Apri il menu principale

Ai Ogura

pilota motociclistico giapponese
Ai Ogura
Nazionalità Giappone Giappone
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2018 in Moto3
Miglior risultato finale 10º
Gare disputate 22
Podi 1
Punti ottenuti 110
Giri veloci 1
 

Ai Ogura (小椋 藍 Ogura Ai?; Tokyo, 26 gennaio 2001) è un pilota motociclistico giapponese.

CarrieraModifica

Comincia a correre con le pocket bike in competizioni nazionali nel 2009. Nel 2015 inizia a correre nell'Asia Talent Cup, nel 2016 corre nella MotoGP Rookies Cup[1] e nel 2017 e 2018 corre nella categoria Moto3 del campionato spagnolo Velocità. Nel 2018 inoltre debutta nella classe Moto3 del motomondiale, correndo come wild card nei Gran Premi di Spagna, Olanda, Germania e Austria su una Honda NSF250R, totalizzando un punto.

Nel 2019 diventa pilota titolare nel team Asia, che gli affida una Honda; il compagno di squadra è Kaito Toba. Ottiene un secondo posto in Aragona. Ottiene come miglior risultato un quarto posto in Malesia e termina la stagione al 10º posto con 109 punti. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio d'Italia a causa dei postumi di un incidente avvenuto nel precedente evento in Francia. Il suo posto in squadra, in questo frangente, viene preso dall'indonesiano Gerry Salim.[2]

Risultati in gara nel motomondialeModifica

2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 15 23 Rit 20 1 36º
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 11 17 11 9 Rit Inf 6 6 7 6 12 10 Rit 2 Rit 14 14 4 10 109 10º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ Red Bull Staff, Scheda di Ai Ogura, su redbullrookiescup.com, Red Bull.
  2. ^ Diana Tamanitini, Moto3: Ai Ogura KO per il Mugello, al suo posto Gerry Salim, su corsedimoto.com, Editoriale l'Incontro, 24 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica