Apri il menu principale
Ahmed Sékou Touré
Sekou Toure usgov-83-08641.jpg

Presidente della Guinea
Durata mandato 2 ottobre 1958 –
26 marzo 1984
Predecessore carica creata
Successore Louis Lansana Beavogui (ad interim)

Dati generali
Partito politico Partito Democratico di Guinea

Ahmed Sékou Touré (Faranah, 9 gennaio 1922Cleveland, 26 marzo 1984) è stato un politico guineano. È stato dittatore della Guinea dal 1958 fino alla sua morte.

BiografiaModifica

Tenne il potere con grande forza, tanto da essere considerato da molti un dittatore; l'opposizione ha spesso denunciato minacce con campi di detenzione, come quello di Camp Boiro, e polizia segreta. I suoi detrattori dovettero spesso scegliere fra tacere e andare in esilio. Dal 1965 al 1975 tagliò tutte le relazioni con la Francia, di cui la Guinea era stata una colonia.

Maurice Robert, responsabile del settore Africa del Servizio di documentazione esterna e controspionaggio (SDECE) dal 1958 al 1968, spiega: "Abbiamo dovuto destabilizzare Sekou Touré, renderlo vulnerabile, impopolare e facilitare il suo rovesciamento. Un'operazione di questa portata comporta diverse fasi: la raccolta e l'analisi delle informazioni, l'elaborazione di un piano d'azione basato su tali informazioni, lo studio e l'attuazione dei mezzi logistici e l'adozione di misure di attuazione del piano. Con l'aiuto dei rifugiati guineani esuli in Senegal, abbiamo organizzato anche la macchia mediterranea dell'opposizione a Fouta-Djalon. La supervisione è stata fornita da esperti francesi in operazioni clandestine. Abbiamo armato e addestrato questi oppositori guineani a sviluppare un clima di insicurezza in Guinea e, se possibile, a rovesciare Sékou Touré. Tra queste azioni destabilizzanti, posso citare l'operazione "Persil", ad esempio, che consisteva nell'introdurre nel paese una grande quantità di banconote guineane contraffatte per squilibrare l'economia. » [1]

La Guinea mantenne comunque sempre buoni rapporti con moltissimi paesi socialisti; la rottura con la Francia non fu però apprezzata dai colleghi africani, tanto che si verificarono numerosi incidenti diplomatici, provocando in casi non rari l'interruzione dei rapporti diplomatici. D'altra parte Touré si attirò le simpatie dei movimenti anticolonialisti. Il suo principale alleato fu Kwame Nkrumah, presidente del Ghana, che accolse poi nel 1966 dopo un colpo di Stato. Ha fornito sostegno finanziario all'ANC di Nelson Mandela dal 1962 in poi.

Touré morì a Cleveland il 26 marzo 1984 durante un'operazione al cuore.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Maurice Robert, « Ministre » de l’Afrique. Entretiens avec Alain Renault, Seuil, Paris, 2004
  2. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato. Archiviato il 12 novembre 2014 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39389518 · ISNI (EN0000 0001 2128 8056 · SBN IT\ICCU\IEIV\063435 · LCCN (ENn50070308 · GND (DE118802585 · BNF (FRcb12018830q (data) · NLA (EN36547924 · NDL (ENJA00526812 · WorldCat Identities (ENn50-070308