Addeo

generale romano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Addeo (disambigua).

Addeo (latino: Addaeus; floruit 392-396; ... – ...) è stato un generale romano.

Nel 392 ricopriva la carica di comes domesticorum;[1] in quell'anno ricevette una lettera dal retore Libanio,[2] il quale l'accoglieva calorosamente al suo arrivo ad Antiochia. Infatti, l'anno successivo,[3] e poi ancora nel 395,[4] è attestato come comes et magister utriusquae militae per Orientem. Nel 396 era al comando delle truppe romane ad Edessa e in Siria.[5]

NoteModifica

  1. ^ Codice teodosiano VI 24.5 (data a Costantinopoli il 31 dicembre 392).
  2. ^ Libanio, Lettere 1062.
  3. ^ Codice teodosiano I 5.10 (data a Costantinopoli il 12 giugno 393), in cui è rimproverato di aver giudicato il corrector di Augustamnica che aveva insultato un dux, e XVI 8.9 (data a Costantinopoli il 24 settembre 393).
  4. ^ Codice teodosiano I 5.10 (data a Costantinopoli il 3 ottobre 395).
  5. ^ Giosuè Stilita, 9.

BibliografiaModifica

  • «Addaeus», PLRE I, p. 13.