Africa Centre

L'Africa Centre è un'istituzione culturale e artistica internazionale con sede a Città del Capo in Sudafrica

L'Africa Centre è un'istituzione culturale e artistica internazionale con sede a Città del Capo in Sudafrica.

Africa Centre
Africa Centre logo.JPG
Fondazione2003
Scopoculturale
Sede centraleSudafrica Città del Capo
IndirizzoLong Street, Cape Town
Area di azioneContinente Africano
[www.africacentre.net Sito web]

StoriaModifica

Il progetto dell'Africa Centre viene avviato nel 2003 per volontà della società vinicola sudafricana Spier e con il suo sostegno[1]. Inizialmente il centro ha sede a Stellenbosh, in seguito viene trasferito a Città del Capo. Per la pianificazione della struttura e del programma dell'istituzione viene coinvolto un gruppo di ideazione[2] coordinato da Dominique Malaquais e composto da Adegboyega Adefope, Bongiwe Dhlomo-Mautloa, Ntone Edjabe, Stanley Hermans, Faustin Linyekula, Olu Oguibe, Edgar Pieterse e AbdouMaliq Simone. Il gruppo ha il compito di incontrarsi in 4 città del mondo per visitare e valutare dei modelli istituzionali. Il risultato è una relazione stilata nel 2006[3].

AttivitàModifica

L'Africa Centre ha un programma di attività interdisciplinare, focalizzato sull'innovazione, l'Africa e la sua diaspora. Alcune delle iniziative sono realizzate in Sudafrica, altre coinvolgono più nazioni del continente. Le iniziative documentano e danno visibilità a produzioni letterarie, artistiche, musicali, teatrali e intellettuali attraverso esposizioni, performance, pubblicazioni, programmi di incontri e scambio internazionali e sostegno alla creazione di nuove opere.

  • Badilisha Poetry X-Change è una web radio dedicata ai poeti dell'Africa e della sua diaspora che possono candidarsi ed essere raccomandati. La radio presenta ogni settimana una selezione di generi poeti e poesie[4].
  • Infecting the City (ITC) - Infettando la città - è un festival teatrale che si svolge a Città del Capo nello spazio pubblico. Le opere sono performance "provocatorie" site-specific e pubbliche[5].
  • Pan African Space Station: Music live and in cyberspace - Stazione spaziale panafricana: musica dal vivo e nel ciberspazio - è una web radio e un mese di eventi musicali live organizzati a Città del Capo[6].
  • SPARCK Space for Pan-African Research Creation and Knowledge - Spazio per ricerca, creazione e sapere panafricano.
  • Spier Contemporary: South Africa's Largest Biennale Contemporary Art Exhibition - Spier Contemporaneo: La più grande esposizione di arte contemporanea biennale del Sudafrica - è una mostra biennale.
  • Talking Heads: Providing a unique platform for Africa's thought leaders to share their knowledge - Teste parlanti: Una piattaforma di condivisione del sapere dedicata ai grandi pensatori dell'Africa - è uno spazio di incontro e di scambio con persone straordinarie in Africa che risolvono problemi e che contribuiscono con le loro visioni e le loro azioni alla vita di comunità, città, nazioni, del continente e del mondo.
  • Artists in Residency Programme: Connecting Africa's artists to residencies around the world. - Programma di residence per artisti: Connettere gli artisti africani ai programmi di residenza del mondo - è un sostegno che permette a 10 artisti nel 2011 di accedere a programmi internazionali di residenza per artisti.

NoteModifica

  1. ^ The Africa Centre: Reference Group Summary of Conclusions as of 01.01.2006, Africa Centre, 2006, p. 3.
  2. ^ Chiamato "reference group"
  3. ^ The Africa Centre: Reference Group Summary of Conclusions as of 01.01.2006, Africa Centre, 2006.
  4. ^ Sito di Badilisha Poetry X-Change dove si possono ascoltare le voci dei poeti africani e della diaspora africana.
  5. ^ Descrizione del progetto sul sito di Infecting the City.
  6. ^ Programma e radio online della Pan African Space Station.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica