Apri il menu principale
Abbazia Imperiale di Werden
Essen Kloster Werden Innenhof 2 2005.jpg
Dati amministrativi
Nome ufficialeReichstift Werden
Lingue parlatetedesco
CapitaleWerden
Dipendente daShield and Coat of Arms of the Holy Roman Emperor (c.1200-c.1300).svg Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governoteocrazia
Nascita809
CausaDiploma imperiale
Fine1803
Causamediatizzazione del Sacro Romano Impero
Territorio e popolazione
Economia
Valutatallero di Werden
Commerci conSacro Romano Impero
Religione e società
Religioni preminenticattolicesimo
Religione di Statocattolicesimo
Classi socialiclero, patrizi, popolo
Evoluzione storica
Preceduto daCoat of arms of Saxony.svg Ducato di Sassonia
Succeduto daFlag of the Kingdom of Prussia (1803-1892).svg Regno di Prussia

L'abbazia di Werden (Kloster Werden) fu un'abbazia benedettina con sede a Werden an der Ruhr, che oggi fa parte della città di Essen (Germania), nella regione della Ruhr[1].

StoriaModifica

Presso Essen San Ludgero fondò il monastero di Werden nel 799 e ne divenne il primo abate. La piccola chiesa che san Ludgero fece costruire venne dedicata a Santo Stefano e venne completata nell'804, venendo in seguito dedicata a san Ludgero stesso che nel frattempo era divenuto vescovo di Münster ed era morto in odore di santità. Alla morte di Ludgero, il 26 marzo 809, infatti, l'abbazia di Werden passò in eredità dapprima a suo fratello minore Hildigrim I (809–827), e poi ai suoi quattro nipoti: Gerfried (827–839), Thiadgrim (che la governò per meno di un anno), Altfriedo (839–848), Hildigrim II (849–887). Sotto il governo abbaziale di Hildigrim I, divenuto vescovo di Châlons-sur-Marne, il nuovo monastero di Helmstedt nella diocesi di Halberstadt venne fondato come filiazione di Werden. Il monastero era retto da un prevosto e rimase indipendente da Werden sino alla sua secolarizzazione nel 1803.

Werden divenne una ricca abbazia con possedimenti in Vestfalia, Frisia, Sassonia ed attorno all'abbazia stessa, per un territorio pari a 125 km².

Sotto Hildigrim II il monastero, che rimaneva di proprietà della famiglia di san Ludgero, il 22 maggio 877 ottenne il titolo di abbazia imperiale ed il titolo di principe-abate per i suoi reggenti, godendo anche di un seggio al Reichstag. La chiesa abbaziale di Werden, distrutta da un incendio nel 1256, venne ricostruita in stile tardo-romanico (1256 - 75)[2]. Successivamente iniziò il graduale declino dell'abbazia sotto l'abate Conrad von Gleichen (145474), un laico sposato, che giunse a tale ruolo per motivi politici e che divise il patrimonio dell'abbazia. Dopo una riforma completa dell'abbazia nel 1477, ad opera dell'abate Adam von Eschweiler della congregazione di Bursfelde, Werden riprese la propria attività a pieno ritmo sino al 1803.

 
La basilica di San Ludgero a Werden

Problemi vi furono successivamente quando il territorio abbaziale e la sua protezione vennero affidati ai margravi di Brandeburgo, i quali l'avevano ereditata dai conti della Marca. Questi nuovi principi erano infatti protestanti e tentarono più volte di convertire il monastero a nuova fede.

Nel corso del XVIII secolo l'abbazia venne completamente ricostruita in stile barocco e venne avviata anche una copiosa produzione tessile e di estrazione del carbone, che furono alla base dell'economia di Werden.

Durante la mediatizzazione del Sacro Romano Impero del 1803 l'abbazia ed il suo territorio divennero parte della Prussia e poi vennero incorporati nel Granducato di Berg di stampo napoleonico, per poi tornare dal 1815 sotto lo scettro prussiano nella provincia del Reno.

Parte degli edifici dell'abbazia ospitano l'Università delle Arti Folkwang. Nel 1993 alla chiesa abbaziale venne attribuito il titolo di basilica minore[1].

Abati e Principi-Abati di WerdenModifica

Nome Periodo Morte Note
Ludgeridi
Ludgero ca. 800–809 26 marzo 809
Hildegrim I 809–827 19 luglio 827
Gerfried 827–839 12 settembre 839
Thiatgrim 839–840 8. Februar 840
Altfried 840–849 22. April 849
Hildegrim II 855/64–886 21 dicembre 886
Abati eletti di Werden
Andulfo 887–ca. 888 12 marzo 888
Hembil 888–891?
Adaldag 892? 8 luglio 892
Odo bis 898
Hoger 898–902
Ildebrando 902–910
Adalbrando 910–916 2 marzo 916
Weris 916–930 5 novembre 930
Wigger 930–940 14 agosto 940
Wigo ca. 940–945 20 marzo 945
Renieri 945–962 1 febbraio 962
Engelberto 962–971 9 agosto 971
Folkmar 971–974
Ludolfo 974–983
Werinberto I 983–1001 8 ottobre 1001
Ratbald von Volmarstein 1001–1015 9 aprile 1015
Heithanrich von Altenburg 1015–1030 11 novembre 1030
Bardo 1030–1031 10/11 giugno 1051
Geroldo 1031–1050
Gero 1050–1063
Gilberto 1063–1066
Adalwig 1066–1080 27 ottobre 1081
Ottone I von Sappenheim 1080–1104
Adolfo de La Mark 1104–1105
Rodolfo di Helpenstein 1105–1112
Liudberto di Isenberg 1112–1119 8 ottobre 1119
Berengozo di Westerburg 1119–1125 23 settembre 1125
Bernardo di Wevelinghoven 1125–1140 22 settembre 1140
Werinberti II di Schönburg 1140–1144 11 ottobre 1144
Volmar di Bilstein 1144–1145 7 settembre 1145
Lamberto di Gennep 1145–1151
Guglielmo I di Moers 1151–1160 23 aprile 1160
Adolfo I di Berg 1160–1173 21 dicembre 1173 Figlio di Adolfo II di Berg
Wolfram di Kirchburg 1173–1183 9 luglio 1183
Eriberto I di Berg 1183–1197 16 luglio 1197
Eriberto II di Büren 1197–1226 23 luglio 1226
Gerhard von Grafschaft 1226–1249 12 novembre 1249
Albert von Goer 1251–1257 13 settembre 1257
Albero von Tecklenburg 1257–1277 16 giugno 1277
Otto II von Warburg 1278–1288 5 luglio 1288
Enrico I di Wildenburg 1288–1310
Guglielmo II di Hardenberg 1310–1330 18 maggio 1330
Giovanni I di Hernen 1330–1343 15 dicembre 1343
Giovanni II di Arscheid 1343–1360 3 ottobre 1360
Enrico II di Wildenburg 1360–1382 12 settembre 1382
Giovanni III di Spiegelberg 1382–1387 20 dicembre 1387
Bruno di Rennenberg 1387–1398
Adolfo III di Spiegelberg 1398–1438 11 gennaio 1438
Giovanni IV di Stecke 1438–1452 2 settembre 1454
Corrado di Gleichen 1452–1474
Adamo di Eschweiler 1474–1476 Amministratore apostolico
Theodor Hagedorn 1476–1484 30 agosto 1484
Antonius Grimholt 1484–1517 13 giugno 1517
Johannes von Groningen 1517–1540 8. Juli 1540
Hermann von Holten 1540–1572 20 ottobre 1572
Heinrich Duden 1573–1601 5 aprile 1601
Konrad Kloedt 1601–1614 6 giugno 1614
Hugo Preutaeus 1614–1646 24 giugno 1646
Heinrich Dücker 1646–1667 19 giugno 1667
Adolf Borcken 1667–1670 4 agosto 1670
Ferdinand von Erwitte 1670–1705 17 aprile 1706
Coelestin von Geismar 1706–1718 inverno 1718 1714–1718 Presidente della Bursfelder Kongregation
Theodor Thier 1719–1727 4 novembre 1727
Simon von Bischopinck zu Telgte 1727 1727
Benedikt von Geismar 1727–1757 29 agosto 1757
Anselm Sonius 1757–1774 28 ottobre 1774
Johannes Hellersberg 1774–1780 26 marzo 1780
Bernhard Bierbaum 1780–1798 6 marzo 1798
Beda Savels 1798–1802 12 agosto 1828

NoteModifica

  1. ^ a b (DE) Abtei Werden, su historischesportal.essen.de. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  2. ^ (DE) Abtei Werden, su route-industriekultur.ruhr. URL consultato il 21 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN235272626 · LCCN (ENn80144932 · GND (DE4194197-4 · WorldCat Identities (ENn80-144932