Apri il menu principale
Acido pelargonico
Pelargonic acid.svg
Nome IUPAC
acido nonanoico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC9H18O2
Massa molecolare (u)158,23
Aspettoolio trasparente
Numero CAS112-05-0
Numero EINECS203-931-2
PubChem8158
SMILES
CCCCCCCCC(=O)O
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)0.9046
Indice di rifrazione1,4319 (20 °C)
Solubilità in acqua0,3 g/L (25 °C)
Coefficiente di ripartizione 1-ottanolo/acqua3,42
Temperatura di fusione12,5 °C
Temperatura di ebollizione254 °C
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma137 °C
Temperatura di autoignizione405 °C
Simboli di rischio chimico
corrosivo
pericolo
Frasi H314
Consigli P260 - 305+351+338 - 301+330+331 - 305+338+351 - 405 - 501 [1]

L'acido pelargonico (nome IUPAC, acido nonanoico) è un acido carbossilico. È uno dei rari acidi grassi con numero dispari di atomi di carbonio con ampio utilizzo industriale. Nell'Unione europea se ne utilizza ogni anno dalle 1000 alle 10000 tonnellate.[2]

A temperatura ambiente si presenta come un liquido oleoso incolore dall'odore tenue di cera. È un composto corrosivo.

Si trova in natura nelle piante Pelargonium, della famiglia delle Geraniaceae, da cui prende il nome comune e in altri estratti vegetali.

Può essere prodotto, assieme all'acido azelaico, per ozonolisi dell'acido oleico.

L'acido pelargonico è usato come intermedio per la produzione di erbicidi, solventi e lubrificanti e per la produzione di esteri utilizzati nell'industria dei profumi ed aromi.

NoteModifica

  1. ^ scheda dell'acido nonanoico su IFA-GESTIS
  2. ^ ECHA: dossier - acido nonanoico, su apps.echa.europa.eu. URL consultato il 19 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2012).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE4382811-5
  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia