Affruntata

L'Affruntata o Affrontata (incontro) chiamata anche Cunfrunta, Cumprunta, Cumprunti, Ncrinata, è un rito religioso praticato nel cattolicesimo in diverse zone della Calabria la domenica di Pasqua, il lunedì dell’angelo o il martedì dopo Pasqua. Questo rito consiste nell'incontro tra Gesù risorto, la Madonna e San Giovanni Apostolo ed è l‘apice delle festività pasquali. La definizione nasce anche da ciò che il vangelo riporta a proposito dei dialoghi che accompagnano l'incontro tra San Giovanni Apostolo e la Madonna, l'incredulità dell'avvenuta Resurrezione di Gesù e la necessità di un “Confronto” diretto con la realtà, cioè la constatazione di persona dell'avvenuto miracolo. La manifestazione di origini spagnole, risalente al 600, presenta varianti nell'intera Italia meridionale: in Sicilia (Svelata, A Giunta o 'U Scuntru, Madonna vasa vasa''), in Abruzzo (La madonna che scappa in piazza) e in altre regioni (Campania e Sardegna). Si svolge per le strade e nelle piazze dei comuni, dove le statue raffiguranti la Madonna, Gesù Cristo, San Giovanni Apostolo e in alcuni rari casi la Veronica come nel comune di Girifalco in provincia di Catanzaro. Vengono trasportate a spalla o a mano, per simboleggiare l'incontro dopo la resurrezione di Cristo. L'affruntata è inscenata anche all'estero, dove le comunità di emigrati italiani hanno deciso di mantenere le tradizioni dei paesi d'origine.

L’Affruntata di Stefanaconi (VV)

SvolgimentoModifica

La statua di San Giovanni Apostolo fa la spola tra le altre due per 3 o 5 volte (il numero dei passaggi e la presenza del Santo stesso varia da paese a paese) avanti e indietro, con passo sempre più veloce, come messaggero della resurrezione di Cristo. Dopo questo, le statue della Madonna Addolorata e di San Giovanni corrono insieme verso la statua di Gesù risorto. All'incontro il velo nero del lutto viene tolto dalla statua di Maria (la cosiddetta "sbilazioni", "sbilata" o "sbilamentu"), lasciando visibile un vestito di festa, spesso azzurro o bianco.

Manifestazioni simili per paese e regioniModifica

AbruzzoModifica

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.


CalabriaModifica

In Calabria è perlopiù diffusa nelle provincie di Reggio Calabria, Vibo Valentia e nella provincia di Catanzaro meridionale e centrale, i due comuni più a nord dove viene riprodotta questa tradizione sono infatti Borgia e Girifalco situati nell'Istmo di Catanzaro.

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

CampaniaModifica

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

SiciliaModifica

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

PugliaModifica

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

Foto e videoModifica

La cumprunta di Pazzano (2000)
 
La Madonna della Consolazione e Giovanni apostolo ed evangelista che corrono incontro a Cristo, nel comune vibonese di Dasà
 
Caltagirone A'Giunta
 
Modica vasa-vasa
 
Ritorno in Chiesa delle statue del Cristo e di Maria dopo la Cunfrunta a Santa Caterina dello Ionio
 
L'inizio della corsa di San Giovanni Evangelista negli anni '60 a Stefanaconi
 
Trittico Pasquale, Ncrinata di Dasà

ControversieModifica

Nel 2010 a Sant'Onofrio la tradizionale affruntata è stata posticipata per motivi di ordine pubblico a seguito di atti intimidatori commessi nei confronti del priore della Congrega del Santissimo Rosario, secondo le indagini di polizia ad eseguire tale gesto criminale è stata la 'ndrina egemone sul territorio i Bonavota in quanto il Vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea aveva emanato delle direttive (recepite dalla chiesa locale) di modifica delle regole per portare a spalla le statue, modifiche che si erano rese necessarie poiché le 'ndrine negli anni precedenti avevano monopolizzato il rito religioso per manifestare il loro potere alla comunità[7]. La prima processione religiosa “sponsorizzata” dalla ‘ndrangheta al Nord potrebbe essere stata quella di Carmagnola, dove da alcuni anni va in scena la cosiddetta «Affruntata».Questo cerimoniale – secondo un pentito - sarebbe andato in scena anche a Carmagnola. Lo rivela, nei verbali raccolti dai carabinieri del Ros, Andrea Mantella, collaboratore di giustizia[8]

NoteModifica

  1. ^ Affrontata di Brognaturo, in brognaturo.altervista.org, 16 aprile 2007. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  2. ^ Calabria: l'Affruntata e le tradizioni di Cinquefrondi, in Ansa.it, 20 marzo 2008. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  3. ^ Cumprunta Girifalco 2016, su youtube.com.
  4. ^ Affruntata di Jonadi [collegamento interrotto], in vibonesiamo.it, aprile 2012. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  5. ^ Storia dell'Affruntata di Polistena Archiviato il 29 ottobre 2014 in Internet Archive.
  6. ^ Settimana Santa di Polistena
  7. ^ L'«Affruntata» di Sant'Onofrio, il vescovo alle cosche calabresi: «Convertitevi» - Corriere della Sera
  8. ^ Così i clan sponsorizzavano e portavano la statua della Madonna “Affruntata”, su LaStampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.

BibliografiaModifica

  • Angela Bagnato, Salvatore Bagnato, L'affruntata di Briatico, Bari, Laterza, 1994
  • Michele D'Innella, Cinzia Rando, Calabria: dal Pollino all'Aspromonte le spiagge dei due mari le città, Touring club italiano, 1998, ISBN 8836512569
  • M. Teresa Francese, Fede e pietà popolare nell'affruntata in Calabria. La 'ncrinata di Dasà, Progetto 2000 ed., 2003, ISBN 8882761258
  • Sacra rappresentazione della Affruntata: incontro tra la Madonna e Cristo risorto con San Giovanni ambasciatore, Racconigi, SMAF, 2003
  • F. Gerace Calabria, l'Affruntata e le tradizioni di Cinquefrondi Ansa 20 marzo 2008

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica