2 euro

taglio monetario dell'euro
2 euro
Valore 2,00
Massa8,5 g
Diametro25,75 mm
Spessore2,20 mm
ComposizioneSegmento esterno: rame-nichel
Segmento interno: nichel-ottone
Anni di coniazione1999 –
Dritto
Disegno23 variazioni nazionali
IncisoreVari
Data del disegnoVarie
Rovescio
2 € 2007.gif
DisegnoMappa dell'Europa. Valore in caratteri latini.
IncisoreLuc Luycx
Data del disegno2007
Contorno
EUR 2 edge (2007 issue).png
AspettoFinemente rigato con lettere

1leftarrow blue.svgVoce principale: Monete in euro.

2 euro (€ 2) è uno degli 8 tagli delle monete in euro. È una moneta bimetallica; l'interno è realizzato in nichel e rivestito con una lega di nichel-ottone (75% Cu, 20% Zn, 5% Ni), l'esterno è costituito da una lega di rame-nichel (75% Cu 25% Ni)[1].

Indice

AspettoModifica

 
La faccia comune a tutte le monete prima del 2007, anno in cui fu sostituita da quella odierna.

La moneta da 2 euro ha un diametro di 25,75 mm, è spessa 2,20 mm e pesa 8,50 grammi. Il bordo è finemente rigato con lettere.

Tutte le monete presentano una faccia comune detta rovescio e una specifica per ogni nazione chiamata dritto. Sul rovescio, opera di Luc Luycx (un artista e grafico belga vincitore del concorso europeo per il design delle nuove monete), è presente a sinistra il valore della moneta mentre sulla destra vi è un disegno raffigurante la mappa dell'Europa attraversata da 6 linee che uniscono 12 stelle. Il disegno richiama l'unità dell'Europa mentre le 12 stelle richiamano la bandiera europea. Le monete da 2 euro presentano anche delle lettere e dei simboli specifici per ogni nazione sul loro bordo.

Inoltre sono stati emessi anche numerosi tipi di 2 euro commemorativi.

Facce nazionaliModifica

Immagine Paese Autore Anno
  Andorra Jordy Puy 2014-
Stemma di Andorra
  Austria Josef Kaiser 2002-
La pacifista radicale e premio Nobel per la Pace 1905 Bertha von Suttner
  Belgio

1ª serie

Jan Alfons Keustermans 1999-2007
Effigie di Re Alberto II e il suo monogramma reale
  Belgio

2ª serie

Jan Alfons Keustermans 2008
Effigie di Re Alberto II e il suo monogramma reale
  Belgio

3ª serie

Jan Alfons Keustermans 2009-2013
Effigie di Re Alberto II e il suo monogramma reale
  Belgio

4ª serie

Luc Luycx 2014-
Effigie di Re Filippo e il suo monogramma reale
  Cipro Tatiana Soteropoulos e Erik Maell 2008-
L'Idolo di Pomos
  Estonia Lembit Lõhmus 2011-
Mappa dell'Estonia
  Finlandia

1ª serie

Raimo Heino 1999-2006
Una pianta di camemoro
  Finlandia

2ª serie

Raimo Heino 2007
Una pianta di camemoro
  Finlandia

3ª serie

Raimo Heino 2008-2010
Una pianta di camemoro
  Finlandia

4ª serie

Raimo Heino 2011-
Una pianta di camemoro
  Francia Joaquin Jimenez 1999-
L'albero della vita racchiuso in un esagono, con intorno il motto Liberté, Égalité, Fraternité
  Germania Heinz Hoyer e Sneschana Russewa-Hoyer 2002-
Un'aquila araldica, tratta dallo stemma della Germania
  Grecia Georgios Stamatopoulos 2002-
Scena del rapimento di Europa da parte di Zeus trasformatosi in toro
  Irlanda Jarlath Hayes 2002-
La tradizionale arpa celtica
  Italia Maria Carmela Colaneri 2002-
Ritratto di Dante Alighieri realizzato da Raffaello Sanzio
  Lettonia Guntars Sietiņš 2014-
Volto di una fanciulla lettone
  Lituania Antanas Žukauskas 2015-
Il Cavaliere Vytis, eroico cavaliere e simbolo nazionale
  Lussemburgo Yvette Gastauer-Claire 2002-
Effigie del Granduca Enrico
  Malta Noel Galea Bason 2008-
La croce di Malta
  Principato di Monaco

1ª serie

Nicolas Cozon e Pierre Javaudin 2001-2005
Effigie del principe Ranieri III
  Principato di Monaco

2ª serie

Sabrina Luoni 2006-
Effigie del principe Alberto II
  Paesi Bassi

1ª serie

Bruno Ninaber van Eyben 1999-2013
Ritratto di profilo della Regina Beatrice
  Paesi Bassi

2ª serie

Erwin Olaf 2014-
Ritratto di profilo del re Guglielmo Alessandro
  Portogallo Victor Manuel Fernandes dos Santos 2002-
Sigillo reale del 1144
  San Marino

1ª serie

František Chochola e Ettore Lorenzo Frapiccini 2002-2016
Il Palazzo del Governo di San Marino
  San Marino

2ª serie

Arno Ludwig 2017-
Ritratto di San Marino, particolare di un dipinto di Giovan Battista Urbinelli
  Slovacchia Ivan Řehák 2009-
Lo stemma della Slovacchia (croce patriarcale sulle tre alture)
  Slovenia Miljenko Licul, Maja Licul e Janez Boljka 2007-
Ritratto del poeta France Prešeren, con il primo verso della settima strofa della Zdravljica, l'inno nazionale sloveno
  Spagna

1ª serie

Luis José Diaz 1999-2009
Ritratto del re Juan Carlos I
  Spagna

2ª serie

Luis José Diaz 2010-2014
Ritratto del re Juan Carlos I
  Spagna

3ª serie

Luis José Diaz 2015-
Ritratto del re Filippo VI
  Città del Vaticano

1ª serie

Guido Veroi e Uliana Pernazza 2002-2005
Effigie di papa Giovanni Paolo II
  Città del Vaticano

2ª serie

Daniela Longo e Ettore Lorenzo Frapiccini 2005
Stemmi del Cardinale Camerlengo e della Camera Apostolica
  Città del Vaticano

3ª serie

Daniela Longo e Ettore Lorenzo Frapiccini 2006-2013
Effigie di papa Benedetto XVI
  Città del Vaticano

4ª serie

Patrizio Daniele e Maria Carmela Colaneri 2014-2016
Effigie di papa Francesco
  Città del Vaticano

5ª serie

Daniela Longo e Maria Carmela Colaneri 2017-
Stemma di Papa Francesco

Bordi nazionaliModifica

Nazione Iscrizione sul bordo Descrizione
  Andorra,   Belgio,   Francia,   Irlanda,   Lussemburgo,   Monaco,   Spagna La sequenza "2**" ripetuta sei volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.
  Austria La sequenza "2 EURO***" ripetuta quattro volte e alternativamente capovolta, dove "*" è sostituto da una stella.
  Cipro La sequenza "2 ΕΥΡΩ 2 EURO" ("2 euro" in greco e turco) ripetuta due volte.
  Estonia La sequenza "EESTI" ("Estonia" in Estone) ripetuta due volte, intervallata da "O" e alternativamente capovolta.
  Finlandia "SUOMI FINLAND" ("Finlandia" in finlandese e svedese, le due lingue ufficiali della Finlandia) seguita da tre teste di leone.
  Germania "EINIGKEIT UND RECHT UND FREIHEIT" ("Unità e giustizia e libertà" in tedesco, motto nazionale della Germania) seguito dall'aquila araldica.
  Grecia "ΕΛΛΗΝΙΚΗ ΔΗΜΟΚΡΑΤΙΑ" ("Repubblica greca" in greco) seguito da una stella.
  Italia,   San Marino,   Città del Vaticano La sequenza "2 *" ripetuta sei volte alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una stella.
  Lettonia "DIEVS SVĒTĪ LATVIJU" ("Dio benedica la Lettonia" in lettone) intervallato da tre stelle.
  Lituania "LAISVĖ VIENYBĖ GEROVĖ" ("Libertà Unità Prosperità" in lituano) intervallato da tre stelle.
  Malta La sequenza "2**" ripetuta sei volte alternativamente capovolta, dove "*" è sostituito da una croce di Malta invece della comune stella a cinque punte comunemente usata.
  Paesi Bassi "GOD ZIJ MET ONS" ("Dio sia con noi" in olandese) intervallato da quattro stelle.
  Portogallo I sette castelli e i cinque stemmi presenti sulle facce nazionali delle monete.
  Slovacchia "SLOVENSKÁ REPUBLIKA" ("Repubblica slovacca" in slovacco) seguito da due stelle intervallate da una foglia di tiglio.
  Slovenia "SLOVENIJA" ("Slovenia" in sloveno) seguita da un punto inciso.

Bordi commemorativiModifica

Per i 2 euro commemorativi celebranti il 60º anniversario delle Nazioni Unite (2005), il 50º anniversario della firma dei Trattati di Roma (2007) e il 10º anniversario dell'UEM (2009) la Finlandia, invece del bordo regolare, ha usato bordi diversi a seconda della commemorazione:

Anno Tema Bordo Descrizione
2005 60º anniversario delle Nazioni Unite e 50º anniversario dell'ingresso della Finlandia all'ONU La sigla "YK", iniziali di "Yhdistyneet kansakunnat" ("Organizzazione delle Nazioni Unite" in finlandese), seguita dagli anni "1945–2005", dalla sigla "FN", iniziali di "Förenta nationerna" ("Organizzazione delle Nazioni Unite" in svedese) e da tre teste di leone.
2007 50º anniversario della firma dei Trattati di Roma (emissione comune) "ROMFÖRDRAGET", "50 ÅR" e "EUROPA" ("Trattati di Roma", "50 anni" e "Europa" in svedese).
2009 10º anniversario dell'UEM (emissione comune) "TALOUS- JA RAHALIITTO" ("Unione economica e monetaria" in finlandese), seguito dalla sigla "EMU".

NoteModifica

  1. ^ William D. Callister, Jr, Scienza e ingegneria dei materiali una introduzione, traduzione di Claudio Caneva, 2ª ed., Napoli, EdiSES, 2008, p. 381, ISBN 9788879594219.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica