Apri il menu principale
Aeroporti di Roma - ADR S.p.A.
Logo
Uffici AdR.jpg
Sede AdR all'aeroporto di Roma-Fiumicino
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1974
Sede principaleFiumicino
GruppoAtlantia
Persone chiave
SettoreTrasporto
Prodottigestione aeroportuale
Fatturato1,017 miliardi di (2017)
Utile netto245,0 milioni di € (2017)
Dipendenti3.377 (2017)
Sito web

Aeroporti di Roma (AdR) è la società che gestisce gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino.

È il più grande operatore italiano ed il quinto in Europa per numero di viaggiatori.

StoriaModifica

Aeroporti di Roma - ADR S.p.A. nasce nel 1974 come Aeroporti di Roma - Società per la Gestione del Sistema Aeroportuale della Capitale S.p.A in seguito alla Legge 755/1973 che designava una società controllata da IRI come concessionaria esclusiva per la gestione del sistema aeroportuale romano, costituito dall'aeroporto "Leonardo da Vinci” di Fiumicino e "Giovan Battista Pastine" di Roma Ciampino. Come obiettivo aveva anche la costruzione di nuove opere infrastrutturali nell'aeroporto di Fiumicino: era parte del gruppo IRI-Italstat.

Ciampino fu inaugurato nel 1916 come base militare destinata ai dirigibili. Da Ciampino nel 1926 partì il dirigibile Norge, progettato da Umberto Nobile, per la celebre trasvolata del Polo Nord guidata da Roald Amundsen.

Ciampino rimane lo scalo principale di Roma fino al 1961, anno di inaugurazione dell'aeroporto di Fiumicino, intitolato a Leonardo da Vinci.

Il 12 febbraio 1974, con la costituzione di Aeroporti di Roma, si riunirono tutte le attività sotto un unico operatore, che divenne concessionario esclusivo per la gestione e lo sviluppo del sistema aeroportuale della capitale. Nel 1983 Aeroporti di Roma viene ceduta da Italstat ad Alitalia, anch'essa appartenente al gruppo IRI.

Nel 1994 il nuovo azionista diventa Aeroporti di Roma Holding, società controllata da Cofiri&Partners al 51% (50% IRI-Cofiri, 50% Lehman Brothers), Fintecna con il 47.71%, Camera di Commercio di Roma il restante.[1][2]

Nel luglio 1997 viene avviata la privatizzazione di Aeroporti di Roma S.p.A, collocando sul mercato il 45% del capitale sociale attraverso un'offerta sia pubblica che privata, rivolta ad investitori istituzionali italiani ed esteri. La privatizzazione si è conclusa nel 2000, con la dismissione delle partecipazioni detenute dallo Stato: il Consorzio Leonardo, costituito da Gemina (42%), Falck (31%), Italpetroli (16%) e Impregilo (11%) si aggiudica il restante 51,2% di AdR per 2.569,4 miliardi di lire.[3][4]

Nel 1999, a seguito del D.P.C.M. 25 febbraio recante "Modalità inerenti l'alienazione della partecipazione indiretta dello Stato nella Società Aeroporti di Roma S.p.A.", a norma dell'art. 1, comma 2, della Legge 14 novembre 11.1995, n. 481, vennero stabilite le modalità di dismissione della partecipazione azionaria detenuta dall'IRI in Aeroporti di Roma;[5] AdR diede vita dunque ad Aeroporti di Roma Handling S.p.A. insieme a Menzies Aviation, per l'esercizio delle attività di rampa, di assistenza ai passeggeri, bilanciamento aeromobili e coordinamento operativo[6] con un fatturato di 85,57 milioni di euro (2005).

Nel 2005, tale compagnia è stata ceduta al gruppo spagnolo Flightcare S.L.[7] per 72,5 milioni di euro. ADR Handling S.p.A. è stata quindi ridenominata Flightcare Italia S.p.A. Nel 2012, gli azionisti spagnoli hanno ceduto Flightcare Italia all’imprenditore italiano Roberto Sartori, già operante nel business dell’handling aeroportuale con la società Globeground. Sartori ha integrato le attività di assistenza aeroportuale di Globeground e Flightcare Italia, e quest’ultima è stata conseguentemente ridenominata Groundcare S.p.A. . A maggio 2013 Groundcare ha ottenuto dal Tribunale di Civitavecchia la protezione dalle azioni esecutive dei creditori entrando in concordato preventivo con continuazione dell’attività aziendale, regime concorsuale che consentì di rinviare la dichiarazione di fallimento per un periodo limitato, a condizione che l’impresa proponesse ai suoi creditori un piano di pagamento dei propri debiti, ottenendo l’approvazione dei creditori stessi. A maggio 2014 il Tribunale di Civitavecchia ha dichiarato il fallimento di Groundcare S.p.A. ed ha autorizzato il curatore Dott. Vincenzo Di Fani a proseguire l’esercizio delle attività in via provvisoria, fino all’avvenuta cessione dell’azienda ad uno o più acquirenti. A dicembre 2014, previ accordi tra curatore e sindacati CGIL, CISL, UIL e UGL, e tra questi ultimi ed Aviation Services (l’azienda che ha presentato la migliore offerta per rilevare le attività di Groundcare), il curatore fallimentare ha provveduto al licenziamento collettivo ed alla messa in mobilità di 450 dipendenti (su un totale di 850) di Groundcare, mentre i restanti 400 dipendenti sono stati mantenuti in servizio in attesa di essere assunti da Aviation Services. [8][9][10]

