Apri il menu principale

A sud-ovest di Sonora

film del 1966 diretto da Sidney J. Furie
A sud ovest di Sonora
Titolo originaleThe Appaloosa
Lingua originaleinglese, spagnolo
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1966
Durata98 min
Rapporto2.35 : 1
Generewestern
RegiaSidney J. Furie
SoggettoDal romanzo The Appaloosa, 1963 di Robert W. MacLeod
SceneggiaturaJames Bridges, Roland Kibbee
ProduttoreAlan Miller
Casa di produzioneUniversal Pictures
FotografiaRussell Metty
MontaggioTed J. Kent
MusicheFrank Skinner
CostumiHelen Colvig, Rosemary Odell
TruccoBud Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

A sud ovest di Sonora (The Appaloosa) è un film western del 1966 diretto dal regista Sidney J. Furie, con protagonisti Marlon Brando e John Saxon.

Indice

TramaModifica

Reduce della Guerra di Secessione, Matt Fletcher (Marlon Brando), proprietario di un cavallo di razza Appaloosa, torna a casa sognando di diventare un allevatore di cavalli, nella cittadina dove è nato, al confine tra Texas e Messico. Il suo prezioso cavallo viene però rubato da un bandito messicano, Chuy Medina, nei pressi della città di confine di Ojo Prieto.
Matt inizia a dare la caccia al bandito per riprendersi il cavallo rubato, ma si trova ad affrontare maggiori difficoltà di quelle che aveva preventivato: durante un'incursione nel villaggio in cui vive Medina, viene catturato e costretto ad un combattimento di braccio di ferro, con una particolare variante: vengono posizionati due scorpioni sul tavolo, in modo che il perdente venga punto a morte. Fletcher cerca di resistere ma, quando si rende conto di non poter battere l'avversario, sceglie di perdere battendo violentemente il braccio sul tavolo, sperando in questo modo di uccidere lo scorpione prima che questo possa inoculargli il suo veleno mortale. L'operazione riesce, ma Fletcher viene comunque punto sul braccio ed è lasciato agonizzante, in attesa della morte.

Grazie però alla cure di Trini, la donna di Medina, che inizia ad apprezzare i modi di Fletcher e a disprezzare il suo amante, Fletcher riesce a salvarsi. La ragazza lo assiste nella convalescenza con l'aiuto di un anziano contadino, che per questo in seguito verrà ucciso da Medina. Il progressivo susseguirsi di eventi sempre più violenti, conduce alla decisione finale di Fletcher, che si trova a dover scegliere se salvare Trini o il suo amato Appaloosa; resosi conto che Trini, per lui, ormai conta più del cavallo, sceglie di sacrificare il suo amatissimo Appaloosa pur di salvare la ragazza: lascia andare il cavallo sperando così di far uscire allo scoperto Chuy, nascostosi in un bosco. Lo stratagemma funziona perché Chuy deve alzarsi dal suo nascondiglio per mirare al cavallo: il riflesso del sole sul suo fucile tradisce la sua posizione, consentendo a Fletcher di sparare al lampo che vede tra gli alberi e uccidere il bandito.
Fletcher e Trini attraversano la frontiera con il Messico, assieme all'Appaloosa per iniziare una nuova vita.

Premi e riconoscimentiModifica

CriticaModifica

Secondo il Morandini la prestazione di Marlon Brando risulta un po' pesante ed "arrugginita" ed il film, in generale, "speciosamente formalistico". Risultano invece ottimi il comparto fotografico (di Russell Metty) e gli ultimi 15 minuti.[1]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2013075129
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema