Apri il menu principale

2 euro commemorativi emessi nel 2009

lista di un progetto Wikimedia

1leftarrow blue.svgVoce principale: 2 euro commemorativi.

I cinque disegni proposti per l'emissione comune del 2009Modifica

Immagine Paese Tema Tiratura Emissione Disegnatore
  Unione europea 10º anniversario dell'Unione Economica e Monetaria 81.797.908 diversa a seconda del Paese Georgios Stamatopoulos
Descrizione: Al centro del disegno è incisa una figura umana stilizzata il cui braccio sinistro si fonde nel simbolo dell'euro. Sotto il simbolo dell'euro appaiono le iniziali ΓΣ dell'artista. In alto figura il nome del paese di emissione nella lingua nazionale, mentre l'indicazione 1999-2009 e l'acronimo UEM (tradotto nella lingua nazionale) sono incisi nella parte inferiore.

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[1]

  Austria REPUBLIK ÖSTERREICH, WWU 1999-2009 5.000.000 2 gennaio 2009
  Belgio BELGIE - BELGIQUE - BELGIEN, EMU 1999-2009 5.000.000 27 gennaio 2009
  Cipro ΚΥΠΡΟΣ KIBRIS, ΟΝΕ 1999-2009 1.000.000 5 gennaio 2009
  Finlandia SUOMI FINLAND, 2009, EMU 1999-2009 1.400.000 15 gennaio 2009
  Francia RÉPUBLIQUE FRANÇAISE, UEM 1999-2009 10.000.000 26 gennaio 2009
  Germania BUNDESREPUBLIK DEUTSCHLAND, WWU 1999-2009 30.000.000 2 gennaio 2009
  Grecia ΕΛΛΗΝΙΚΗ ΔΗΜΟΚΡΑΤΙΑ, ΟΝΕ 1999-2009 4.000.000 2 gennaio 2009
  Irlanda éire, AEA 1999-2009 EMU 3.812.908 1º gennaio 2009
  Italia REPUBBLICA ITALIANA, UEM 1999-2009 2.000.000 26 marzo 2009
  Lussemburgo LËTZEBUERG, UEM 1999-2009 (con immagine olografica del Granduca Enrico) 800.000 15 gennaio 2009
  Malta MALTA, UEM 1999-2009 700.000 5 gennaio 2009
  Paesi Bassi NEDERLAND, EMU 1999-2009 5.300.000 7 gennaio 2009
  Portogallo PORTUGAL, UEM 1999-2009 1.285.000 5 gennaio 2009
  Slovacchia SLOVENSKO, HMÚ 1999-2009 2.500.000 15 gennaio 2009
  Slovenia SLOVENIJA, EMU 1999-2009 1.000.000 5 gennaio 2009
  Spagna ESPAÑA, UEM 1999-2009 8.000.000 2 marzo 2009
  Lussemburgo 90º anniversario dell'ascesa al trono della Granduchessa Carlotta di Lussemburgo 800.000 15 gennaio 2009 Alain Hoffman
Descrizione: Il disegno raffigura, a sinistra nella parte interna, l'effigie di Sua Altezza reale Granduca Henri, sovrapposta a quella della Granduchessa Charlotte: i due profili sono rivolti a sinistra. A destra nella parte interna figurano, allineati verticalmente, il nome del paese «LËTZEBUERG» e il millesimo «2009», affiancati dal marchio dell'incisore e da quello della zecca.

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[2]

  Germania Ludwigskirche a Saarbrücken (  Saarland)
4ª moneta della serie dedicata ai Länder tedeschi
30.000.000 6 febbraio 2009[3] Friedrich Brenner
Descrizione: La parte interna della moneta rappresenta la chiesa di San Luigi a Sarrebruck. Sotto il monumento sono incisi il nome del Land «SAARLAND» e il marchio della zecca rappresentato da una delle lettere «A», «D», «F», «G» o «J». A destra del monumento compaiono le iniziali «FB» dell'incisore Friedrich Brenner. L'anello esterno contiene, nella parte inferiore, il nome del paese di emissione «BUNDESREPUBLIK DEUTSCHLAND», e nella parte superiore, l'anno «2009» e dodici stelle.[4]
  Portogallo 2ª edizione dei Giochi della Lusofonia a Lisbona 1.250.000 6 giugno 2009 José Aurélio
Descrizione: La parte interna della moneta raffigura un ginnasta con nastro. In alto, lo stemma del Portogallo è circondato in semicerchio dalla denominazione dello Stato di emissione («PORTUGAL»). In basso, tra il segno di zecca («INCM») a sinistra e la firma dell’artista («J. AURÉLIO») a destra, si trova in semicerchio l’iscrizione «2.os JOGOS DA LUSOFONIA LISBOA». A sinistra, in uno dei circoli formati dal nastro, è riportato l’anno di emissione («2009»).

Sul bordo esterno della moneta, su uno sfondo di linee concentriche, figurano le dodici stelle della bandiera europea.[5]

  San Marino Anno europeo della Creatività e dell'innovazione 130.000 5 settembre 2009 Annalisa Masini
Descrizione: Al centro della moneta sono raffigurati oggetti associati alla ricerca scientifica: un libro, un compasso, una provetta e una fiala. A sinistra si trovano tre piume, simbolo della Repubblica di San Marino, mentre a destra sono incisi l’anno di emissione (2009) e il segno di zecca («R»). In alto è visibile l’iscrizione «CREATIVITÀ INNOVAZIONE», invece in basso sono riportati il nome dello Stato di emissione («SAN MARINO») e le iniziali dell’artista («A.M.»).

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[6]

  Belgio 200º anniversario dalla nascita di Louis Braille 5.000.000 25 settembre 2009 Luc Luycx
Descrizione: La parte interna della moneta raffigura Louis Braille tra le iniziali L e B, scritte coi caratteri dell’alfabeto di cui è inventore. Sopra al ritratto è visibile l’iscrizione «LOUIS BRAILLE», sotto, la sigla «BE» dello Stato di emissione, tra le date 1809 e 2009. A sinistra e a destra, rispettivamente, il marchio di zecca e quello del «Commissaire des Monnaies».

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[7]

  Finlandia 200º anniversario dalla fine della Guerra Finlandese 1.600.000 23 ottobre 2009 Reijo Juhani Paavilainen
Descrizione: La parte interna della moneta ritrae il profilo della cattedrale Porvoo, in cui si è svolta l’apertura della prima Dieta finlandese. Sulla cima campeggia la data 1809. Sul lato destro è inciso l’anno 2009. Sul lato sinistro figurano la sigla del paese emittente «FI» e il marchio della zecca.

L’anello esterno della moneta ritrae le dodici stelle della bandiera europea.[8]

  Slovacchia 20º anniversario della Rivoluzione di velluto 1.000.000 10 novembre 2009 Pavel Károly
Descrizione: La parte interna della moneta rappresenta una campana stilizzata formata da una serie di chiavi, in ricordo della manifestazione del 17 novembre 1989, in cui i cittadini marciarono agitando i loro mazzi di chiavi per farli tintinnare, evento che segnò l’inizio della «rivoluzione di velluto». Sotto il disegno, a destra, figurano il marchio dell’artista e quello della zecca slovacca (Mincovna Kremnica). Attorno al disegno, in alto, è visibile l’iscrizione «17 NOVEMBER SLOBODA — DEMOKRACIA» (libertà e democrazia) e le date «1989-2009»; in basso, l’indicazione dello Stato di emissione, «SLOVENSKO».

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[9]

  Città del Vaticano Anno internazionale dell'astronomia 106.084 18 novembre 2009 Orietta Rossi
Descrizione: Nella parte interna della moneta si trovano un’allegoria della nascita delle stelle e dei pianeti e diversi strumenti astronomici. Il marchio di zecca «R» è posto nel quadrante inferiore sinistro, l’anno di emissione «2009» in basso. Attorno al disegno, in basso a sinistra, si trova l’iscrizione «ANNO INTERNAZIONALE DELL’ASTRONOMIA», mentre in alto a destra figura lo Stato di emissione «CITTÀ DEL VATICANO».

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[10]

  Italia 200º anniversario dalla nascita di Louis Braille 2.000.000 18 dicembre 2009 Maria Carmela Colaneri
Descrizione: La parte interna della moneta rappresenta una mano mentre pratica la lettura tattile di un libro aperto. Al disopra dell’indice, che punta verso l’iscrizione verticale «LOUIS BRAILLE 1809-2009», due uccelli simboleggiano la libertà del sapere. In alto a destra figura l’indicazione dello Stato di emissione, «RI», mentre in basso a destra si trova il marchio di zecca «R». Sotto il libro, il nome di Braille è scritto coi caratteri dell’alfabeto di cui è inventore. Ancora più in basso, sono visibili le iniziali «MCC» dell’artista Maria Carmela Colaneri.

Sul bordo esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera europea.[11]

NoteModifica

  1. ^ OJ 2008/C 315/04 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 10 dicembre 2008.
  2. ^ OJ 2009/C 5/02 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 10 gennaio 2009.
  3. ^ (EN) The Euro Information Website — 2 Euro Commemorative Design 2009 — Germany, su ibiblio.org, 7 aprile 2007. URL consultato il 7 aprile 2007.
  4. ^ OJ 2009/C 31/06 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 7 febbraio 2009.
  5. ^ OJ 2009/C 116/08 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 21 maggio 2009.
  6. ^ OJ 2009/C 116/09 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 21 maggio 2009.
  7. ^ OJ 2009/C 196/06 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 20 agosto 2009.
  8. ^ OJ 2009/C 227/03 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 22 settembre 2009.
  9. ^ OJ 2009/C 196/07 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 20 agosto 2009.
  10. ^ OJ 2009/C 204/05 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 29 agosto 2009.
  11. ^ OJ 2009/C 196/08 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 28 agosto 2009.