Apri il menu principale

Adolfo Sormani

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Adolfo Sormani
Adolfo Sormani - Parma AC 1986-87.jpg
"Dodo" Sormani al Parma nella stagione 1986-1987
Nazionalità Italia Italia
Altezza 174 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Vejle
Ritirato 2000 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19??Napoli
Squadre di club1
1983-1984Napoli0 (0)
1984-1986Rimini60 (1)
1986-1987Parma22 (1)
1987-1990Avellino33 (2)
1990-1991Viareggio19 (1)
1991-1993Nola45 (5)
1993-1995Caerano48 (4)
1995-1998Mestre83 (8)
1998-1999Pordenone30 (2)
1999-2000Mestre13 (0)
Carriera da allenatore
2003-2004Conegliano
2004-2006Chioggia Sott.
2006-2007Cattolica
2007-2010JuventusGiovanili
2011-2012NapoliPrimavera
2012-2013WatfordVice
2014-2015Südtirol
2016Partizani Tirana
2017-2019Vejle
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 giugno 2017

Adolfo Sormani, noto anche come Dodo Sormani (Genova, 11 agosto 1965), è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico del Vejle.

È il figlio di Angelo, anche lui calciatore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Napoli, ha giocato due stagioni nel Rimini in Serie C1 per salire di categoria passando al Parma con cui disputa il campionato di Serie B 1986-1987 sotto la guida di Arrigo Sacchi.

 
Sormani in azione all'Avellino nel campionato di Serie B 1988-1989

Nel 1987 approda all'Avellino in Serie A dove gioca 3 partite nella stagione 1987-1988, che vede la retrocessione in B degli irpini. Con l'Avellino giocherà per tre anni. Dal 1990 al 1991 milita nel Viareggio per essere poi ceduto nel novembre dello stesso anno al Nola dove rimane fino al 1993.

Dal 1993 al 1995 veste la maglia del Caerano mentre dal 1995 al 2000 gioca al Mestre fatta eccezione per la stagione 1998-1999 dove veste la maglia del Pordenone.

In carriera ha totalizzato complessivamente 3 presenze in Serie A e 52 presenze e 3 reti in Serie B.

AllenatoreModifica

Ha allenato il Portogruaro, il Conegliano, il Chioggia Sottomarina e il Cattolica. Nell'estate del 2007 entra a far parte della Juventus nello staff del settore giovanile.

Al primo anno alla Juventus ha sostituito Vincenzo Chiarenza nel derby Primavera e l'anno dopo ha sostituto Massimiliano Maddaloni per due incontri[1].

Nell'estate del 2011 diventa il nuovo allenatore della squadra primavera del Napoli e responsabile tecnico dell'intero vivaio partenopeo[2].

Nel luglio 2012 viene assunto come vice di Gianfranco Zola sulla panchina del Watford[3].

L'11 novembre 2014 diventa il nuovo allenatore del Südtirol al posto dell'esonerato Claudio Rastelli[4]. Il 19 aprile 2015, dopo un periodo negativo per la squadra biancorossa, viene esonerato[5].

Il 30 giugno 2016 viene ingaggiato dalla squadra albanese del Partizan Tirana, militante nella massima serie albanese, venendo però sollevato dall'incarico nel mese di ottobre.[6][7]

Il 15 giugno 2017 diventa il nuovo tecnico del Vejle nel campionato danese .[8] terminando nella stagione 2018-2019 con la retrocessione del club con le conseguenti dimissioni.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Mestre: 1995-1996 (girone D)

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica