Apri il menu principale

AF Firenze Calcio a 5

AF Firenze Calcio a 5 A.S.D.
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Logo AF Firenze C5.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg Bianco-Rosso
Dati societari
Confederazione UEFA
Paese Italia Italia
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Città Firenze
Fondazione 1988
Rifondazione 1999
Presidente Luca Mondì
Allenatore Simone Grisolini
Palmarès
Impianto
Palazzetto dello Sport del Filarete
Contatti
Via C. Maccari, 104, Firenze
www.firenzec5.it

L'Associazione Sportiva Dilettantistica AF Firenze Calcio a 5 è una squadra italiana di calcio a 5 con sede a Firenze.

StoriaModifica

Le originiModifica

La società nasce nel 1988 quando un gruppo di amici che abitava nello stesso palazzo decide di partecipare al torneo di calcio a 5 da disputarsi sull'asfalto della piazza dell'Isolotto in Firenze. Il "Bar Brasilia", ubicato anch'esso nello stesso palazzo, tiene a battesimo la squadra dandole il proprio nome e diventandone il primo sponsor. Il Torneo viene vinto per due anni consecutivi convincendo il gruppo di amici, grazie anche al sostegno economico dell'imprenditore Andrea Rosso (per molti anni in seguito presidente della squadra), ad iscrivere la squadra alla FIGC. Dopo una prima stagione di studio, nel 1989-90 il Brasilia vince il proprio girone del campionato regionale, venendo però sconfitta nei play-off per accedere alla Serie B nazionale. La stagione successiva giunge seconda alle spalle dell'Asciano ma in virtù della riorganizzazione dei campionati operata dalla FIGC, è a sua volta promossa in serie B. Durante l'estate la squadra viene attrezzata per affrontare l'impegnativo campionato grazie all'innesto di molti giocatori provenienti dal Principe, tra cui spicca un giovane Marco Lo Conte che negli anni seguenti diventerà il giocatore simbolo della disciplina a Firenze. Dopo qualche problema iniziale di amalgama, la squadra entra nella dimensione della categoria e conclude il campionato al settimo posto nel girone stavinto dal Pescara di Aldo di Pietro. La stagione seguente la squadra giunge decima mentre nel 1993-94 addirittura tredicesima, retrocedendo in serie C1.

Gli anni d'oroModifica

La squadra riparte nei campionati regionali con una formazione completamente rinnovata e ringiovanita che al terzo tentativo raggiunge la promozione vincendo il proprio girone. La società, che nel frattempo ha assunto la denominazione AF Firenze Calcio a 5 e cambiato i propri colori dal verdeoro al tradizionale biancorosso della città, si presenta in serie B con una rosa importante e un progetto triennale per conquistare la massima serie. Già nelle amichevoli estive la squadra mette in mostra il suo potenziale, sconfiggendo due società di serie A (Genzano e Prato) e pareggiando con la Lazio che a fine stagione si laureerà campione d'Italia. Il campionato conferma il valore della squadra, che trascinata dal giovane difensore sloveno Milivoje Simeunovic infila 22 vittorie consecutive, stabilendo il nuovo record nei campionati nazionali. Anche la città di Firenze comincia ad accorgersi della squadra di Andrea Rosso: l'affluenza al PalaSport aumenta e le partite sono trasmesse sia in radio che in televisione dalle emittenti locali. In virtù della seconda riforma dei campionati FIGC, per festeggiare la promozione nella massima serie bisogna tuttavia attendere lo spareggio con il Cesana vincitore del girone A: dopo il pareggio in rimonta colto a Torino, al ritorno i 1.600 tifosi presenti sugli spalti spingono il Firenze alla vittoria e quindi alla promozione in serie A. La vittoria dello spareggio dà diritto ai fiorentini di partecipare tre giorni dopo ai play-off scudetto ma la squadra, non ancora ripresasi dall'euforia, viene subito eliminata dal Petrarca. Per l'esordio in serie A la società consegna all'allenatore Marcuccitti una formazione ulteriormente rinforzata dagli arrivi di David Calabria e Simone Giuliani dal Torino, Rosario Scalìa dal Palermo, Giuliano Di Giosio dal Prato e degli abruzzesi Mondazzi e Di Federico. Sono inoltre confermati i protagonisti della trionfale cavalcata in serie B ovvero Lo Conte, Matrisciano, Simeunovic, Lombardo, Nicolini e Colella. La prima parte della stagione è positivo: la squadra termina il girone di andata al settimo posto togliendosi pure la soddisfazione di battere la blasonata BNL e di imporsi nel derby contro il Prato. Nel mercato invernale Scalìa fa ritorno in Sicilia, sostituito dal nazionale argentino Diego Giustozzi acquistato con l'obiettivo di centrare i play-off. La squadra tuttavia è falcidiata dagli infortuni: Di Giosio, Lombardo e lo stesso Giustozzi che giocherà appena tre partite prima di subire la lesione del legamento crociato e concludere anticipatamente la stagione. La flessione nei risultati porta la squadra a giocarsi la salvezza ai play-out, nei quali è però sconfitta dall'Afragola.

La rifondazioneModifica

La retrocessione in Serie A2 allontana tutti gli sponsor dalla società, che persa buona parte della dirigenza nonché lo storico patron Rosso, rischia di sparire dal panorama del calcio a 5. Dopo un'estate travagliata prende corpo la decisione di rinunciare a categorie economicamente troppo dispendiose e ripartire dalle serie minori. Promotori dell'operazione sono Di Giosio, nel frattempo accasatosi ad Augusta, Matrisciano ed Emiliana Rosso. A questi si aggiungono subito Michele Scapicchio, il professor Filippini e l'ormai bandiera storica Marco Lo Conte.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'AF Firenze C5
  • 1987 · Fondazione del Brasilia Calcetto.
  • 1987-88 · Attività amatoriale.
  • 1988 · Affiliazione alla FIGC
  • 1988-89 · 7ª nel girone ? del campionato regionale.
  • 1989-90 · 1ª nel girone ? di Serie C.
Sconfitta nei play-off.

  • 1990-91 · 2ª nel girone ? di Serie C.   Promossa in Serie B.
  • 1991-92 · 7ª nel girone ? di Serie B.
  • 1992-93 · 10ª nel girone ? di Serie B.
  • 1993-94 · 15ª nel girone ? di Serie B.   Retrocessa in Serie C1.
  • 1994-95 · 12ª nel girone ? di Serie C1.
  • 1995-96 · 3ª nel girone ? di Serie C1.
  • 1996 · Assume la denominazione A.F. Firenze C5.
  • 1996-97 · 1ª nel girone A di Serie C1.   Promossa in Serie B.
Vincitrice play-off.
  • 1997-98 · 1ª nel girone B di Serie B.   Promossa in Serie A.
Vincitrice nello spareggio promozione contro il Cesana.
  • 1998-99 · 13ª in Serie A.   Retrocessa in Serie A2.
Sconfitta nei play-out dall'Afragola.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1999 · Rinuncia alla Serie A2 e iscrizione in Serie C2.
  • 1999-00 · 2ª nel girone ? di Serie C2.   Promossa in Serie C1.
Vincitrice play-off.
Finalista Coppa Toscana.

  • 2000-01 · 2ª in Serie C1.
Vincitrice della Coppa Italia regionale (1º titolo).
  • 2001-02 · 3ª in Serie C1.
  • 2002-03 · 5ª in Serie C1.
Vincitrice della Coppa Italia regionale (2º titolo).
  • 2003-04 · 2ª in Serie C1.
Semifinalista play-off nazionali.
Semifinalista di Coppa Italia regionale.
  • 2004-05 · 3ª in Serie C1. Ripescata in Serie B.
Finalista play-off nazionali.
Semifinalista di Coppa Italia regionale.
  • 2005-06 · 13ª nel girone B di Serie B.   Retrocessa in Serie C1.
Ottavi di finale di Coppa Italia di Serie B.
  • 2006-07 · 9ª in Serie C1.
Ottavi di finale di Coppa Italia regionale.
  • 2007-08 · 7ª in Serie C1.
3º turno di Coppa Italia regionale.
  • 2008-09 · 15ª in Serie C1.   Retrocessa in Serie C2.
Ottavi di finale di Coppa Italia regionale.
  • 2009-10 · 2ª nel girone B di Serie C2.   Promossa in Serie C1.
Vincitrice play-off.
Ottavi di finale di Coppa Italia regionale.

  • 2010-11 · 6ª in Serie C1.
3º turno di Coppa Italia regionale.
  • 2011-12 · 4ª in Serie C1.
Semifinalista play-off regionali.
Semifinalista di Coppa Italia regionale.
  • 2012-13 · 7ª in Serie C1.
Ottavi di finale di Coppa Italia regionale.
  • 2013-14 · 6ª in Serie C1.
Finalista di Coppa Italia regionale.
  • 2014-15 · 8ª in Serie C1.
Quarti di finale di Coppa Italia regionale.
  • 2015-16 · 4ª in Serie C1.
Semifinalista play-off regionale.
Finalista Coppa Italia regionale.
  • 2016-17 · 5ª in Serie C1.
Finalista play-off regionali.
  • 2017-18 · 13ª in Serie C1.   Retrocessa in Serie C2.
Sconfitta nei play-out dal La Sorba.
  • 2018-19 · 2ª nel girone B di Serie C2.   Promossa in Serie C1.
Promossa direttamente in virtù del divario di 10 punti dalla terza classificata.
1º turno della Coppa Toscana.

Statistiche e recordModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A 1 1998-1999 1
Serie B 4 1991-1992 1997-1998 4
Serie C 2 1989-1990 1990-1991 6
Serie C1 3 1994-1995 1996-1997
Serie B 1 2005-2006
Serie C1 16 2000-2001 2017-2018 16
Serie C2 3 1999-2000 2018-2019 3

Organigramma societarioModifica

Staff dell'area amministrativa
  • Presidente: Luca Mondì
  • Presidente onorario: Emiliana Rosso
  • Vice Presidente e Segretario: Ettore Timi
  • Addetto Stampa: Mauro Goretti
Staff dell'area tecnica
  • Allenatore: Simone Grisolini
  • Preparatore atletico: Francesco Coviello
  • Fisioterapista: Francesco Marcheselli