Apri il menu principale

Adagio e rondò per glassarmonica

Adagio e rondò in do minore per glassarmonica
CompositoreWolfgang Amadeus Mozart
Tonalitàdo minore
Numero d'operaK 617
Epoca di composizioneVienna, 23 maggio 1791
Prima esecuzioneKärntnertortheater, Vienna, 19 agosto 1791
PubblicazioneBreitkopf & Härtel, Lipsia, 1791
Durata media15 min
Organicoflauto, oboe, viola, violoncello, armonica di vetro
Movimenti
  • I. Adagio
  • II. Rondò. Allegretto
Ascolto
I movimento: Adagio (info file)
II movimento: Rondò. Allegretto (info file)

L'Adagio e rondò in do minore per glassarmonica (K 617) è una composizione del 1791 di Wolfgang Amadeus Mozart. Consiste in un quintetto per armonica di vetro, flauto, oboe, viola e violoncello. Fu composto nel maggio 1791 per Marianne Kirchgeßner, giovane armonicista cieca dall'età di tre anni, che lo eseguì in agosto al Kärntnertortheater di Vienna e in seguito a Londra, dove riscosse notevole successo. Einstein considera il quintetto «una controparte strumentale dell'Ave verum» e uno dei lavori «celestiali» del compositore salisburghese.[1][2]

NoteModifica

  1. ^ Einstein, p. 270.
  2. ^ Marinelli.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN176740670 · LCCN (ENn2002075142 · BNF (FRcb13930264j (data) · WorldCat Identities (ENn2002-075142
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica