6 gradi di separazione

film del 1993 diretto da Fred Schepisi
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la teoria sociologica, vedi Sei gradi di separazione.
6 gradi di separazione
6 gradi di separazionе.png
Flan Kittredge (Donald Sutherland) e Paul (Will Smith) di fronte al dipinto Macchia nera I di Kandinskij
Titolo originaleSix Degrees of Separation
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1993
Durata112 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico
RegiaFred Schepisi
SoggettoJohn Guare (opera teatrale)
SceneggiaturaJohn Guare
ProduttoreFred Schepisi, Arnon Milchan
Produttore esecutivoRic Kidney
Casa di produzioneMaiden Movies, New Regency
Distribuzione in italianoUnited International Pictures
FotografiaIan Baker
MontaggioPeter Honess
MusicheJerry Goldsmith
ScenografiaPatrizia von Brandenstein
CostumiJudianna Makovsky
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

6 gradi di separazione (Six Degrees of Separation) è un film del 1993 diretto da Fred Schepisi.

Il film è tratto dall'omonima opera teatrale di John Guare, anche autore della sceneggiatura, a sua volta ispirata ad un episodio della vita del truffatore David Hampton. Il titolo fa riferimento alla teoria dei sei gradi di separazione.

TramaModifica

«In fondo non ci ha imbrogliato: gli abbiamo creduto per qualche ora... E noi lo facciamo diventare un aneddoto, da raccontare a pranzo! Come stiamo facendo adesso... Ma è stata un'esperienza, e non lo farò diventare un aneddoto!»

(Ouisa Kittredge)

Louisa "Ouisa" e Flan Kittredge, ricchi mercanti d'arte di New York, si trovano una notte a dover prestare aiuto a Paul, un giovane che si presenta loro come figlio di Sidney Poitier, e amico dei loro figli a Harvard.

I due gli offrono un letto per la notte, e durante la serata lui li incanta preparando loro una deliziosa cena e sostenendo argomentazioni ardite e coinvolgenti. Il mattino seguente scoprono che lui non è quello che sembra.

Le loro investigazioni sono intriganti e li portano a rivalutare le proprie vite. L'esperienza, che assumerà contorni via via più inquietanti, diventerà l'aneddoto che terrà banco a una festa di matrimonio e a una serie di cene successive, in cui emergeranno episodi analoghi successi anche ad altre persone.

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi da Metro-Goldwyn-Mayer a partire dall'8 dicembre 1993.[1]

In Italia è stato distribuito da UIP - United International Pictures a partire dal 30 marzo 1995.[2]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film, costato 15 milioni di dollari,[3] ne incassò 6,4 milioni negli Stati Uniti.[4]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Janet Maslin, Review/Film: Six Degrees of Separation; John Guare's 'Six Degrees,' on Art And Life Stories, Real and Fake, in The New York Times, 8 dicembre 1993. URL consultato il 7 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2016).
  2. ^ 6 gradi di separazione, su MyMovies.it. URL consultato il 21 maggio 2020.
  3. ^ (EN) Gene A. Plunka, The Black Comedy of John Guare, Newark, University of Delaware Press, 2002, p. 188, ISBN 9780874137637.
  4. ^ (EN) 6 gradi di separazione, su Box Office Mojo, Amazon.com. URL consultato il 21 maggio 2020.  
  5. ^ (EN) The 66th Academy Awards (1994) Nominees and Winners, su oscars.org. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  6. ^ (EN) David Fox, 'Schindler,' 'Piano' Head Globe List, in Los Angeles Times, 23 dicembre 1993. URL consultato il 14 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema