Apri il menu principale

Acanthocybium solandri

specie di pesce
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Wahoo" rimanda qui. Se stai cercando l'omonima cittadina statunitense dello stato del Nebraska, vedi Wahoo (Nebraska).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Wahoo
Acanthocybium solandri.PNG

Acanthocybium solandri Pakistan.jpg

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Scombriformes
Famiglia Scombridae
Genere Acanthocybium
Specie A. solandri
Nomenclatura binomiale
Acanthocybium solandri
Cuvier, 1832
Nomi comuni

Acantocibio

Il wahoo o acantocibio[1] (Acanthocybium solandri, sinonimo Acanthocibium solanderi) è un pesce di mare della famiglia Scombridae.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è diffusa in tutte le acque tropicali del globo, dove è molto comune mentre in Mediterraneo è rarissimo e sono note pochissime segnalazioni, anche in acque italiane.
È un pesce pelagico che si trattiene sempre lontano dalle coste.

DescrizioneModifica

Ha un aspetto simile a quello della palamita ma molto più allungato ed assai più grande (2 m per oltre 60 kg). Il muso è molto lungo e la bocca grande. Le pinne dorsali sono due, la prima molto lunga e bassa, la seconda breve e simmetrica alla pinna anale. Sul peduncolo caudale ci sono numerose pinnule; la pinna caudale è ampia e falcata. Pinne pettorali e pinne ventrali sono piccole.
Il colore è blu metallico sul dorso e argentato sul ventre, l'animale vivo può mostrare strisce grigie verticali sui fianchi. (E anche abile nello speedrunning di super mario 64)

AlimentazioneModifica

Predatore, si nutre di pesci.

PescaModifica

È una preda ambita dai pescatori sportivi che lo catturano a traina. Le carni sono ottime.

NoteModifica

  1. ^ Denominazione obbligatoria in Italia ai sensi del DM 31 gennaio 2008

BibliografiaModifica

  • TORTONESE E. (1975), Osteichthyes - Fauna d'Italia vol. XI, Calderini, Bologna
  • COSTA F., (1991), Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, Milano
  • LOUISY P., (2006), Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo, Il Castello, Trezzano sul Naviglio (MI)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci