Apri il menu principale
Abbazia di San Pietro in Varatella
SPietroVaratella1.JPG
La facciata
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàSan Pietro (Toirano)
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareSan Pietro
Diocesi Albenga-Imperia
Inizio costruzioneVIII secolo

Coordinate: 44°08′53.39″N 8°11′41.52″E / 44.148164°N 8.194867°E44.148164; 8.194867

L'abbazia di San Pietro in Varatella è un luogo di culto cattolico situato nella località di San Pietro nel comune di Toirano, alla sommità del monte Varatella, in provincia di Savona. La chiesa è ubicata in posizione dominante e panoramica.

Cenni storici e descrizioneModifica

 
L'interno del santuario

Considerato uno dei luoghi religiosi più antichi e importanti della val Varatella e del savonese, l'abbazia venne fondata nel VIII secolo[1][2][3] dai monaci di San Colombano poi confluiti attorno al IX secolo alla regola benedettina. Carlo Magno la dotò di vasti terreni e i monaci provvidero a renderli idonei alla coltivazione, anche grazie ai dotti che avevano accesso ai trattati romani sull'agricoltura.

Una tradizione medievale vuole che san Pietro, fuggito da Antiochia, prima di recarsi a Roma si fermò in questo luogo e vi trovò le condizioni ideali per la preghiera e la meditazione.

Furono i vari decreti vescovili della curia di Albenga, nel corso dei due secoli successivi, ad accrescere l'importanza religiosa e soprattutto territoriale dell'abbazia benedettina[3], ordine che vi abitò stabilmente fino al 1313[3]. Da tale anno furono infatti i Certosini, provenienti dalla certosa di Casotto, a risiedere nella medievale struttura dopo un forzato allontanamento dei primi[3]. Il successivo trasferimento (1495) dell'ordine di San Bruno nel nuovo sito dove sorgerà la clausura certosina, ubicato a fondovalle in prossimità di Toirano, provocò un lento ma progressivo abbandono dell'abbazia. Un annuale pellegrinaggio della comunità della vallata, il 1º agosto nella solennità di san Pietro in Vincoli, legò ancora il luogo di culto, posto sulla sommità del monte, a Toirano così come attualmente ogni prima domenica di maggio e con la quinquennale processione[3].

La struttura attuale, notevolmente modificata, è costituita da un fabbricato in pietra abbellito esternamente da una meridiana dipinta negli anni Ottanta sul modello di una preesistente andata perduta. Gli interni dell'abbazia sono divisi in diversi ambienti, alcuni destinati a ospitare i pellegrini e dalla chiesa formata da una navata con volta sostenuta da archi ribassati di epoca romanica. Nella zona del presbiterio si conserva un affresco del XV secolo raffigurante san Pietro in abiti pontificali con l'antistante altare in pietra di Finale consacrato nel 1937[3].

NoteModifica

Voci correlateModifica