Apri il menu principale
470
470 dinghy.svg
Flag of France.svg
Tipo Deriva
Classe velica 470 black.svg
Costruttori André Cornu
Varo 1º modello 1963
Caratteristiche tecniche
Lunghezza fuori tutto 4,70 m
Lunghezza al galleggiamento 4,40 m
Larghezza 1,68 m
Immersione scafo 0,50 m
Immersione con deriva 1,40 m
Peso 115 kg
Superficie randa 9,12 m²
Superficie fiocco 3,58 m²
Superficie spinnaker 13 m²
Equipaggio 2
Note Prodiere al trapezio

Il 470 è un natante[1] a vela da regata per due persone, dotata di randa, fiocco e spinnaker.

StoriaModifica

Disegnata nel 1963 dall'architetto francese André Cornu, deve il suo nome alla sua lunghezza fuori tutto espressa in centimetri.

DescrizioneModifica

L'imbarcazione fa parte delle Classi internazionali annoverate dalla Federazione Internazionale della Vela (ISAF) e le regate della sua classe fanno parte del programma delle Olimpiadi dal 1976.

È una imbarcazione molto tecnica e competitiva dove è richiesta grande preparazione, sia tecnica che fisica. Considerata la particolare forma della chiglia è in grado di planare anche di bolina.

L'emblema della classe è la scritta 470, stilizzata secondo una forma particolare, descritta nelle regole, che deve essere riprodotta in blu scuro nella parte alta della vela principale.

AttrezzaturaModifica

OlimpiadiModifica

Nel 1976 è classe olimpica maschile, dal 1988 anche femminile.

Le competizioni olimpiche in questa classe si sono svolte:

Campionati mondialiModifica

 
Partenza del mondiale 470.

Sono organizzati campionati mondiali (con più di 30 paesi partecipanti) e continentali ogni anno, sia maschili, femminili che team misti.

NoteModifica

  1. ^ Si definisce "natante" ogni unità da diporto avente lunghezza non superiore a metri 10 indipendentemente dal tipo di propulsione., su guardiacostiera.it. URL consultato il 22 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2011).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica