500 Miglia di Indianapolis 1950

corsa automobilistica
Stati Uniti 500 Miglia di Indianapolis 1950
GP del Mondiale di Formula 1
Gara 3 di 7 del Campionato 1950
Indianapolis Motor Speedway - Speedway.svg
Data 30 maggio 1950
Nome ufficiale 34th International 500-Mile Sweepstakes
Luogo Indianapolis Motor Speedway
Percorso 4,023 km / 2,499 US mi
Pista permanente
Distanza 138[1] giri, 555,174 km/ 344,968 US mi
Clima Nuvoloso, pioggia
Note Gara interrotta per forte pioggia al 138º giro
Risultati
Pole position Giro più veloce
Stati Uniti Walt Faulkner Stati Uniti Johnnie Parsons
Kurtis Kraft-Offenhauser in 4'27"97 Kurtis Kraft-Offenhauser in 1'09"77
Podio
1. Stati Uniti Johnnie Parsons
Kurtis Kraft-Offenhauser
2. Stati Uniti Bill Holland
Deidt-Offenhauser
3. Stati Uniti Mauri Rose
Deidt-Offenhauser

La 500 Miglia di Indianapolis 1950 è stata la seconda prova della stagione 1950 della American Championship car racing e inclusa come terza prova nella stagione 1950 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è tenuta martedì 30 maggio sull'ovale dell'Indianapolis Motor Speedway ed è stata vinta dallo statunitense Johnnie Parsons su Kurtis Kraft-Offenhauser, al settimo successo in carriera nella American Championship car racing e al primo in Formula 1; Parsons all'arrivo ha preceduto i connazionali Bill Holland e Mauri Rose, entrambi su Deidt-Offenhauser.

VigiliaModifica

Aspetti tecniciModifica

La 500 Miglia di Indianapolis si svolge sull'ovale dell'Indianapolis Motor Speedway, un circuito lungo 2,5 mi (4 023 m) da percorrere, in senso antiorario, 200 volte per raggiungere le 500 miglia prestabilite. Il tracciato possiede 4 curve, tutte a sinistra, caratterizzate da una pendenza di 9,2°.[2]

Diversamente dagli altri Gran Premi del campionato mondiale di Formula 1, nei quali si corre con motori sovralimentati da 1500 cm³ o aspirati da 4500, la 500 Miglia di Indianapolis si corre con un regolamento che, per quanto concerne la motorizzazione delle vetture, segue quelli della Formula Grand Prix del 1921: le auto devono infatti montare motori sovralimentati da 1500 cm³ o aspirati da 3000.

Aspetti sportiviModifica

La gara rappresenta il terzo appuntamento stagionale a distanza di una settimana dalla disputa del Gran Premio di Monaco, seconda gara del campionato. Svolto in America, si tratta dell'unico evento del calendario mondiale che si disputa fuori dall'Europa.

I piloti europei disertarono in massa il principale appuntamento motoristico statunitense. Di italiano era presente soltanto il telaio della Maserati 8CTF in cinque scuderie con piloti, tra gli altri, Henry Banks e Spider Webb, e la Alfa Romeo con la propria vettura Tipo 308 guidata da Johnny Mauro, che non oltrepassò le sessioni di qualifiche, che videro anche un incidente accaduto al pilota Hal Cole.

Il parco partenti era notevole, composto da 74 iscritti dei quali ben 41 vennero eliminati dalla corsa. La griglia di partenza era composta da undici file di tre piloti ciascuno.

QualificheModifica

RisultatiModifica

Nella sessione di qualifica[3][4] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Griglia
1 98   Walt Faulkner   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'27"97 1
2 28   Fred Agabashian   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'31"10 2
3 31   Mauri Rose   Deidt-Offenhauser 4'32"07 3
4 5   George Connor   Lesovsky-Offenhauser 4'32"39 4
5 1   Johnnie Parsons   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'32"43 5
6 49   Jack McGrath   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'33"00 6
7 69   Duke Dinsmore   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'34"67 7
8 14   Tony Bettenhausen   Deidt-Offenhauser 4'34"92 8
9 17   Joie Chitwood   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'35"32 9
10 3   Bill Holland   Deidt-Offenhauser 4'35"90 10
11 59   Pat Flaherty   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'37"76 11
12 54   Cecil Green   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'30"86 12
13 18   Duane Carter   Stevens-Offenhauser 4'33"42 13
14 21   Spider Webb   Maserati-Offenhauser 4'37"46 14
15 81   Jerry Hoyt   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'37"95 15
16 2   Myron Fohr   Marchese-Offenhauser 4'33"32 16
17 24   Bayliss Levrett   Adams-Offenhauser 4'34"43 17
18 45   Dick Rathmann   Watson-Offenhauser 4'34"96 18
19 7   Paul Russo   Nichels-Offenhauser 4'35"25 19
20 4   Walt Brown   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'35"96 20
21 12   Henry Banks   Maserati-Offenhauser 4'37"68 21
22 67   Bill Schindler   Snowberger-Offenhauser 4'31"31 22
23 8   Lee Wallard   Moore-Offenhauser 4'31"83 23
24 55   Troy Ruttman   Lesovsky-Offenhauser 4'32"91 24
25 23   Sam Hanks   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'33"57 25
26 15   Mack Hellings   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'35"32 26
27 22   Jimmy Davies   Ewing-Offenhauser 4'36"07 27
28 76   Jim Rathmann   Wetteroth-Offenhauser 4'37"01 28
29 27   Walt Ader   Rae-Offenhauser 4'37"05 29
30 77   Jackie Holmes   Olson-Offenhauser 4'37"57 30
31 75   Gene Hartley   Langley-Offenhauser 4'38"61 31
32 61   Jimmy Jackson   Kurtis Kraft-Cummins 4'38"62 32
33 62   Johnny McDowell   Kurtis Kraft-Offenhauser 4'37"58 33
Vetture non qualificate
NQ 9   Andy Linden   Bromme-Offenhauser
NQ 10   Bill Vukovich   Maserati
NQ 10   Hal Cole   Kurtis Kraft-Offenhauser
NQ 16   Ted Duncan   Kurtis Kraft-Offenhauser
NQ 19   Ralph Pratt   Bardazon-Offenhauser
NQ 25   Johnny Mauro   Alfa Romeo
NQ 26   George Fonder   Deidt-Sparks
NQ 29   Charles Van Acker   Stevens-Offenhauser
NQ 33   Joel Thorne   Kurtis Kraft-Sparks
NQ 34   Johnny Fedricks   Kupiec-Offenhauser
NQ 36   George Lynch   Snowberger-Offenhauser
NQ 38   Duke Nalon   Kurtis Kraft-Novi
NQ 39   Danny Kladis   Maserati
NQ 41   Milt Fankhouser   Stevens-Offenhauser
NQ 43   Chet Miller   Kurtis Kraft-Novi
NQ 44   Bill Cantrell   Kurtis Kraft-Offenhauser
NQ 47   Ralph Pratt   Gdula-Offenhauser
NQ 51   Mark Light   Stevens-Offenhauser
NQ 52   Mark Light   Meyer-Offenhauser
NQ 58   Billy Devore   Scopa-Offenhauser
NQ 63   Joe James   Kurtis Kraft-Offenhauser
NQ 64   Bob Sweikert   Wetteroth-Offenhauser
NQ 65   Marvin Burke   Kurtis Kraft-Duray
NQ 74   Carl Forberg   Miller-Offenhauser
NQ 78   Cy Marshall   Miller
NQ 79   Chuck Leighton   Cantarano-Wayne
NQ 82   Joe James   Weidel-Mercury
NQ 83   Al Miller   Miller
NQ 84   Mike Burch   Miller-Offenhauser
NQ 85   Manuel Ayulo   Maserati-Offenhauser
NQ 87   Bill Vukovich   Rounds Rocket-Offenhauser
NQ 99   Kenny Eaton   Kurtis Kraft-Offenhauser

GaraModifica

ResocontoModifica

 
La vettura vincitrice

La gara, originariamente sulla distanza di 200 giri per 500 miglia, venne interrotta al 138º giro a causa di una pioggia torrenziale e non più ripresa. Johnnie Parsons vinse la gara al secondo tentativo personale nel celebre ovale, precedendo Bill Holland e Mauri Rose, e divenne uno dei tre soli vincitori di un Gran Premio di Formula 1 da debuttante, assieme a Nino Farina, il quale vinse il Gran Premio di Gran Bretagna 1950, e a Giancarlo Baghetti, il quale vincerà il Gran Premio di Francia 1961.[5] Andarono a punti anche Cecil Green, Joie Chitwood e Tony Bettenhausen, ma nessuno di questi, nel prosieguo della stagione, verrà in Europa a gareggiare in Formula 1.

Parsons sale temporaneamente in testa alla classifica del mondiale di Formula 1 a pari punti con Nino Farina e Juan Manuel Fangio.

RisultatiModifica

I risultati del Gran Premio[6] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1   Johnnie Parsons   Kurtis Kraft-Offenhauser 138 2h 46'55"97 5 9
2 3   Bill Holland   Deidt-Offenhauser 137 + 1 giro 10 6
3 31   Mauri Rose   Deidt-Offenhauser 137 + 1 giro 3 4
4 54   Cecil Green   Kurtis Kraft-Offenhauser 137 + 1 giro 12 3
5 17   Joie Chitwood
  Tony Bettenhausen
  Kurtis Kraft-Offenhauser 136 + 2 giri 9 1
1
6 8   Lee Wallard   Moore-Offenhauser 136 + 2 giri 23
7 98   Walt Faulkner   Kurtis Kraft-Offenhauser 135 + 3 giri 1
8 5   George Connor   Lesovsky-Offenhauser 135 + 3 giri 4
9 7   Paul Russo   Nichels-Offenhauser 135 + 3 giri 19
10 59   Pat Flaherty   Kurtis Kraft-Offenhauser 135 + 3 giri 11
11 2   Myron Fohr   Marchese-Offenhauser 133 + 5 giri 16
12 18   Duane Carter   Stevens-Offenhauser 133 + 5 giri 13
13 15   Mack Hellings   Kurtis Kraft-Offenhauser 132 + 6 giri 26
14 49   Jack McGrath   Kurtis Kraft-Offenhauser 131 Testacoda 6
15 55   Troy Ruttman   Lesovsky-Offenhauser 130 + 8 giri 24
16 75   Gene Hartley   Langley-Offenhauser 128 + 10 giri 31
17 22   Jimmy Davies   Ewing-Offenhauser 128 + 10 giri 27
18 62   Johnny McDowell   Kurtis Kraft-Offenhauser 128 + 10 giri 33
19 4   Walt Brown   Kurtis Kraft-Offenhauser 127 + 11 giri 20
20 21   Spider Webb   Maserati-Offenhauser 126 + 12 giri 14
21 81   Jerry Hoyt   Kurtis Kraft-Offenhauser 125 + 13 giri 15
22 27   Walt Ader   Rae-Offenhauser 123 + 15 giri 29
23 77   Jackie Holmes   Olson-Offenhauser 123 Testacoda 30
24 76   Jim Rathmann   Wetteroth-Offenhauser 122 + 16 giri 28
25 12   Henry Banks   Maserati-Offenhauser 112 Perdita d'olio 21
26 67   Bill Schindler   Snowberger-Offenhauser 111 Trasmissione 22
27 24   Bayliss Levrett
  Bill Cantrell
  Adams-Offenhauser 108 Pressione dell'olio 17
28 28   Fred Agabashian   Kurtis Kraft-Offenhauser 64 Perdita d'olio 2
29 61   Jimmy Jackson   Kurtis Kraft-Cummins 52 Compressore 32
30 23   Sam Hanks   Kurtis Kraft-Offenhauser 42 Pressione dell'olio 25
31 14   Tony Bettenhausen   Deidt-Offenhauser 30 Ruota allentata 8
32 45   Dick Rathmann   Watson-Offenhauser 25 Spegnimento 18
33 69   Duke Dinsmore   Kurtis Kraft-Offenhauser 10 Perdita d'olio 7

Johnnie Parsons riceve un punto addizionale per aver segnato il giro più veloce della gara.

Classifica mondialeModifica

Pos Pilota Punti
1   Nino Farina 9
=   Juan Manuel Fangio 9
=   Johnnie Parsons 9
4   Bill Holland 6
=   Luigi Fagioli 6
=   Alberto Ascari 6
7   Mauri Rose 4
=   Reg Parnell 4
=   Louis Chiron 4
10   Cecil Green 3
=   Raymond Sommer 3
=   Yves Giraud-Cabantous 3
13   Louis Rosier 2
=   Prince Bira 2
15   Joe Chitwood 1
=   Tony Betthenausen 1

NoteModifica

  1. ^ La gara, prevista su 200 giri, pari a 500 mi (804,6 km), è stata completa per 138 giri, pari a 344,968 mi (555,174 km), per forte pioggia, cfr. (EN) Indianapolis 500 Rain Postponements, su indianapolismotorspeedway.com. URL consultato il 1º giugno 2022.
  2. ^ (EN) Indianapolis Motor Speedway, su racingcircuits.info. URL consultato il 23 maggio 2022.
  3. ^ Sessione di qualifica
  4. ^ (EN) Formula One 1950 Indianapolis 500 Classification - Qualifying, su motorsportstats.com. URL consultato il 26 maggio 2022.
  5. ^ (FR) Statistiques Pilotes-Victoires-Grand Prix disputés avant, su statsf1.com. URL consultato il 5 luglio 2022.
  6. ^ Risultati del Gran Premio

Altri progettiModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1950
             
   

Edizione precedente:
1949
500 Miglia di Indianapolis Edizione successiva:
1951
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1