47 Ronin

film del 2013 diretto da Carl Erik Rinsch
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il gruppo di samurai, vedi Quarantasette ronin.
47 Ronin
KeanuReeves47Ronin.png
Keanu Reeves in una scena del film
Titolo originale47 Ronin
Lingua originaleinglese, giapponese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Giappone
Anno2013
Durata118 minuti
Rapporto2,35:1
Generefantastico, azione
RegiaCarl Rinsch
SoggettoChris Morgan, Walter Hamada
SceneggiaturaChris Morgan, Hossein Amini
ProduttorePamela Abdy, Eric McLeod, Scott Stuber
Produttore esecutivoChris Fenton, Walter Hamada, Erwin Stoff
Casa di produzioneH2F Entertainment, Mid Atlantic Films, Moving Picture Company, Stuber Productions
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaJohn Mathieson
MontaggioCraig Wood
MusicheIlan Eshkeri
ScenografiaJan Roelfs
CostumiPenny Rose
TruccoAmanda Burns, Amy Byrne, Sharon Nicholas
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

47 Ronin è un film del 2013 diretto da Carl Rinsch e con protagonisti Keanu Reeves, Cary-Hiroyuki Tagawa, Hiroyuki Sanada e Rinko Kikuchi. La sceneggiatura del film, scritta da Chris Morgan e Hossein Amini, si basa sulla vera storia dei quarantasette Rōnin, un gruppo di samurai che nel diciottesimo secolo si opposero allo shōgun per vendicare l'uccisione del loro daimyō.[1]

TramaModifica

Siamo nel tardo Giappone feudale. Kai, il protagonista, è un emarginato mezzo giapponese e mezzo inglese, che vive nel dominio di Akō, il cui signore è il benevolo Asano Naganori, che lo adottò quando era poco più che un ragazzino. Prova un amore reciproco con Mika, la figlia di Asano, nonostante il giovane non sia molto considerato dai samurai del di lei padre data la sua discendenza di sangue misto.

Prima di essere ricevuto dallo Shōgun, Tokugawa Tsunayoshi, Asano viene visitato dal maestro delle cerimonie dello Shōgun, un certo Lord Kira, che vuole prendersi il dominio di Akō per sé. Kira si serve dell'aiuto di una kitsune mutaforma di nome Mizuki, la quale manda un Kirin (un drago di fulmini) a uccidere Asano nella foresta della regione. Asano e i suoi samurai combattono duramente contro il mostro, che verrà poi ucciso da Kai. Durante la visita dello shōgun Kai riconosce Mizuki, grazie al colore degli occhi, come la volpe bianca incontrata nel bosco. Successivamente Kai tenterà invano di avvertire Kuranosuke Oishi, principale consigliere di Asano del pericolo.

Più tardi, Kira propone un duello per il diletto dello Shōgun, tra il suo migliore guerriero, un Samurai Golem gigante, contro un guerriero a scelta di Asano, ma prima che il duello inizi, Mizuki usa la sua magia per mettere fuori gioco il campione di Asano, al che Kai indossa in gran segreto la sua armatura, combatte al suo posto, perde il duello e il suo travestimento viene scoperto: lo Shōgun lo condanna a essere malmenato. Quella stessa notte, Asano, colpito da una nuova stregoneria di Mizuki, vede Kira stuprare sua figlia Mika, e preso dall'ira attacca un Kira disarmato; rinsavitosi, viene subito scoperto dalle guardie, e viene condannato a morte tramite il seppuku. Il suo dominio di Akō viene concesso dallo Shōgun a lord Kira, il quale ottiene anche la mano di Mika, che sposerà dopo un anno di pianto. Lo stesso Shōgun esilia Oishi e i suoi uomini, riducendoli a rōnin, proibendoli di vendicare la morte di Asano. Per assicurarsi che i rōnin non interferiscano con i suoi piani, Kira imprigiona Oishi in una fossa, nel tentativo di distruggere il suo spirito.

Passa quasi un anno, e Oishi viene liberato dagli uomini di Kira, da cui viene a sapere del tradimento del loro signore, il quale ha usato la stregoneria di Mizuki per provocare la caduta di Asano; si riunisce così alla sua famiglia, e chiede al figlio Chikara di aiutarlo a riunire i rōnin dispersi, tra cui Kai, che è stato tratto come schiavo nella colonia olandese di Dejima e costretto a combattere come tale nelle prigioni di combattimento, finché non viene salvato da Oishi in persona. Riconoscente, Kai lo porta nella Foresta dei Tengu, un luogo mistico da cui fuggì quando era bambino, e dove dovrebbero recuperare delle spade abbastanza potenti da sconfiggere la strega, e gli consiglia di non estrarre mai la sua spada finché si trova nel tempio dei Tengu. Mentre Oishi supera appena l'ingresso, Kai entra nel cuore del tempio, dove si ritrova faccia a faccia con Lord Tengu, suo antico maestro delle sue arti marziali. Mentre Kai e Tengu si affrontano in una battaglia di volontà, Oishi vede, in un'illusione, i suoi uomini che vengono trucidati dai Tengu, ma riesce a resistere alla tentazione di estrarre la sua spada. Sia Kai che Oishi riescono nei loro compiti, e Lord Tengu dona le sue spade ai due e a tutti i rōnin che li seguono.

Confidando nelle loro nuove armi, i rōnin pianificano un attacco contro Kira, che si trova in pellegrinaggio in un santuario dove cerca una benedizione per il matrimonio con Mika, ma la processione si rivela una trappola, e i rōnin sono decimati dalla trappola ordita da Mizuki. Questa, credendoli tutti morti, prende la spada di Oishi e la presenta a Kira come trofeo, per poi deridere Mika delle morti dei rōnin e tentare di provocare il suo suicidio. Oishi e Kai, sopravvissuti, riuniscono i rōnin superstiti per vendicarsi. Giunti al castello di Kira, Oishi, Kai e metà dei rōnin si travestono da musicisti, e distraggono gli uomini di Kira permettendo ai rōnin di scalare le mura del castello e riunirsi con i compagni; tutti insieme, i rōnin attaccano l'esercito di Kira, facendone strage. Mentre Oishi combatte contro Kira, Kai e Mika vengono attaccati da Mizuki, che si trasforma in un drago. Kai usa la sua spada e i mistici poteri dei Tengu per ucciderla, mentre Oishi uccide e decapita Kira, mostrandone la testa mozzata ai suoi uomini, che si arrendono alla vista del loro signore morto.

Dopo la vittoria, tutti i rōnin, tra cui Kai e Oishi, si arrendono all'autorità dello Shōgun, che li condanna a morte in quanto hanno apertamente violato il suo divieto di vendicare Asano, ma, sapendo che hanno seguito i principi del codice del Bushido nelle loro azioni, li ritratta come samurai e concede loro una morte tramite il seppuku, e l'onore di essere sepolti con il loro maestro Asano. In seguito, lo Shōgun restituisce Akō a Mika e Chikara, perché entrambi possano mantenere i legami di sangue di Oishi per le generazioni a venire.

La frase di chiusura che avviene prima dei crediti informa della tradizione giapponese di dare i loro rispetti ai 47 rōnin, tradizione che continua ogni anno il 14 dicembre.

ProduzioneModifica

Lo sviluppo del film iniziò nel dicembre del 2008, quando la Universal Pictures annunciò di aver ingaggiato l'attore Keanu Reeves per interpretare il ruolo del protagonista e di aver affidato il compito di scrivere la sceneggiatura a Chris Morgan, già sceneggiatore di Wanted - Scegli il tuo destino e di alcuni film della serie di Fast and Furious.[2] Fin dall'inizio della produzione era stato deciso che il film avrebbe raccontato una versione adattata della vicenda dei quarantasette Rōnin, unendo ad elementi storici anche elementi tipici del fantasy e scene di battaglie in stile Il gladiatore.[2] Sempre nello stesso periodo la Universal affidò inoltre il compito di produttore a Scott Stuber e quello di produttore esecutivo a Walter Hamada e Chris Fenton.[2]

Nel novembre del 2009 il regista esordiente Carl Rinsch venne ingaggiato per dirigere il film, che rappresenta il suo esordio alla regia di un lungometraggio.[3] Il 9 dicembre 2010 Universal Pictures annunciò che il film sarebbe stato prodotto e distribuito in formato 3D.[4] Il budget del film venne fissato dalla Universal Pictures a 170 milioni di dollari.[5] L'accoglienza negli Stati Uniti fu fredda. Chiuse ai botteghini in calo di almeno 100 milioni di dollari portando la Universal a chiudere in rosso il bilancio di quell'anno.[6]

CastingModifica

Nel marzo del 2011 vennero aggiunti al cast, accanto al già confermato Keanu Reeves, quattro attori giapponesi, ossia Hiroyuki Sanada, Kou Shibasaki, Tadanobu Asano e Rinko Kikuchi, rispettivamente nei ruoli del capoclan dei samurai Kuranosuke Oishi, della figlia del daimyō dei quarantasette Rōnin e amante di Kai, Mika, di Lord Kira e di Mizuki, una donna agli ordini di Lord Kira.[7][8] Il successivo 14 aprile si unì al cast anche Jin Akanishi nel ruolo di Chikara Oishi, il figlio di Kuranosuke Oishi.[9]

RipreseModifica

Le riprese del film iniziarono il 14 marzo 2011 a Budapest.[5][10] Dopo trentaquattro giorni di riprese in Ungheria, le riprese si spostarono agli Shepperton Studios di Londra.[11][12]

CostumiModifica

I costumi vennero curati da Penny Rose, già costumista di pellicole come Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma, Svalvolati on the road, Prince of Persia - Le sabbie del tempo, Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo, Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare e The Lone Ranger.[13][14] La Rose dichiarò di aver realizzato ogni costume personalizzandolo a seconda del background del personaggio e che nonostante tutti nel film indossino un kimono si era basata sulla cultura e sulle forme che essi avrebbero dovuto prendere.[14]

DistribuzioneModifica

Il primo trailer del film è stato distribuito online il 24 luglio 2013[15], seguito il 6 agosto da quello italiano.[16]

Il film doveva essere distribuito nei cinema statunitensi a partire dal 21 novembre 2012,[17] ma dopo essere stata spostata al successivo 8 febbraio,[18] la Universal Pictures decise di fissare la data di uscita al 25 dicembre 2013.[19] In Italia è stato distribuito dal 13 marzo 2014.[20][21]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film è stato un flop economico. Costato 175 milioni di dollari, il film ne ha incassati 38 in Stati Uniti e Canada e 113 nel resto del mondo, per un totale di 151 milioni di dollari.[22] La rivista Variety elencò il film tra i maggiori fallimenti commerciali di Hollywood del 2013.[23]

CriticaModifica

Oltre al flop al botteghino, 47 Ronin ha ricevuto recensioni generalmente negative da parte della critica.[24] Sul sito aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film detiene un 15% di gradimento basato su 81 recensioni professionali, con un voto medio di 4,2 su 10; il consenso critico del sito recita:"47 Ronin è un'avventura fantasy sorprendentemente noiosa, che lascia il suo talentuoso cast internazionale bloccato all'interno di ruoli monodimensionali".[25] Su Metacritic il film detiene un punteggio del 29 su 100 basato sul parere di 21 critici, indicando "recensioni generalmente sfavorevoli".[26]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Geoff Boucher, Keanu Reeves and ’47 Ronin’ search for ‘honor, revenge and impossible love’, in Los Angeles Times, 24 maggio 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  2. ^ a b c (EN) Michael Fleming, Keanu Reeves to lead ’47 Ronin’, in Variety, 8 dicembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Michael Fleming, Universal circles Rinsch for ’47 Ronin’, in Variety, 17 novembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2013.
  4. ^ (EN) 47 Ronin Goes 3D, in comingsoon.net, 9 dicembre 2010. URL consultato il 25 luglio 2013.
  5. ^ a b (EN) Jay A. Fernandez, Why the Studios Are Trusting Untested Directors for Major Jobs, in The Hollywood Reporter, 18 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  6. ^ Incassi, su boxofficemojo.com.
  7. ^ (EN) Justin Kroll, Four Japanese actors join ’47 Ronin’, in Variety, 1º marzo 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  8. ^ Domenico Majorana, Un cast giapponese d'eccezione per 47 Ronin, in badtaste.it, 2 marzo 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  9. ^ (EN) Lauren Pang, Jin Akanishi set to star in 47 Ronin, in Asia Pacific Arts, 14 aprile 2011. URL consultato il 25 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2014).
  10. ^ (EN) Brian Gallagher, 47 Ronin Starts Shooting March 14, in movieweb.com, 1º marzo 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  11. ^ Simone Rovellini, Keanu Reeves parla di 47 Ronin, in badtaste.it, 26 maggio 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  12. ^ (EN) Nick Goundry, 47 Ronin brings 18th Century Japan and Keanu Reeves to Shepperton Studios, in thelocationguide.com, 7 giugno 2011. URL consultato il 25 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2014).
  13. ^ (EN) Scheda di Penny Rose sull'Imdb, su imdb.com. URL consultato il 25 luglio 2013.
  14. ^ a b (EN) Staff di Variety, Costume Designers, in Variety, 28 luglio 2011. URL consultato il 25 luglio 2013.
  15. ^ (EN) The Deadline Team, Hot Trailer: ‘47 Ronin’, in deadline.com, 24 luglio 2013. URL consultato il 25 luglio 2013.
  16. ^ Il Samurai Keanu Reeves nel trailer italiano di 47 Ronin, ScreenWeek Blog.
  17. ^ (EN) Pamela McClintock, Universal set 2012 schedule, in Variety, 29 ottobre 2010. URL consultato il 25 luglio 2013.
  18. ^ (EN) Borys Kit, Universal Pushes Back Keanu Reeves' '47 Ronin', in The Hollywood Reporter, 25 aprile 2012. URL consultato il 25 luglio 2013.
  19. ^ (EN) Adam Chitwood, KICK-ASS 2 Set for June 28, 2013 Release; 47 RONIN Pushed to Christmas 2013, JURASSIC PARK 3D Moves to April 2013, New Dates for R.I.P.D., 2 GUNS and More, in collider.com, 15 agosto 2012. URL consultato il 25 luglio 2013.
  20. ^ 47 Ronin: nuovo trailer italiano, clip, foto, video dal set e un corto d'animazione prequel del film, cineblog. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  21. ^ 47 Ronin, comingsoon.it. URL consultato il 1º maggio 2014.
  22. ^ [1]
  23. ^ Hollywood’s Biggest Box Office Bombs of 2013, su variety.com.
  24. ^ Japan Unbowed by ’47 Ronin’, su blogs.wsj.com.
  25. ^ 47 Ronin (2013), su Rotten Tomatoes.
  26. ^ 47 Ronin, su Metacritic.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema