Apri il menu principale

Valorugby Emilia

club italiano di rugby a 15 di Reggio Emilia
(Reindirizzamento da ASD Rugby Reggio)
Valorugby Emilia
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Detentore della Coppa Italia Detentore della Coppa Italia
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori nero e rosso
Dati societari
Città Reggio Emilia
Paese Italia
Sede Via A. Assalini 7I, 42123 Reggio Emilia
Federazione Flag of Italy.svg  Federazione Italiana Rugby
Fondazione 1970
Storico nomi ASD Rugby Reggio
(1970-2018)
Valorugby Emilia
(2018-)
Presidente Enrico Grassi
Allenatore Roberto Manghi
Palmarès
Coppa Italia
1 Campionati serie A
1 Coppe Italia
Stadio
Reggio Emilia, Stadio Mirabello, 2010.jpg
Stadio Mirabello
(4 400 posti)
Informazioni aggiornate al 31 marzo 2019

Il Valorugby Emilia è un club italiano di rugby a 15 di Reggio nell'Emilia, che trova le sua fondamenta nella precedente società sportiva ASD Rugby Reggio, fondata nel 1970.

Dopo aver partecipato per tre anni in Eccellenza dal 2011 al 2014, nelle stagioni successive 2014-15 e 2015-16 ha militato nel campionato nazionale di serie A. Nella stagione 2015-16 vince il campionato di serie A aggiudicandosi la finale contro il Pro Recco per 33 a 5. Grazie alla promozione conquistata sul campo, dalla stagione 2016-17 torna a disputare l'Eccellenza, il massimo campionato italiano di rugby, nota come Conad Reggio per ragioni di sponsorizzazione legate al main sponsor Conad. Dal 2018 partecipa al campionato di TOP12 sotto la denominazione del nuovo assetto societario Valorugby Emilia.

Indice

Bacino di riferimentoModifica

La prima squadra è composta principalmente da giocatori del territorio, moltissimi emiliani provenienti principalmente da Reggio nell'Emilia e Parma, diversi dei quali cresciuti nel vivaio dei club.

StoriaModifica

Gli iniziModifica

Il Rugby Reggio nasce nel 1946 quando un gruppo di pionieri della palla ovale reggiana fonda la “Sempre Avanti”. Dopo sette anni la società si scioglie, ma nel 1960, per volontà di alcuni di quegli ex giocatori, tra i quali Ovilio Montanari, si ridà vita ad una nuova società che muove i primi passi sotto le insegne della U.S. La Torre, per acquisire nel 1970 l'effettiva autonomia con la denominazione di Società Sportiva “Rugby Reggio”.[1]

Anni settanta e ottantaModifica

Dopo alcune stagioni, verso la metà degli anni settanta, il club ottiene la promozione in Serie B, allora il secondo campionato nazionale. Nella stagione 1980-81, sotto la guida tecnica di Gian Battista Castagnetti, la squadra si laurea Campione d'Italia di Serie C. Il campionato era suddiviso in 7 gironi e le prime di ciascuno si sarebbero poi incontrate nella fase play-off. La finale che assegnava il titolo di campione d'Italia fu Reggio vs Montebelluna, disputata allo stadio Mario Battaglini di Rovigo e vinta con il punteggio di 4 a 3.[1]

Anni novantaModifica

Nella stagione 1993-94, con Gian Battista Castagnetti sulla panchina, la squadra ottiene la prima promozione dalla Serie B alla Serie A2, vincendo in finale a Pieve contro i veneti del Rugby Frassinelle guidati da Doro Quaglio. La successiva stagione 1994-95 è la prima stagione in Serie A2 della sua storia.[1]

