Apri il menu principale

Accusativo assoluto

costruzione assoluta della lingua greca antica

L'accusativo assoluto è una struttura sintattica della lingua greca antica.

Caratteri generaliModifica

Si tratta di una costruzione formata dal participio, usato impersonalmente all'accusativo singolare neutro. È un costrutto spesso tipico di locuzioni verbali costituite dal verbo essere e da un aggettivo neutro, come:

  • ἐξόν; παρόν (indicano possibilità)
  • δέον; χρεόν (indicano necessità)
  • πρέπον; προσῆκον (indicano convenienza)

Esprime subordinate temporali, causali, ipotetiche e assai frequentemente detiene un valore concessivo.

EsempiModifica

  • Ἐξόν γὰρ αὑτῇ κατέρχεσθαι, ἒμεινε.

"Pur essendole possibile tornare, rimase."

  • παρέχον δὲ τῆς Ἀσίης πάσης ᾶρχειν εὐπετέως, ἂλλο τι αἱρήσεσθε; (Hdt. 5, 49)

"Pur avendo la possibilità di dominare l'intera Asia, mirerete a qualcos'altro?

BibliografiaModifica

  • Carlo Campanini, Paolo Scaglietti, "Greco - Nuova edizione" (esercizi 2), 2004

Voci correlateModifica