Apri il menu principale
Aida Satta Flores
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Rock
Folk
Periodo di attività musicale1981 – in attività
Etichettaoggi Arte Senza Fine / Riserva Sonora (in passato: DDD; CBS; CGD; Nomadi; Panastudio/ Venus; Latlantide/ EMI)
Album pubblicati5
Studio3
Live2
Sito ufficiale

Aida Satta Flores (Palermo, 21 settembre 1960) è una cantautrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Aida Satta Flores, cugina dell'attore Stefano Satta Flores[1], ha collaborato con tanti autorevoli colleghi artisti e musicisti. Prodotta da Edoardo De Angelis, Roberto Colombo, Gino Paoli, Beppe Vessicchio, Augusto Daolio e i Nomadi, Teodolindo Edmondo Negri, Leonardo Bruno, nel suo ultimo album Bellandare ha collaborato con lei, al piano e voce Mimmo Locasciulli, alle chitarre Vincenzo Mancuso, al violoncello, Giovanni Sollima.

DiscografiaModifica

AlbumModifica

  • 1993 Il profumo dei limoni CDG
  • 2003 Voglio Portarti Musica Panastudio Productions
  • 2006 Aida Banda Flores (CD live) EMI
  • 2008 Aida Banda Flores (CD + DVD live) Latlantide/EMI
  • 2015 Bellandare ARTE SENZA FINE/RISERVA SONORA

SingoliModifica

TeatroModifica

  • 2000 Annata ricca
  • 2001 e 2004 Sogno l'Africa ma mi esprimo in italiano

TelevisioneModifica

  • 1981 - RAI 3 Partecipa al festival "Il Cantamare"
  • 1981 - RAI 1 Partecipa e vince il concorso "Teen-agers"
  • 1985 RAI 1 Vince il Festival di voci nuove di Castrocaro, con "Alkaid"
  • 1986 RAI 1 Partecipa al Festival di Sanremo con "Croce del Sud"
  • 1989 RAI 1 Partecipa al Festival di Sanremo con "Certi uomini"
  • 1990 Maratone di Telethon reti RAI
  • 1992 RAI 1 Partecipa al Festival di Sanremo con "Io scappo via"
  • 1992/ 1993/ 1995 Una canzone di Aida, "Un bersaglio al centro", in duetto con Augusto Daolio, resta sigla televisiva del programma "Bella Estate"
  • 2001 Tutti in piazza a capodanno Aida canta insieme a tanti altri artisti, tra cui Lucio Dalla RAI 1

FilantropiaModifica

Nel 1990 partecipa alla maratona di Telethon.

Nel 2005 Aida valorizza le bande di paese: con l'assessorato de Beni Culturali, che crede molto nell'idea di Aida di coniugare musica d'autore con le sonorità bandistiche, realizza molti concerti in compagnia delle Bande Siciliane, registrando i concerti e realizzando il CD-live "AIDA BANDA FLORES".

Aida nel 2006 partecipa all'O Scià evento ideato da Claudio Baglioni

Tra il 2008 e il 2009 partecipa a molti concerti per LIBERA, sui terreni confiscati alla mafia, insieme ai Modena City Ramblers.

Nel 2012 inserisce una sua canzone, "Ninna nanna d'amore", nella compilation "Dal profondo", prodotta da Latlantide, a sostegno del progetto "Un pozzo per l'Africa"

Nel 2013 sostiene un progetto medico sociale dell'Ospedale Fatebenefratelli di Palermo, per la creazione di posti letto destinati a diseredati e barboni.

Premi e riconoscimentiModifica

1985
  • Vince il Concorso per voci nuove di Castrocaro: canta Alkaïd.
1989
  • Premio della Critica al Festival di Sanremo
  • Premio “Rino Gaetano” come migliore autrice di testi e musiche.
2008
  • Premio Lumezia per il lavoro artistico e letterario[2]
  • Premio Mia Martini (Bagnara Calabra) - Donna Live
  • Premio De Andrè
2009
  • Premio della Critica e Migliore musica per la canzone A cuore nudo al Festival degli Autori di Sanremo
  • Premio "Fuori dal coro" e "Miglior tour 2009" al Festival Internazionale Suoni dal Salento
  • Premio al Festival "Contro" a Castigliole Lanza (Asti)

NoteModifica

  1. ^ Antonio Fiasconaro, Aida Satta Flores, dal palcoscenico di Sanremo…, sceltedigusto.it, 28 maggio 2011. URL consultato il 30 maggio 2018.
  2. ^ La Storia | Premio Lunezia Archiviato il 4 agosto 2013 in Internet Archive.