Adam Pavlásek

tennista ceco

Adam Pavlásek (Bílovec, 8 ottobre 1994) è un tennista ceco. Dopo aver vinto diversi tornei dei circuiti minori sia in singolare che in doppio, dal 2022 si è dedicato a giocare esclusivamente in doppio e ha raggiunto due finali nel circuito maggiore. I suoi migliori ranking ATP sono stati il 72º in singolare nel gennaio 2017 e il 34º in doppio nel maggio 2024. Ha fatto il suo esordio nella squadra ceca di Coppa Davis nel 2015. Tra gli juniores ha disputato due finali in doppio nelle prove del Grande Slam e ha raggiunto la 7ª posizione nel ranking mondiale di categoria.

Adam Pavlásek
Adam Pavlásek a Wimbledon nel 2016
NazionalitàBandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca
Altezza186 cm
Peso76 kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 6-9 (40%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 72º (9 gennaio 2017)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 1T (2017)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2016, 2018)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 2T (2017)
Bandiera degli Stati Uniti US Open Q1 (2015, 2018)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 35-31 (53.03%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 34º (20 maggio 2024)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open QF (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon QF (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 2T (2023)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 17 giugno 2024

Carriera

modifica

Inizi, top 10 da juniores

modifica

Impara a giocare a 6 anni dal padre Jaromir, che era allenatore di tennis.[1] Gioca nell'ITF Junior Circuit tra il 2009 e il 2012 e vince alcuni titoli nei tornei minori. Si impone all'attenzione nel 2011 raggiungendo i quarti di finale in singolare al torneo juniores degli US Open e si conferma nei primi mesi del 2012 raggiungendo la finale di doppio ai tornei juniores degli Australian Open e dell'Open di Francia; negli stessi tornei si spinge fino alla semifinale in singolare. Al termine degli Australian Open sale alla 7ª posizione nel ranking mondiale juniores.[2]

2011-2013, primi titoli ITF

modifica

Nel 2011 fa le sue prime apparizioni tra i professionisti nel circuito ITF e nel 2012 inizia a giocare con continuità; quell'anno esordisce nel circuito Challenger, a maggio gioca la sua prima finale e con Jiří Veselý viene sconfitto nel torneo di doppio al Challenger di Ostrava da Radu Albot / Tejmuraz Gabašvili. A luglio alza il suo primo trofeo vincendo con Veselý il doppio al Czech Republic F4, battendo in finale Riccardo Bellotti / Dominic Thiem. Subito dopo arriva il primo titolo in singolare, con il successo nella finale del Czech Republic F6 su Jiří Veselý per 3-6, 7-6, 6-0.

2014, primo titolo Challenger in doppio

modifica

Nel 2014 abbandona i tornei ITF, a giugno raggiunge la semifinale in singolare al Challenger di Prostějov e fa il suo ingresso nella top 300 del ranking. A luglio si aggiudica il primo titolo Challenger nel torneo di doppio di Poznań in coppia con Radu Albot, sconfiggendo in finale Tomasz Bednarek / Henri Kontinen con il punteggio di 7-5, 2-6, [10-8]. A novembre perde la finale di doppio a Bratislava ed entra nella top 300 anche nel ranking di doppio.

2015, esordio in Coppa Davis e primo titolo Challenger in singolare

modifica

Nel gennaio 2015 gioca la Hopman Cup al fianco di Lucie Šafářová e ottiene la sua vittoria più prestigiosa sconfiggendo il top 20 Fabio Fognini. A marzo fa il suo esordio nella squadra ceca di Coppa Davis nella sfida persa 3-2 contro l'Australia, viene schierato in doppio assieme a Jiří Veselý e sconfiggono Lleyton Hewitt / Samuel Groth.[3] In maggio disputa le sue prime finali Challenger in singolare nei tornei di Ostrava e Roma e le perde entrambe, rispettivamente contro Íñigo Cervantes e Aljaž Bedene; con questi risultati entra per la prima volta nella top 200. Il mese successivo vince il primo titolo Challenger in singolare battendo Hans Podlipnik-Castillo per 6-2, 3-6, 6-3 nella finale di Poprad; raggiunge la finale anche in doppio e viene sconfitto, ma con questo risultato porta il best ranking di doppio alla 214ª posizione. Nel 2015 fa inoltre il suo esordio in singolare nelle qualificazioni dei tornei del Grande Slam agli Australian Open, al Torneo di Wimbledon e agli US Open e vince un solo incontro a Melbourne.

2016, due titoli Challenger, esordio ATP e top 80 in singolare

modifica

Nel 2016 disputa sei finali Challenger, vince quella di Praga in giugno e di Banja Luka in settembre, sconfiggendo rispettivamente Stéphane Robert e Miljan Zekić. Nel maggio di quello stesso anno supera per la prima volta le qualificazioni in una prova dello Slam all'Open di Francia, vince il suo primo incontro nel circuito maggiore battendo in cinque set Roberto Carballés Baena e viene eliminato da Jeremy Chardy. A luglio fa il suo esordio nel tabellone principale di un torneo ATP a Kitzbühel, si spinge fino ai quarti di finale eliminando Maximo Gonzalez e il nº 46 ATP Marcel Granollers e viene sconfitto al terzo set da Nikoloz Basilašvili. A giugno entra per la prima volta nella top 100 mondiale e chiude l'anno con il nuovo best ranking in 75ª posizione. Nel corso della stagione dirada le sue apparizioni in doppio, chiude il 2016 oltre il 1000º posto e all'inizio del 2017 esce dal ranking.

2017-2020, un titolo Challenger e discesa nel ranking di singolare, un titolo Challenger in doppio

modifica

Perde al primo turno i primi cinque tornei disputati nel 2017, in gennaio porta comunque il best ranking alla 72ª posizione. I migliori risultati della stagione sono il secondo turno raggiunto al Torneo di Wimbledon e le semifinali disputate in quattro tornei Challenger, a giugno esce definitivamente dalla top 100 e a fine anno esce anche dalla top 200. Nel giugno 2018 risale alla 142ª posizione grazie al successo in finale su Laslo Đere nel Challenger Garden Open di Roma e al secondo turno raggiunto all'Open di Francia. Nel corso della stagione torna a giocare in doppio, nel gennaio 2019 si aggiudica il titolo al Challenger Koblenz Open insieme a Zdeněk Kolář e a maggio dà forfait prima di giocare la finale al Garden Open di Roma, dove in singolare raggiunge la semifinale. Non ottiene altri risultati di rilievo, ne risente la classifica e torna a giocare nei tornei ITF. Nel 2020 gioca solo alcuni tornei senza risultati apprezzabili.

2021-2022, 3 titoli Challenger e top 100 in doppio

modifica

Nel periodo successivo torna a mettersi in luce solo in doppio, nel 2021 vince due tornei ITF e nel 2022 raggiunge dieci finali Challenger, vincendo assieme a Igor Zelenay quelle di Madrid e Zagabria e quella al Challenger 125 di Zugo con Zdeněk Kolář. Ad aprile gioca l'ultimo torneo in singolare e a giugno fa il suo ingresso nella top 200 di doppio. A settembre entra per la prima volta nella top 100 e fa il suo esordio in doppio nel circuito maggiore con Roman Jebavý, vincendo il primo incontro ATP a ottobre allo Stockholm Open. Chiude la stagione in 93ª posizione.

2023, quarti di finale a Wimbledon, prima finale ATP e 54º nel ranking

modifica

Nella prima parte del 2023 disputa cinque finali Challenger e vince a gennaio quella di Nonthaburi con Marek Gengel e a giugno con Ariel Behar quelle a Prostějov e a Bratislava. Ancora con Behar fa il suo esordio in una prova di doppio del Grande Slam all'Open di Francia e si spingono fino al secondo turno. A Wimbledon raggiungono i quarti di finale, eliminano tra gli altri l'ex coppia nº 1 del mondo Nikola Mektić / Mate Pavić e vengono sconfitti dai fuoriclasse Wesley Koolhof / Neal Skupski in 3 set dopo aver vinto il primo, risultati con cui Pavlásek sale al 54º posto mondiale. Raggiungono il secondo turno anche agli US Open.

Vince i tre incontri disputati nella fase a gironi delle finali di Coppa Davis e i cechi passano ai quarti di finale. Verso fine stagione raggiunge con Behar le semifinali nei tornei ATP di Astana e Sofia e a ottobre disputa la sua prima finale ATP ad Anversa, persa contro Petros Tsitsipas / Stefanos Tsitsipas con il punteggio di 7-6, 4-6, [8-10]. Nei quarti di finale di Coppa Davis contro l'Australia perde in due set l'incontro decisivo in coppia con Jiří Lehečka contro Matthew Ebden / Max Purcell.

2024, finale al Masters 1000 di Madrid e 34º nel ranking

modifica

Dopo la semifinale disputata all'Hong Kong Open all'esordio stagionale, agli Australian Open Behar e Pavlásek escono nei quarti per mano di Tomas Machac / Zhang Zhizhen dopo aver eliminato Jamie Murray / Michael Venus e Santiago Gonzalez / Neal Skupski, risultati con cui porta il miglio ranking al 43º posto del ranking. Sale al 38º con le semifinali raggiunte a Doha e all'ATP 500 di Dubai, torneo nel quale eliminano i numeri 1 e 2 del mondo Matthew Ebden / Rohan Bopanna. Dopo le deludenti prestazioni nei tornei successivi, raggiungono la loro prima finale in un Masters 1000 al Madrid Open; eliminano tra gli altri le teste di serie nº 3 Salisbury / Neal Skupski e le nº 2 Granollers / H Zeballos e vengono sconfitti da Sebastian Korda / Jordan Thompson con il punteggio di 3-6, 6-7. Con questi risultati, il 20 maggio porta il miglior ranking alla 34ª posizione mondiale.

Statistiche

modifica

Aggiornate al 17 giugno 2024.

Finali perse (2)

modifica
Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (1)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (1)
Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 22 ottobre 2023   European Open, Anversa Cemento (i)   Ariel Behar   Petros Tsitsipas
  Stefanos Tsitsipas
7–6(5), 4–6, [8–10]
2. 4 maggio 2024   Madrid Open, Madrid Terra rossa   Ariel Behar   Sebastian Korda
  Jordan Thompson
3–6, 6(7)–7

Tornei minori

modifica

Singolare

modifica
Vittorie (10)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (4)
Futures (6)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 22 giugno 2015   Poprad-Tatry ATP Challenger Tour, Poprad Terra rossa   Hans Podlipnik-Castillo 6-2, 3-6, 6-3
2. 11 giugno 2016   TK Sparta Praga Challenger, Praga Terra rossa   Stéphane Robert 6-4, 3-6, 6-3
3. 18 settembre 2016   Banja Luka Challenger, Banja Luka Terra rossa   Miljan Zekić 3-6, 6-1, 6-4
4. 12 maggio 2018   Garden Open, Roma Terra rossa   Laslo Đere 7–6(1), 6(9)–7, 6-4
Finali perse (6)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (6)
Futures (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 3 maggio 2015   Prosperita Open, Ostrava Terra rossa   Íñigo Cervantes Huegun 6(5)–7, 4-6
2. 10 maggio 2015   Garden Open, Roma Terra rossa   Aljaž Bedene 5-7, 2-6
3. 17 gennaio 2016   Bangkok Challenger II, Bangkok Cemento   Michail Južnyj 4-6, 1-6
4. 28 febbraio 2016   Challenger La Manche, Cherbourg Cemento (i)   Jordan Thompson 6-4, 4-6, 1-6
5. 17 aprile 2016   Open Città della Disfida, Barletta Terra rossa   Elias Ymer 5-7, 4-6
6. 31 luglio 2016   The Hague Open, Scheveningen Terra rossa   Robin Haase 4-6, 7–6(9), 2-6
Vittorie (11)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (8)
Futures (3)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 19 luglio 2014   Poznań Open, Poznań Terra rossa   Radu Albot   Tomasz Bednarek
  Henri Kontinen
7-5, 2-6, [10-8]
2. 19 gennaio 2019   Koblenz Open, Coblenza Cemento (i)   Zdeněk Kolář   Jürgen Melzer
  Filip Polášek
6-3, 6-4
3. 16 aprile 2022   Open Comunidad de Madrid, Madrid Terra rossa   Igor Zelenay   Rafael Matos
  David Vega Hernández
6-3, 3-6, [10-6]
4. 14 maggio 2022   Zagreb Open, Zagabria Terra rossa   Igor Zelenay   Domagoj Bilješko
  Andrey Chepelev
4-6, 6-3, [10-2]
5. 30 luglio 2022   Zug Open, Zugo Terra rossa   Zdeněk Kolář   Karol Drzewiecki
  Patrik Niklas-Salminen
6-3, 7-5
6. 6 gennaio 2023   Nonthaburi Challenger I, Nonthaburi Cemento   Marek Gengel   Robert Galloway
  Hans Hach Verdugo
7–6(4), 6-4
7. 10 giugno 2023   Czech Open, Prostějov Terra rossa   Ariel Behar   Marco Bortolotti
  Sergio Martos Gornés
7-5, 6-4
8. 17 giugno 2023   Bratislava Open, Bratislava Terra rossa   Ariel Behar   Neil Oberleitner
  Tim Sandkaulen
6-4, 6-4
Finali perse (17)
modifica
Legenda tornei minori
Challenger (13)
Futures (4)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 5 maggio 2012   Prosperita Open, Ostrava Terra rossa   Jiří Veselý   Radu Albot
  Tejmuraz Gabašvili
5-7, 7-5, [8-10]
2. 8 novembre 2014   Slovak Open, Bratislava Cemento (i)   Norbert Gombos   Ken Skupski
  Neal Skupski
3-6, 6(3)–7
3. 20 giugno 2015   Poprad-Tatry ATP Challenger Tour, Poprad Terra rossa   Norbert Gombos   Roman Jebavý
  Jan Šátral
2-6, 2-6
4. 11 maggio 2019   Garden Open, Roma Terra rossa   Nikola Ćaćić   Filip Polášek
  Philipp Oswald
walkover
5. 9 aprile 2022   Open de Oeiras II Oeiras Terra rossa   Zdeněk Kolář   Nuno Borges
  Francisco Cabral
4-6, 0-6
6. 7 maggio 2022   I. ČLTK Prague Open, Praga Terra rossa   Andrew Paulson   Nuno Borges
  Francisco Cabral
4-6, 7–6(3), [5-10]
7. 4 giugno 2022   Poznań Open, Poznań Terra rossa   Marek Gengel   Hunter Reese
  Szymon Walków
6-1, 3-6, [6-10]
8. 9 luglio 2022   Braunschweig Open, Braunschweig Terra rossa   Roman Jebavý   Jan-Lennard Struff
  Marcelo Demoliner
4-6, 5-7
9. 6 agosto 2022   Svijany Open, Liberec Terra rossa   Roman Jebavý   Neil Oberleitner
  Philipp Oswald
6(5)–7, 2-6
10. 17 settembre 2022   Pekao Open, Stettino Terra rossa   Roman Jebavý   Andrea Vavassori
  Dustin Brown
4-6, 7-5, [8-10]
11. 26 settembre 2022   Genoa Open Challenger, Genova Terra rossa   Roman Jebavý   Andrea Vavassori
  Dustin Brown
2-6, 2-6
12. 28 gennaio 2023   Ottignies-Louvain-la-Neuve Open, Ottignies-Louvain-la-Neuve Cemento (i)   Roman Jebavý   Romain Arneodo
  Tristan-Samuel Weissborn
4-6, 3-6
13. 24 giugno 2023   Poznań Open, Poznań Terra rossa   Ariel Behar   Karol Drzewiecki
  Petr Nouza
6(2)–7, 6(2)–7
  1. ^ (EN) Adam Pavlasek - Bio, su atptour.com.
  2. ^ (EN) Adam Pavlasek Juniors Singles Overview, su itftennis.com.
  3. ^ (EN) Adam Pavlasek, su daviscup.com.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica