Africa Cup 2014

14ª Coppa d'Africa di rugby a 15
Africa Cup 2014
2014 Africa Cup
Coupe d'Afrique 2014
Competizione Africa Cup
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 14ª
Organizzatore CAR
Date dal 28 giugno 2014
al 6 luglio 2014
Luogo Madagascar Madagascar
Partecipanti 4
Formula Girone all'italiana
Impianto/i Mahamasina Municipal Stadium, Antananarivo
Risultati
Vincitore Namibia Namibia
(4º titolo)
Secondo Zimbabwe Zimbabwe
Terzo Kenya Kenya
Promozioni
Retrocessioni
Statistiche
Miglior marcatore Namibia Theuns Kotze
Record mete
Incontri disputati 6
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2013 2015 Right arrow.svg

L’Africa Cup 2014 (in inglese 2014 Africa Cup, in francese Coupe d'Afrique 2014, in afrikaans Rugby Afrikabeker 2014) fu la 14ª edizione della Coppa d'Africa di rugby a 15; strutturata a divisioni di merito e contesa tra 13 squadre nazionali africane, si disputò tra giugno e luglio 2014 in varie sedi a seconda della divisione.

Come nell'edizione precedente, la prima divisione A, che assegnava il titolo di campione d'Africa, si tenne ad Antananarivo, in Madagascar, ma a differenza del formato a eliminazione diretta le quattro squadre si affrontarono in un girone all'italiana dal 28 giugno al 6 luglio 2014; la squadra ultima in classifica retrocedette in divisione 1.B. Detta divisione 1.B si svolse invece a eliminazione diretta, mentre la divisione 1.C si tenne a Gaborone, in Botswana, con un tipo particolare di girone in cui ogni squadra avrebbe affrontato solo tre delle avversarie; originariamente era prevista, tra le sei squadre che componevano la divisione, anche quella del Marocco che purtuttavia rinunciò alla trasferta per motivi finanziari[1]; al suo posto giunse come rimpiazzo una squadra sudafricana, i Rustenburg Impala, che tuttavia non avrebbero potuto essere promossi; la migliore delle altre cinque classificate guadagnò la promozione in divisione 1.B.

La divisione 1.A della competizione funse anche da terzo e ultimo turno delle qualificazioni africane alla Coppa del Mondo di rugby 2015: la squadra campione, infatti, si qualificò direttamente alla competizione mondiale, mentre la seconda classificata accedette ai ripescaggi interzona[2].

Il torneo fu vinto dalla Namibia, tornata in divisione 1.A proprio in tale edizione; la qualificazione giunse proprio all'ultima giornata, all'inizio della quale il Kenya era in testa alla classifica con 10 punti, mentre lo Zimbabwe era secondo a 6 e la Namibia terza a 5[3]; la sconfitta del Kenya proprio a opera dello Zimbabwe per 10-28 senza bonus per entrambi portava ambedue a quota 10[3] e costringeva la Namibia a battere il Madagascar con almeno 53 punti di scarto per potere assicurarsi il primo posto[3]; nell'ultima partita la Namibia riuscì a vincere 89-10 mettendo a terra 13 mete e trasformandone 12 grazie al piede di Theuns Kotze, miglior realizzatore del torneo, e a vincere il torneo a pari punti delle altre due contendenti ma con una miglior differenza-punti. Secondo classificato fu lo Zimbabwe, che accedette ai ripescaggi interzona.

A vincere la divisione 1.B, e tornare in massima serie, fu la squadra di casa della Tunisia[4], mentre l'Uganda, in prima divisione solo l'anno prima, retrocedette per la seconda volta e terminò in divisione 1.C[4]. Per quanto riguarda il torneo di rango più basso, i Rustenburg Impala vinsero il girone, ma essendo esclusi dalla classifica finale la promozione andò a Mauritius, seconda classificata[5].

Divisione 1.AEdit

Antananarivo
28 giugno 2014, ore 13 UTC+3
Kenya  29 – 22
referto
  NamibiaMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Luke Pearce

Antananarivo
28 giugno 2014, ore 15 UTC+3
Madagascar  22 – 57
referto
  ZimbabweMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Lourens van der Merwe

Antananarivo
2 luglio 2014, ore 13 UTC+3
Namibia  24 – 20
referto
  ZimbabweMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Francisco Pastrana

Antananarivo
2 luglio 2014, ore 15 UTC+3
Madagascar  0 – 34
referto
  KenyaMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Luke Pearce

Antananarivo
6 luglio 2014, ore 13 UTC+3
Kenya  10 – 28
referto
  ZimbabweMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Lourens van der Merwe

Antananarivo
6 luglio 2014, ore 15 UTC+3
Madagascar  10 – 89
referto
  NamibiaMahamasina Municipal Stadium
Arbitro:   Francisco Pastrana

ClassificaEdit

Squadra G V N P P+ P- diff. B PT
  Namibia 3 2 0 1 135 59 +76 2 10
  Zimbabwe 3 2 0 1 105 56 +49 2 10
  Kenya 3 2 0 1 73 50 +23 2 10
  Madagascar 3 0 0 3 32 180 -148 0 0

Divisione 1.BEdit

Semifinali Finale
10 giugno 2014
    Uganda   19  
    Costa d'Avorio   21  
 
14 giugno 2014
        Costa d'Avorio   6
      Tunisia   26
Finale 3º posto
10 giugno 2014 14 giugno 2014
    Tunisia   22     Uganda   31
    Senegal   14       Senegal   32


SemifinaliEdit

Tunisi
10 giugno 2014
Uganda  19 – 21  Costa d'AvorioStade Municipal

Tunisi
10 giugno 2014
Tunisia  22 – 14  SenegalStade Municipal

Finale per il 3º postoEdit

Tunisi
14 giugno 2014
Uganda  31 – 32  SenegalStade Municipal

FinaleEdit

Tunisi
14 giugno 2014
Tunisia  26 – 6  Costa d'AvorioStade Municipal

Divisione 1.CEdit

Data Incontro Risultato Sede
15-6-2014 BotswanaSwaziland 87-0 Gaborone
15-6-2014 Mauritius ― Rustenburg Impala 17-61 Gaborone
15-6-2014 NigeriaZambia 20-30 Gaborone
18-6-2014 Botswana ― Rustenburg Impala 9-54 Gaborone
18-6-2014 MauritiusZambia 67-17 Gaborone
18-6-2014 NigeriaSwaziland 61-10 Gaborone
21-6-2014 BotswanaZambia 66-14 Gaborone
21-6-2014 MauritiusSwaziland 134-0 Gaborone
21-6-2014 Nigeria ― Rustenburg Impala 10-86 Gaborone
Classifica G V N P P+ P- diff. B PT
  Rustenburg Impala 3 3 0 0 201 36 +165 3 15
  Mauritius 3 2 0 1 218 78 +140 2 10
  Botswana 3 2 0 1 161 68 +93 2 10
  Nigeria 3 1 0 2 91 126 -35 1 5
  Zambia 3 1 0 2 61 153 -92 1 5
  Swaziland 3 0 0 3 10 281 -271 0 0

NoteEdit

  1. ^ (EN) Calistus Kolantsho, Morocco withdraw from Gaborone rugby tourney, in Mmegi, Gaborone, 11 giugno 2014. URL consultato il 5 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2014).
  2. ^ (EN) Schema delle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2015 per la zona Africa, in Rugby World Cup, International Rugby Board. URL consultato il 4 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2013).
  3. ^ a b c (EN) Dramatic finale sees Namibia seal RWC place, in Rugby World Cup, International Rugby Board, 6 luglio 2014. URL consultato il 6 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  4. ^ a b (EN) Regional round-up: Africa & Caribbean champs, in Rugby World Cup, International Rugby Board, 26 giugno 2014. URL consultato il 6 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2014).
  5. ^ (EN) Island nation Mauritius makes waves in Africa, in Rugby World Cup, International Rugby Board, 15 ottobre 2014. URL consultato il 6 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2014).

Voci correlateEdit

Collegamenti esterniEdit

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby