Abell 2877

Abell 2877
Ammasso di galassie
A2877.jpg
Abell 2877
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneFenice
Ascensione retta01h 10m 00.4s
Declinazione-45° 55′ 22″
Distanza317 milioni a.l.  
Redshift0,0247
Velocità radiale7.405 km/s
Caratteristiche fisiche
TipoAmmasso di galassie
Caratteristiche rilevantiBautz-Morgan: I; Numero galassie: 94
Altre designazioni
ACO 2877, AM 0107-461, DC 0107-46, PF 0115-4600, MCXC J0110.0-4555, APM 010740.1-461028, RXC J0110.0-4555
Mappa di localizzazione
Abell 2877
Phoenix IAU.svg
Categoria di ammassi di galassie

Coordinate: Carta celeste 01h 10m 00.4s, -45° 55′ 22″

Abell 2877 è un ammasso di galassie situato nella costellazione della Fenice alla distanza di oltre 310 milioni di anni luce dalla Terra.

È inserito nell'omonimo catalogo compilato da George Abell nel 1958[1]. Il numero di componenti dell'ammasso è di 49 galassie[2]. È del tipo I secondo la Classificazione di Bautz-Morgan.

Insieme ad altri ammassi Abell va a costituire il Superammasso della Fenice (SCl 018). La galassia più luminosa è l'ellittica IC 1633. Altra galassia di rilievo è la spirale ESO 243-49 nella quale è stato individuato un buco nero di massa intermedia[3].

Principali galassie dell'ammasso Abel 2877Modifica

Nome Tipo R.A. DEC Distanza (M. di a.l.) Redshift (z) Nomi alternativi Immagine
IC 1633 E+1; cD1 01h09m55.6s -45°55'52" 311 0,02425 ESO 243-46, 2MASX J01095559-4555523, PGC 4149  
ESO 243-41 S0^0 01h08m51.8s -45°49'58" 308 0,02404 PGC 4085
ESO 243-45 S0^ 01h09m04.5s -45°46'25" 332 0,025838 PGC 4104
ESO 243-49 SO-a 01h10m27.7s -46°04'27" 287 0,022395 PGC 4181  
ESO 243-52 S0^0 01h11m27.6s -45°56'16" 350 0,027276 PGC 4271
2MASX J01080501-4551175 S0 01h08m05.0s -45°51'18" 309 0,024123 LEDA 073628
2MASX J01092051-4540559 S0 01h09m20.5s -45°40'56" 306 0,02388 PGC 73679
2MASX J01093552-4603160 S 01h09m35.5s -46°03'16" 363 0,028226 PGC 73684
2MASX J01094729-4552409 E 01h09m47.3s -45°52'41" 293 0,022849 LEDA 73695
2MASX J01094979-4612249 S0 01h09m49.8s -46°12'25" 317 0,024707 LEDA 73697
2MASX J01100662-4555544 S0 01h10m06.6s -45°55'55" 313 0,02436 LEDA 73710
2MASX J01101993-4551184 S0 01h10m19.9s -45°51'18" 298 0,023243 LEDA 73717
2MASX J01103349-4547395 SB0^0 01h10m33.5s -45°47'40" 356 0,027702 LEDA 73725
2MASX J01104727-4545236 S0 01h10m47.3s -45°45'24" 299 0,023326 LEDA 73734
2MASX J01104774-4547016 S0 01h10m47.7s -45°47'01" 319 0,024887 LEDA 73736
2MASX J01093965-4559310 01h09m39.7s -45°59'31" 304 0,023726 LEDA 93340
2MASX J01100153-4558074 01h10m01.5s -45°58'08" 343 0,026722 LEDA 93352

NoteModifica

  1. ^ (EN) George O. Abell, Harold G. e Jr. Corwin, A catalog of rich clusters of galaxies, in The Astrophysical Journal Supplement Series, vol. 70, 1º maggio 1989, DOI:10.1086/191333. URL consultato il 24 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Mitchell F. Struble e Herbert J. Rood, A Compilation of Redshifts and Velocity Dispersions for ACO Clusters, in The Astrophysical Journal Supplement Series, vol. 125, n. 1, 1º gennaio 1999, pp. 35, DOI:10.1086/313274. URL consultato il 24 dicembre 2016.
  3. ^ Black Hole Came from a Shredded Galaxy, in www.cfa.harvard.edu/, 2 ottobre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari