Adolfo Guglielmo di Sassonia-Eisenach

nobile
Adolfo Guglielmo di Sassonia-Eisenach
Adolph Wilhelm Sachen-Eisenach C. Richter@Weimar Schlossmuseum.JPG
il duca Adolfo Guglielmo di Sassonia-Eisenach ritratto da Christian Richter
Duca di Sassonia-Eisenach
In carica 17 maggio 1662 –
21 novembre 1668
Predecessore Guglielmo, duca di Sassonia-Weimar
Successore Guglielmo Augusto
Nascita Weimar, 15 maggio 1632
Morte Eisenach, 21 novembre 1668
Dinastia Wettin
Padre Guglielmo, duca di Sassonia-Weimar
Madre Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau
Consorte Maria Elisabetta di Brunswick-Wolfenbüttel
Figli Guglielmo Augusto
Religione luteranesimo

Adolfo Guglielmo di Sassonia-Eisenach (Weimar, 15 maggio 1632Eisenach, 21 novembre 1668) fu duca di Sassonia-Eisenach.

Egli era il quarto ma il secondo sopravvissuto Guglielmo di Sassonia-Weimar e Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau.

A diciannove anni, Adolfo viaggiò in molti paesi europea, in particolare in Francia. Successivamente, nel 1656 entrò al servizio del re Carlo X Gustavo di Svezia (che era a quel tempo coinvolto nelle guerre del Nord contro la Polonia) come colonnello, dove Adolfo si distinse per coraggio e determinazione. Ad ogni modo, dopo un incontro a Fionia con un ambasciatore imperiale, Adolfo si trasferì nelle armate imperiali col grado di colonnello. Nel 1661, si recò nuovamente in Svezia, dove il re Carlo Gustavo gli offrì il titolo di maggiore generale di Fanteria con una paga di 2 000 talenti; Adolfo rifiutò.

Alla morte del padre (1662) Adolfo, con il fratello maggiore Giovanni Ernesto, divise l'eredità paterna. Egli ricevette Eisenach e il Castello di Wilhelmsburg, con il suo enorme parco, dove stabilì la propria residenza. i suoi due fratelli più giovani, Giovanni Giorgio e Bernardo, ricevettero solo parti minori dei ducati dei fratelli maggiori.

A Wolfenbüttel, il 18 gennaio 1663, Adolfo sposò Maria Elisabetta di Brunswick-Wolfenbüttel, da cui ebbe cinque figli.

Adolfo perse quasi tutti i propri figli pochi giorni dopo la loro nascita, e sua moglie era in attesa del quinto figlio quando lui morì. Otto giorni dopo nacque Guglielmo Augusto che ereditò gli stati del padre (sotto la reggenza dello zio Giovanni Giorgio), sino alla sua morte, avvenuta a soli 2 anni d'età, passando quindi poi l'eredità a Giovanni Giorgio.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni Guglielmo di Sassonia-Weimar Giovanni Federico I di Sassonia  
 
Sibilla di Jülich-Klebe-Berg  
Giovanni di Sassonia-Weimar  
Dorotea Susanna di Wittelsbach-Simmern Federico III del Palatinato  
 
Maria di Brandeburgo-Kulmbach  
Guglielmo di Sassonia-Weimar  
Gioacchino Ernesto di Anhalt Giovanni II di Anhalt-Dessau  
 
Margherita di Brandeburgo  
Dorotea Maria di Anhalt  
Eleonora di Württemberg Cristoforo di Württemberg  
 
Anna Maria di Brandeburgo-Ansbach  
Adolfo-Guglielmo di Sassonia-Eisenach  
Gioacchino Ernesto di Anhalt Giovanni II di Anhalt-Dessau  
 
Margherita di Brandeburgo  
Giovanni Giorgio I di Anhalt-Dessau  
Agnese di Barby Wolfgang von Barby  
 
 
Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau  
 
 
 
Dorotea del Palatinato-Simmern  
 
 
 
 

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76704536 · ISNI (EN0000 0000 0438 8082 · CERL cnp00278579 · GND (DE102322376 · WorldCat Identities (ENviaf-76704536