Académie des beaux-arts

accademia francese
Académie des beaux-arts
Institut de France - Académie française et pont des Arts.jpg
L'Institut de France, sede della Académie des beaux-arts a Parigi
TipoAccademia
Fondazione1803
Sede centraleFrancia Parigi
IndirizzoQuai de Conti
Lingua ufficialefrancese
Sito web

L'Académie des beaux-arts di Parigi venne creata nel 1803. Fu l'erede dell'Académie royale de peinture et de sculpture (1648), de l'Académie de musique (1669) e dell'Académie royale d'architecture (1671).

StoriaModifica

La rivoluzione francese soppresse tutte le accademie esistenti ed aveva creato, in seno all'Institut de France, tre sezioni di cui una di letteratura e belle arti, con otto indirizzi (grammatica, lingue antiche, poesia, antichità e monumenti, pittura, scultura, architettura, musica e declamazione). L'ordinanza dei consoli del 3 brumaio dell'anno XI (1803) divise questa classe in tre nuovi indirizzi e una di queste venne denominata belle arti. Ciò costituì la base della nuova Accademia nata nel 1816.

A seguito della legge sulla ricerca del 2006, l'Académie des beaux-arts rimane un ente morale di diritto pubblico a statuto speciale. L'Académie prevede 56 seggi ma soltanto 46 membri ne facevano parte al 13 ottobre del 2020. Di questi 7 erano donne.

SezioniModifica

L'Académie è divisa in otto sezioni:

BibliografiaModifica

  • (FR) Nathalie Heinich, Du peintre à l'artiste. Artisans et académiciens à l'âge classique, Parigi, Éditions de Minuit, 1993, ISBN 2-7073-1454-4.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN123832218 · ISNI (EN0000 0001 2150 4951 · LCCN (ENn82165623 · GND (DE4277299-0 · BNF (FRcb11872833s (data) · BNE (ESXX181493 (data) · ULAN (EN500276812 · BAV (EN494/6105 · WorldCat Identities (ENlccn-n82165623