage, says he's from the UK, su CNN. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  14. ^ The Brutal Story Behind 21 Savage's Dagger Face Tattoo - DJBooth, su web.archive.org, 26 febbraio 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 26 febbraio 2018).
  15. ^ Breakfast Club Power 105.1 FM, 21 Savage Opens Up About Dating Amber Rose, First Album Success & Much More. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  16. ^ Everything You Need To Know About 21 Savage, su HotNewHipHop. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  17. ^ a b c (EN) 21 Savage Talks Being An “A” Student, Losing His Best Friends On The Breakfast Club, su The FADER. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  18. ^ a b c (EN) 21 Savage chops it up with Seth Rogen, su Interview Magazine, 26 aprile 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  19. ^ a b (EN) Meet 21 Savage, Atlanta’s Most Respected New Rapper, su The FADER. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  20. ^ Usa, arrestato il rapper 21 Savage, "eroe underground di Atlanta". L'accusa: "è britannico", su Repubblica.it, 4 febbraio 2019. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  21. ^ 21 Savage ha vinto la sua libertà, su rockol.it.
  22. ^ a b (EN) Samuel Hine,Geordie Wood, 21 Savage: From Robbin’ Season to Role Model, su GQ, 27 giugno 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  23. ^ (EN) 19 Facts You Need To Know About 'Rockstar' Rapper 21 Savage, su Capital XTRA. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  24. ^ 21 Savage - The Slaughter Tape - Hoodrich Keem, su LiveMixtapes. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  25. ^ 21 Savage - Free Guwop EP - NoDJ, su LiveMixtapes. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  26. ^ (EN) X. X. L. Staff, 2016 XXL Freshman Class Cover - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  27. ^ 21 Savage & Future's "X" Is Now Platinum, su HotNewHipHop. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  28. ^ (EN) Max Weinstein, 21 Savage Gets His First Platinum Record With "X" - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  29. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, 21 Savage Inks Record Deal With Epic Records, su HipHopDX, 18 gennaio 2017. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  30. ^ 21 Savage & Haim Debut in Top 10 on Billboard 200 Albums Chart, su Billboard. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  31. ^ (EN) Hot 100: Niall Horan’s "Slow Hands" Enters Top 15, 21 Savage’s "Bank Account" Top 20, su Headline Planet, 8 agosto 2017. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  32. ^ (EN) Lindsey India, Post Malone’s Rockstar Hits No. 1 on Billboard Hot 100 Chart - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  33. ^ (EN) Peter A. Berry, Post Malone Breaks Spotify Global Record With Rockstar - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  34. ^ Post Malone & 21 Savage 'Rockstar' Goes Platinum I Billboard | Billboard, su web.archive.org, 13 novembre 2017. URL consultato il 16 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2017).
  35. ^ (EN) Young Thug drops Hear No Evil EP, su The FADER. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  36. ^ (EN) Lindsey India, Listen to SahBabii and 21 Savage's New Song "Outstanding" - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  37. ^ BlocBoy JB – “Rover 2.0” (Feat. 21 Savage), su Stereogum, 23 marzo 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  38. ^ (EN) C. Vernon Coleman II, BlocBoy JB Drops 'Simi' Mixtape Featuring Drake, Lil Pump & More - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  39. ^ (EN) Ty Dolla $ign recruits 21 Savage for “Clout”, su The FADER. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  40. ^ (EN) Saint Laurent Don on Instagram: “y’all know what season it is @metroboomin 4L” [collegamento interrotto], su Instagram. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  41. ^ (EN) Dayna Haffenden, 21 Savage Unveils Title and Cover Art for New Album - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  42. ^ (EN) Saint Laurent Don, Dam I forgot to drop my album my bad y’all, su @21savage, 6 dicembre 2018. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  43. ^ (EN) 21 Savage says new album I Am > I Was will drop December 21, su The FADER. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  44. ^ a b (EN) Joe Walker, 21 Savage Taps J. Cole, Childish Gambino, ScHoolboy Q, More for 'I AM > I WAS' Tracklist, su OnSMASH. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  45. ^ 21 Savage Producer Shares Alleged "I AM > I Was" Features: J. Cole & More, su HotNewHipHop. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  46. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, 21 Savage Drops "I Am > I Was" Album, su HipHopDX, 20 dicembre 2018. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  47. ^ 21 Savage's 'I Am > I Was' Album Debuts at No. 1 on Billboard 200 Chart, su Billboard. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  48. ^ 21 Savage Debuts At No. 1 With "I Am > I Was", su HotNewHipHop. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  49. ^ a b c (EN) Adriana Diaz, "Paintball wars," initially intended to curb gun violence, linked to 2 deaths, su CBS News, 1º maggio 2018. URL consultato il 2 maggio 2018.
  50. ^ (EN) Detroit police cracks down on citywide "paintball wars", su CBS News, 21 aprile 2018. URL consultato il 2 maggio 2018.
  51. ^ (EN) Brandon Patterson e Ann Zaniewski, Detroit police to crack down on citywide 'paintball wars', su USA Today, Gannett Company, 27 aprile 2018. URL consultato il 2 maggio 2018.
  52. ^ a b (EN) Jessica Mensch e Ashley Luthern, Paintball shootings splatter cities after rapper calls for swapping handguns for paintball weapons, su USA Today, Gannett Company, 1º maggio 2018. URL consultato il 2 maggio 2018.
  53. ^ (EN) 21 Savage Draws Gun During Atlanta Pool Party Brawl, Billboard. URL consultato il 10 luglio 2018.
  54. ^ (EN) 21 Savage Pulls Out A Gun During A Brawl: Watch, 10 giugno 2018, Vibe. URL consultato il 10 luglio 2018.
  55. ^ (EN) 21 Savage Apologizes for “Jewish Money” Lyrics, su Pitchfork. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  56. ^ (EN) Saint Laurent Don, The Jewish people I know are very wise with there money so that’s why I said we been gettin Jewish money I never thought anyone would take offense I’m sorry if I offended everybody never my intention I love all people, su @21savage, 24 dicembre 2018. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  57. ^ (EN) Rapper 21 Savage in Federal Immigration Custody in Georgia, su NBC10 Boston. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  58. ^ (EN) Condé Nast, 21 Savage’s ICE Detention Allegedly Instigated by the Arrest of His Cousin Young Nudy, su Pitchfork. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  59. ^ Rapper 21 Savage arrested by ICE agents, who say he’s from the United Kingdom, not Atlanta - The Washington Post, su web.archive.org, 6 febbraio 2019. URL consultato il 6 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2019).
  60. ^ Katie Dowd, SFGATE, Associated Press, Rapper 21 Savage arrested by ICE, which alleges he is actually British, su SFGate, 3 febbraio 2019. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  61. ^ (EN) Daniel Kreps, Daniel Kreps, ICE Apprehends 21 Savage, Claims Rapper Is British and Overstayed Visa, su Rolling Stone, 3 febbraio 2019. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  62. ^ (EN) Gareth Davies, 21 Savage, Grammy-nominated rapper who told of his tough upbringing in Atlanta, is actually British, in The Telegraph, 4 febbraio 2019. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  63. ^ (EN) ICE is trying to 'intimidate' 21 Savage into leaving the country, lawyer says, su NBC News. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  64. ^ (EN) Phil Witmer, No Joke, You Should Definitely Watch 21 Savage's Entire 'Breakfast Club' Interview, su Noisey, Vice Media, 4 agosto 2016. URL consultato il 6 maggio 2018.
  65. ^ (EN) Amos Barshad, Savage World, su The Fader, 21 novembre 2016. URL consultato il 6 maggio 2018.
  66. ^ (EN) Ayomide O. Tayo, 21 Savage, the hottest rapper in America worships Ifa. URL consultato il 6 maggio 2018.
  67. ^ (EN) C. Vernon Coleman II, Amber Rose Sniffs 21 Savage's Underwear When She Misses Him (Townsquare Media), 10 febbraio 2018, XXL Magazine. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  68. ^ (EN) 21 Savage Got The Sexiest Gift From Amber Rose For Valentine's Day, 14 febbraio 2018, BET. URL consultato il 16 marzo 2018.
  69. ^ (EN) Karen Mizoguchi e Janine Rubenstein, Amber Rose and 21 Savage Split After Nearly 2 Years of Dating, 14 marzo 2018, People. URL consultato il 15 marzo 2018.
  70. ^ (EN) Does 21 Savage have any kids?, su Capital XTRA. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  71. ^ Complex, 21 Savage Goes Sneaker Shopping with Complex. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  72. ^ (EN) The Give Back: 21 Savage Announces His Charitable Efforts On The Ellen Show, su Cassius | born unapologetic | News, Style, Culture, 13 marzo 2018. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  73. ^ HipHopDX- http://hiphopdx.com, 21 Savage Hosting Back To School Charity Event, su HipHopDX, 31 luglio 2018. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  74. ^ Here Is the Complete List of BET Awards 2017 Winners, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  75. ^ (EN) 7th Annual Nominees, su The Streamy Awards. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  76. ^ a b iHeartRadio Music Award Winners 2018: Complete List, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  77. ^ a b c d e Billboard Music Awards 2018 Nominations: See the Full List, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  78. ^ a b 2018 American Music Awards Winners: The Complete List | The American Music Awards, su ABC. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  79. ^ (EN) The 2018 MTV EMA Nominees Are Here!, su MTVEMA. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  80. ^ a b MTV VMAs 2018 Complete Winners List, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  81. ^ (EXCLUSIVE) Here's The Complete List Of BET Awards Winners, su BET.com. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  82. ^ a b Here Are All the Winners From the 2018 BET Hip Hop Awards, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  83. ^ a b (EN) 61st GRAMMY Awards: Full Nominees List, su GRAMMY.com, 7 dicembre 2018. URL consultato il 6 febbraio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN5554150647116910860004 · LCCN (ENno2017121785 · WorldCat Identities (ENno2017-121785