ANO 2011

partito politico ceco
ANO 2011
(CS) Akce Nespokojených Občanů - ANO 2011
ANO Logo.svg
LeaderAndrej Babiš
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
AbbreviazioneANO 2011 o ANO
Fondazione2012
IdeologiaLiberalismo conservatore
Partito pigliatutto
Populismo
CollocazioneCentro[1]/Centro-destra[2]
Partito europeoALDE
Gruppo parl. europeoRenew Europe
Seggi Camera
72 / 200
(2021)
Seggi Senato
5 / 81
Seggi Europarlamento
5 / 21
(2019)
Iscritti2 712 (2015)
Sito webwww.anobudelip.cz/

Azione dei Cittadini Insoddisfatti (in ceco Akce Nespokojených Občanů), generalmente noto con l'abbreviazione ANO 2011 (letteralmente SÌ 2011) è un partito politico ceco di orientamento liberal-conservatore e populista[3][4][5] fondato nel 2012 dal milionario Andrej Babiš.

È membro dell'ALDE.[6]

StoriaModifica

Il partito si presenta per la prima volta alle elezioni parlamentari del 2013, in cui ottiene il 18,7% dei voti e 47 deputati. Alle parlamentari del 2017 si attesta come la prima forza politica del Paese col 29,6% dei voti; Babiš diventa così Primo ministro.

Risultati elettoraliModifica

Elezione Voti % Seggi
Parlamentari 2013 927.240 18,66
47 / 200
Europee 2014 244.501 16,13
4 / 21
Parlamentari 2017 1.500.113 29,64
78 / 200
Europee 2019 502.343 21,19
5 / 21
Parlamentari 2021 1.458.151 27,13
72 / 200

NoteModifica

  1. ^ Babiš jede, strany od něj ale dávají ruce pryč - Novinky.cz, su novinky.cz. URL consultato il 6 aprile 2022.
  2. ^ (EN) Wolfram Nordsieck, Czech Republic, in Parties and Elections, 2013. URL consultato il 25 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  3. ^ Stijn van Kessel, Populist Parties in Europe: Agents of Discontent?, Palgrave Macmillan, 2015, p. 41, ISBN 978-1-137-41411-3.
  4. ^ E. Gene Frankland, Central and Eastern European Green Parties: Rise, fall and revival?, in Emilie van Haute (a cura di), Green Parties in Europe, Taylor & Francis, 2016, p. 104, ISBN 978-1-317-12453-5.
  5. ^ Ondřej Císař e Václav Štětka, Czech Republic: The Rise of Populism From the Fringes to the Mainstream, in Toril Aalberg, Frank Esser, Carsten Reinemann, Jesper Stromback e Claes De Vreese (a cura di), Populist Political Communication in Europe, Routledge, 2016, p. 287, ISBN 978-1-317-22474-7.
  6. ^ (EN) ALDE Party welcomes new member parties, su aldeparty.eu, 21 novembre 2014. URL consultato il 3 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).

Collegamenti esterniModifica