Le realizzazioni più recenti sono:

  • il Molo dell'aerostazione nazionale
  • il Molo Europa e il terminal B (destinati ai voli area Schengen, oggi denominato T3)
  • il Satellite per i voli intercontinentali, collegato all'aerostazione tramite un sistema People Mover
  • il Terminal A (denominato T1), destinato ai voli nazionali
  • il Terminal AA (denominato T2), destinato in prevalenza ai voli Low Cost
  • la Cargo city
  • il Terminal 5

PasseggeriModifica

 
Infopoint digitale all'aeroporto di Roma Fiumicino

Nel 2008 ADR ha avuto complessivamente nei due scali più di 40 milioni di passeggeri, con oltre 210 destinazioni, raggiungibili da Roma e più 140 compagnie aeree operanti nei due aeroporti.

L'aeroporto di Roma Fiumicino è lo scalo "hub" di riferimento per il traffico internazionale e intercontinentale di linea e charter. Ciampino, invece, è l'aeroporto cittadino dedicato al traffico low cost, a quello merci "corriere espresso" e al traffico dell'Aviazione Generale (voli di Stato, umanitari e Protezione civile).

Per il secondo anno consecutivo, Il “Leonardo da Vinci” tramite ACI (Airport Council International), ha conseguito dai passeggeri il riconoscimento “Airport Service Quality Award” come miglior aeroporto d'Europa per il 2018 [11][12][13].

Il Gruppo ADRModifica

Il Gruppo ADR è composto da partecipazioni in società controllate: ADR Assistance S.r.l., ADR Engineering S.p.A., ADR Tel S.p.A., ADR Sviluppo S.r.l., Airport Invest BV.

La società detiene inoltre partecipazioni in:

  • SACAL S.p.A. (16,57%)
  • Aeroporto di Genova S.p.A. (15%)
  • Leonardo Energia – Società Consortile a r.l. (10%)
  • Alinsurance S.r.l. (6%, in liquidazione)

Bilancio 2013Modifica

Nel 2013 Aeroporti di Roma S.p.A. ha ottenuto 664,39 milioni di euro di ricavi, di cui:

  • 457,77 dal segmento Aviation (diritti aeroportuali, sicurezza, gestione infrastrutture)
  • 206,61 dal segmento Non Aviation (pubblicità, ristoranti, parcheggi, gestione immobili)

Ebitda di 423,53 milioni di euro, Ebit di 228,89 milioni, utili per 89,64 milioni.

Ha gestito 351.000 movimenti, 151.517 tonnellate di merci e 41,02 milioni di passeggeri (36,26 a FCO, 4,75 a CIA), dato che rende AdR il quinto sistema aeroportuale in Europa ed il primo in Italia per numero di viaggiatori. Ospita 104 vettori e raggiunge 262 destinazioni.

1,96 miliardi di euro il valore residuo dei beni in concessione (non essendo di proprietà, in quanto AdR è concessionaria di ENAC per la gestione degli aeroporti), indebitamento finanziario netto di 758,94 milioni di euro, 948,32 milioni di patrimonio netto, 2.321 dipendenti.

AzionistiModifica

NoteModifica

  1. ^ Provvedimento n. 3247 (C2152) Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
  2. ^ Le privatizzazioni nell'industria manifatturiera italiana di Massimiliano Affinito, Marcello De Cecco, Angelo Dringoli - Donzelli Editore.
  3. ^ La Nuova Sardegna.
  4. ^ repubblica.it.
  5. ^ Determinazione n. 35/2001 Archiviato il 19 agosto 2014 in Internet Archive., della Corte dei Conti. URL consultato nel dicembre 2014.
  6. ^ Provvedimento n. 11902 (C5811) Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
  7. ^ Provvedimento n. 15934 (C7937) Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
  8. ^ ilfattoquotidiano.it.
  9. ^ ilfattoquotidiano.it.
  10. ^ fcc.es.
  11. ^ http://www.askanews.it/economia/2018/06/21/fiumicino-adr-per-aci-%C3%A8-il-miglior-aeroporto-deuropa-pn_20180621_00070/
  12. ^ ://www.ilmessaggero.it/viaggi/news/aeroporto_fiumicino_roma_classifica-4343556.html
  13. ^ http://www.assaeroporti.com/aci-fiumicino-e-il-miglior-aeroporto-deuropa/

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN156145806 · LCCN (ENn2005011223 · WorldCat Identities (ENn2005-011223