Adelchi I di Spoleto

nobile italiano
Adelchi I
Duca di Spoleto
In carica 824 –
834
Predecessore Mauringo
Successore Lamberto I
Altri titoli conte di Parma, di Cremona e di Brescia
Morte 854 circa
Dinastia Supponidi
Padre Suppone I
Madre una figlia di Adelchi o una figlia di Arechi II di Benevento

Adelchi I, chiamato anche Adelgi o Adalgiso, (... – 854 circa) è stato conte di Parma dall'830, di Cremona dopo l'841 ed infine di Brescia. Fu anche duca di Spoleto.

BiografiaModifica

Secondo alcune fonti successe anche al fratello Mauring come duca di Spoleto nell'824. Fu figlio di Suppone I e di una figlia di Adelchi o una figlia di Arechi II di Benevento[1]. La sua area di maggior interesse fu quella compresa tra l'Emilia e la Lombardia orientale.

Egli fu missus dominicus di Lotario I e del figlio Ludovico II il Giovane e seguì quest'ultimo nella spedizione anti-saracena dell847-848[1][2]. Fu presente all'incoronazione imperiale di Ludovico II a Roma dell'850 e questo sposò la figlia di Adelchi, Engelberga[1].

Matrimonio e figliModifica

La moglie è sconosciuta, ma la presenza di una figlia di nome Cunegonda, stesso nome della consorte di Bernardo d'Italia, lascia intendere un legame con la stirpe dei Guglielmidi[1]. Adelchi ebbe quattro figli:

BibliografiaModifica

  • (EN) Chris Wickham, Early Medieval Italy: Central Power and Local Society 400-1000, 1981, MacMillan Press.
  • Silvio Pivano, Il "comitato" di Parma e la "marca" lombardo-emiliana, in Arch. stor. per le prov. parmensi, n.s., XXII (1922), pp. 11–61;
  • Silvio Pivano, Il testamento e la famiglia dell'imperatrice Angelberga, in Arch. stor. lombardo, s. 5, XLIX (1922), pp. 269–294.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Supponidi, su treccani.it.
  2. ^ MGH, De expeditione contra Sarracenos facienda, nella prima scara, quarto a partire dall'alto.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàCERL cnp00286634