Anni duemilaModifica

Nella stagione di Serie B 2000-01 ottiene nuovamente la promozione in Serie A alla quale partecipa nelle successive stagioni 2001-02, 2002-03, 2003-04. Dopo una breve crisi societaria nella stagione 2006-07 partecipa nuovamente al campionato di Serie A per poi essere retrocessa nuovamente in B due anni dopo. Nel 2009-10 viene promossa in Serie A2 per la stagione successiva. Nella stagione 2010-11 la formazione del Rugby Reggio, dopo aver conquistato la Serie A2 da neopromossa, mantiene l'imbattibilità nelle gare casalinghe conquistando con cinque giornate di anticipo la promozione in Serie A1. Durante i play-off che dalla Serie A1 portavano alla promozione in Eccellenza, il Rugby Reggio esce sconfitto dalla finale contro il Calvisano ma, vista la decisione maturata all'interno del GranDucato di non prendere parte al campionato d'Eccellenza per la stagione sportiva 2011-12 il Rugby Reggio, acquistando il loro titolo sportivo da quest'ultimo, ebbe il diritto di parteciparvi al suo posto.[1]

Eccellenza (dal 2011 al 2014)Modifica

Nella stagione 2011-12 il Reggio ha vinto entrambi i derby contro i Crociati e altre partite importanti; queste vittorie hanno portato al raggiungimento della salvezza alla penultima giornata sul campo del Mogliano. Nonostante la partita contro la squadra veneta, rivelazione del campionato, sia terminata con una sconfitta, i diavoli sono riusciti a raggiungere la salvezza matematica grazie alle sconfitte delle altre avversarie dirette. Nella stagione successiva 2012-13 raggiunge nuovamente la salvezza classificandosi al 10º posto davanti a Crociati e L’Aquila, quest'ultima retrocessa. Nella stagione 2013-14 il Rugby Reggio si classifica 10º, penultimo, davanti soltanto alla Capitolina e viene dunque retrocesso in Serie A. Nel Trofeo Eccellenza 2011-12 il Reggio conquista due storiche vittorie, la prima contro il Calvisano sconfitto tra le mura amiche della Canalina per 15-10, e la seconda contro Mogliano, battuto in trasferta 16-27.[1]

Il presenteModifica

Nella stagione 2014-15 i diavoli della Rugby Reggio partecipano al campionato italiano di Serie A. La prima squadra è nota anche come Conad Reggio per ragioni di sponsorizzazione legate al main sponsor Conad. Nella stagione successiva, dopo aver vinto quasi tutte le gare di campionato, la squadra si aggiudica anche i play-off promozione contro la Capitolina. Il 22 maggio a Viadana conquista il titolo di Campione d'Italia di Serie A, aggiudicandosi la finale contro il Pro Recco per 33 a 5 allo Stadio Luigi Zaffanella.[1]

Dalla stagione 2016-17 la squadra fa il suo ritorno in Eccellenza, grazie alla promozione conquistata sul campo l'anno precedente.[1]

Nel luglio del 2018 una nuovo assetto societario subentra ai 60 anni di storia della vecchia gestione del presidente Giorgio Bergonzi. La neonata Valorugby Emilia si pone di portare avanti il testimone dell'ex presidente con la mission di rilanciare il club con un progetto solido che guarda al futuro del club stesso, ma soprattutto a quello dei giovani e della loro valorizzazione, tenendo insieme crescita umana e risultati sportivi, mettendo in luce il valore sociale che il rugby ha per il territorio. Al timone della nuova Società gli esponenti di due importanti realtà imprenditoriali emiliane, la Elettric80 e la BEMA, aziende specializzate nel campo dell’automazione integrata. Il nuovo presidente è Enrico Grassi, imprenditore emiliano patron delle due società.

CronologiaModifica

Cronistoria del Valorugby Emilia
  • 1970 · Fondazione ufficiale dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Reggio
  • 1970-71 · Serie C
  • 1971-72 · Serie C
  • 1972-73 · Serie C
  • 1973-74 · Serie C
  • 1974-75 · Serie C
  • 1975-76 · Serie C
  • 1976-77 · Serie C
  • 1977-78 · Serie C
  • 1978-79 · Serie C
  • 1979-80 · Serie C

  • 1980-81 · 1ª in Serie C
    Campione d'Italia di Serie C
      promozione in Serie B
  • 1981-82 · Serie B
  • 1982-83 · Serie B
  • 1983-84 · Serie B
  • 1984-85 · Serie B
  • 1985-86 · Serie B
  • 1986-87 · Serie B
  • 1987-88 · Serie B
  • 1988-89 · Serie B
  • 1989-90 · Serie B

  • 1990-91 · Serie B
  • 1991-92 · Serie B
  • 1992-93 · Serie B
  • 1993-94 · Serie B
      promozione in Serie A2
  • 1994-95 · 4ª in Serie A2 gir.D
      retrocessione in Serie B
  • 1995-96 · Serie B
  • 1996-97 · Serie B
  • 1997-98 · Serie B
  • 1998-99 · Serie B
  • 1999-2000 · Serie B

  • 2000-01 · Serie B
      promozione in Serie A
  • 2001-02 · 5ª in Serie A
  • 2002-03 · 5ª in Serie A
  • 2003-04 · 4ª in Serie A gir.A
  • 2004 · Rifondazione del club
    Iscrizione in Serie C
  • 2004-05 · Serie C
      promozione in Serie B
  • 2005-06 · 2ª in Serie B gir.B
      promozione in Serie A
  • 2006-07 · 10ª in Serie A gir.A
    Inserita in Serie A2
  • 2007-08 · 10ª in Serie A2
      retrocessione in Serie B
  • 2008-09 · 2ª in Serie B gir.B
  • 2009-10 · 3ª in Serie B gir.B
      promozione in Serie A2

  • 2010-11 · 1ª in Serie A2
  • 2010 · estate: acquisisce il titolo sportivo del GranDucato
    Iscrizione in Eccellenza
  • 2011-12 · 7ª in Eccellenza
  • 2012-13 · 10ª in Eccellenza
  • 2013-14 · 10ª in Eccellenza
      retrocessione in Serie A
  • 2014-15 · 1ª in Serie A gir.1
  • 2015-16 · 1ª in Serie A gir.2
    Campione d'Italia di Serie A
      promozione in Eccellenza
  • 2016-17 · 7ª in Eccellenza
  • 2017-18 · 7ª in Eccellenza
  • 2018 · luglio: fondazione della nuova società Valorugby Emilia
  • 2018-19 · 4ª in TOP12
      Coppa Italia (1º titolo)

Rosa attuale (2018-19)Modifica

Avanti
PL   Dario Bordonaro
PL   Nico du Plessis
PL   Nicolò Quaranta
PL   Matteo Muccignat
PL   Marcos Gatica Schiappapietra
TL   Carlo Festuccia
TL   Anton Gatti
TL   Enrico Manghi
SL   Andrea Balsemin
SL   Matteo Dell'Acqua
SL   Armand du Preez
SL   Alexandre Wrubl
FL   Matteo Braglia
FL   Lorenzo Favaro
FL   Gabriele Messori
FL   Alessandro Mordacci
FL   Davide Rimpelli
FL   Umberto Tedeschi
N8   Mirko Amenta
Tre quarti
MM   Pietro Fontana
MM   Emilio Fusco
MM   Matteo Panunzi
MA   Davide Farolini (c)
MA   Karim Jammal
MA   Luciano Rodríguez
CE   Alberto Costella
CE   Pietro Marzocchi
CE   Richard Paletta
CE   Cardiff Vaega
TQ   Filippo Caminati
TQ   Matteo Colli
TQ   Alessio Morini
TQ   Francesco Palomba
ES   Marco Antonio Gennari
ES   Junior Ngaluafe
Staff tecnico
Allenatore:   Roberto Manghi
All. attacco:   Luciano Rodríguez
All. difesa:   Viliami Vaki
All. avanti:   Carlo Festuccia
Strategia:   Flavio Ferraresi
Team manager:   Corrado Catellani
Prep. atl.:   Silvano Garbin
Medico:   dr. Filippo Morsiani


Rose del passatoModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Stagioni dell'ASD Rugby Reggio

Giocatori di rilievoModifica

Di seguito elencati alcuni giocatori di rilievo internazionale che hanno vestito la maglia del club reggiano:

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g Storia, dal 1945 sempre avanti, rugbyreggio.it. URL consultato il 14 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica