Wikipedia:Oracolo

(Reindirizzamento da Aiuto:Oracolo)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "WP:O" rimanda qui. Se stai cercando le linee guida sulle pagine orfane, vedi Wikipedia:Pagina orfana.
Abbreviazioni
WP:O

L'oracolo

Attenzione!!!
  • Se desideri chiedere la creazione di una voce non ancora presente su Wikipedia, vai in Richieste di nuove voci
  • Per far conoscere la tua opinione su Wikipedia vai a Pareri su Wikipedia e Sondaggio su Wikipedia
  • Per interventi utili che riguardano strettamente il progetto (proposte, modifiche, idee...) esiste il Bar di Wikipedia.
  • Se vuoi far conoscere la tua opinione su argomenti politici, sull'attualità o semplicemente farti quattro chiacchiere cerca invece un gruppo di discussione (newsgroup o forum): Internet ne è piena e hai una scelta enorme, però ricorda che Wikipedia non è un forum.

Hai già provato a fare una ricerca...?

 

Cos'è l'Oracolo?
« Ogni uomo è un eroe e un oracolo per qualcuno » (Ralph Waldo Emerson, Letters and Social Aims (1876))
  • Se ci sono informazioni che non riesci a localizzare sull'enciclopedia, o hai domande su contenuti che normalmente potresti trovare su un'enciclopedia ma non trovi su Wikipedia, prova a lasciare un messaggio qui.
  • Non c'è alcuna garanzia che le risposte che ti vengono fornite siano corrette, né che qualcuno ti risponda.
  • Alcune risposte potrebbero essere accompagnate da ironia e voglia di scherzare, che non vanno scambiate per intento apertamente derisorio: qui non morde nessuno.
  • Se in seguito trovi la risposta alla tua domanda qui o in altra sede, per favore aggiungi alle voci relative le informazioni mancanti, aiutando Wikipedia a crescere e diventare sempre più completa.
  • Le risposte alle tue domande vengono scritte in questa pagina, dove resteranno visibili per 30 giorni; in seguito verranno spostate nell'Archivio dell'Oracolo.
  • Per favore, non lasciare il tuo indirizzo e-mail: Wikipedia è pubblicamente consultabile e rischi di ricevere posta indesiderata.
  • Firma sempre i tuoi messaggi con 4 tildi: ~~~~ (vedi anche Aiuto:Firma).



_linee ferroviarie senza relativa cartina geografica_Modifica

_per ignoranza informatica o anche per oscurita' delle istruzioni d'ingresso non riesco ad entrare in wiki bar___ ripiego mandando a voi il messaggio affinche' gentilmente lo giriate a chi di dovere___ __SUGGERIMENTO O RICHIESTA A WIKI BAR>>>un certo numero di voci riguardanti linee ferroviarie (attuali o scomparse) non sono corredate da cartina geografica della zona interessata_il format verticale pare non illustrare adeguatamente il rapporto ferrovia-territorio__ x __piu' in generale parrebbe anche molto saggio (non essendo tutti informatizzati) avere una unica modalita' d'entrata per le varie sezioni o quantomeno istruzioni piu' precise__ _scusandomi per l'irritualita' (peraltro a fin di bene), faccio saluti ed auguri_ x x x --79.25.223.118 (msg)

romanzo di fantascienza degli anni 50 con protagonista neroModifica

cb La discussione proviene dalla pagina Aiuto:Sportello informazioni.
– Il cambusiere ValeJappo【〒】 13:29, 26 nov 2020 (CET) Buongiorno. Non riesco più a ricordare il nome di un romanzo di fantascienza degli anni 50 (0 60) dove alla fine si scopre che il protagonista eroe è nero. A me pare che l'autore fosse Vonnegut o van Vogt, ma non ne sono sicuro. E' un romanzo importante anche come tema sull'antirazzismo, ma non riesco proprio a ricordarlo? Mi sapete aiutare?Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.33.97.221 (discussioni · contributi) 13:26, 26 nov 2020 (CET).

Non hai qualche informazione in più sulla trama? (Ad esempio in che nazione era ambientato? Cosa succedeva? Il razzismo / antirazzismo era il tema principale?) --Meridiana solare (msg) 14:04, 26 nov 2020 (CET)
Mi ricordo un racconto che faceva più o meno così (cito a memoria):

«Popoli della Terra, finalmente sarete accolti di nuovo nel seno della Federazione dei Pianeti da cui eravate stati esiliati. Finalmente abbiamo trovato una cura alla malattia terribilmente invalidante che migliaia di anni fa ha infettato gli abitanti della Terra e che aveva causato il vostro allontanamento. Quindi non preoccupatevi, se qualcuno di voi è ancora bianco non si deve vergognare, adesso possiamo curarlo.»

Era questo? --Lepido (msg) 14:48, 26 nov 2020 (CET)
Allora, il libro non l'ho mai letto, ma ricordo di aver letto il riferimento sopra scritto sul mio manuale di letteratura del liceo. Purtroppo il manuale l'ho venduto anni fa, per cui non posso ritrovarlo. Non credo fosse un romanzo sul razzismo, ma la genialata stava nel far identificare il lettore medio (che a quei tempi era un bianco) nel protagonista per poi fargli scoprire alla fine che si era identificato per tuto il tempo con un nero. Ero convinto fosse un fatto conosciuto, dal momento che era su un manuale scolastico, ma finora Google non mi è stato d'aiuto. Mi par di ricordare che l'autore fosse uno di quelli sopra da me citati, ma non posso esserne sicuro al cento per cento. Si trattava di un autore americano ed erano gli anni 50 (o al limite 60). Il genere era fantascienza, credo fossero terrestri contro alieni ma non potrei giurarlo. A cosa si riferisce il testo riportato? Grazie. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.33.97.221 (discussioni · contributi).
"autore fosse uno di quelli sopra da me citati" dove?
Io ricordo un racconto del genere, che era appunto terrestri contro alieni, e alla fine si scopre di essersi identificati per tutto il tempo con un alieno (non con un nero). Non ricordo però titolo nè autore. --Meridiana solare (msg) 16:31, 26 nov 2020 (CET)
Sì, quello è un racconto bellissimo che si intitola Sentinella. Può essere che fosse stata una fonte di ispirazione per il romanzo che dico io. Gli autori potrebbero essere Vonnegut o van Vogt, sono sicuro quasi al cento per cento.Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.33.97.221 (discussioni · contributi) 16:42, 26 nov 2020‎ (CET).
A me viene in mente L'anno del sole quieto (magnifico romanzo).—GJo ↜↝ Parlami 17:42, 26 nov 2020 (CET)
P.s.: mi raccomando: firmati!—GJo ↜↝ Parlami 17:45, 26 nov 2020 (CET)
Beh, in Fanteria dello spazio (1959) il protagonista non è "nero" nel senso di "origine africana", ma è comunque... non-bianco. E viene detto solo alla fine (non ditelo a Verhoeven, eh! per quanto mi piaccia il suo film, non c'entra niente col libro ... e non solo per il colore della pelle del protagonista!) --95.252.29.164 (msg) 08:09, 27 nov 2020 (CET)
Allora @151.33.97.221, era Fanteria dello spazio o no? Sono curioso di sapere se l'ho azzeccata (però non è di Vonnegut né di van Vogt!)--87.5.122.16 (msg) 17:59, 2 dic 2020 (CET)
No purtroppo non è quello, ma grazie, suona interessante!Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.33.97.221 (discussioni · contributi).
Mannaggia, non l'ho azzeccata! Comunque mai disperare, una volta ho ricevuto la risposta giusta... dopo 5 anni! :) ! p.s. Usa la firma!!! --82.52.57.248 (msg) 10:07, 4 gen 2021 (CET)
In "Il gatto che attraversa i muri" di Heinlein si scopre quasi per caso che l'eroe Colin Campbell è nero ma il romanzo è dell'85, credo. In "La via delle stelle" (Tunnel in the Sky) del '55, anche die Heinlein, l'eroe Rod è probabilmente nero ma ciò è solo suggerito ma non affermato esplicitamente. 2003:F5:6F18:ED00:40E1:C2AF:BF93:B804 (msg) 13:29, 20 dic 2020 (CET) Marco PB
Chi lo sa, forse, ma non credo, grazie a tutti!Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.33.97.221 (discussioni · contributi).

Nitrogen-vacancy Center: cosa indica esattamente?Modifica

Riconosco che la mia domanda è molto difficile e specifica di certi argomenti di matematica e geologia di cui ne so meno di niente, per cui mi scuso per eventuali fraintendimenti.
Sto facendo la traduzione dall'inglese di un manuale di un cannocchiale da puntamento digitale che si monta su armi da fuoco. Fra le specifiche tecniche di questo cannocchiale c'è un campo che dice: "NV Detection Range", che in questo caso corrisponde a 200 iarde (l'articolo è stato spedito dalla Gran Bretagna, che in genere usa il sistema imperiale per la misura). Sono andato a cercare su google questo NV Detection Range e mi è uscito fuori questo articolo di Wikipedia ingelese che tratta di un argomento che riguarda però i diamanti. Siccome non penso che il cannocchiale faccia uso di diamanti (lo ripeto, sono ignorante in materia), pongo 2 quesiti:
1) Siccome la pagina "Nitrogen-vacancy center" a prima vista mi sembra enciclopedica, si può proporne la traduzione/creazione al Progetto:Scienze della Terra? In tal caso, come la potremmo intitolare?
2) Questo "Nitrogen-vacancy center" ha qualcosa a che fare con uno dei dispositivi del cannocchiale? Lo chiedo per non cannare la traduzione.--Gybo 95 (msg) 22:21, 23 dic 2020 (CET)

Io avevo pensato a Non-Visual o Near-Visual per indicare una sensibilita` all' infrarosso. Ma una ricerca mi fa pensare a Night-Vision che significa (quasi) esattamente lo stesso.--Suppongoche (msg) 22:37, 23 dic 2020 (CET)
Effettivamente questo cannocchiale ha due modalità, visione diurna colorata e visione notturna con tre colori, ma attendo altri pareri.--Gybo 95 (msg) 22:49, 23 dic 2020 (CET)
Tenderei a escludere che il cannocchiale abbia a che fare con la "Nitrogen-vacancy center" , anche se non la conosco, ma penso sia un caso di Vacanza (chimica) indicata nella pagina di disambiguazione Vacanza (disambigua) (aggiunta: Ah ecco, l'ho trovata in Difetto di vacanza) , in inglese presumo sia en:Vacancy defect.
Nel manuale del cannocchiale la sigla "NV" è utilizzata anche in altri punti? --Meridiana solare (msg) 00:00, 24 dic 2020 (CET)
No, la sigla NV è usata una sola volta solo nella sezione delle caratteristiche tecniche.--Gybo 95 (msg) 00:21, 24 dic 2020 (CET)
Prova a cercare "NV camera"--Suppongoche (msg) 07:18, 24 dic 2020 (CET)
In questo caso mi si presentano vari modelli di videocamere accomunate dal fatto che dispongono di "night vision" e "night recording". Io nel dubbio ho lasciato intendere visione notturna, il cui raggio di rilevamento presumo sia inferiore rispetto alla visione diurna.--Gybo 95 (msg) 09:52, 24 dic 2020 (CET)

Rivoluzione e Guerra CivileModifica

--Zgido Syldg (msg) 00:20, 26 dic 2020 (CET)

Salve In ambito storiografico, sono denominati talvolta "rivoluzioni", talvolta "guerre civili", eventi dalle dinamiche molto simili. Una rivoluzione è un movimento organizzato e violento col quale si instaura un nuovo ordine sociale o politico, mentre una guerra civile è una guerra motivata da contrasti ideologici o di interessi tra gruppi di cittadini di uno stesso stato. Però, nella storia, molti eventi definiti "rivoluzioni" si sono configurate come conflitti paragonabili alle guerre civili, con vere e proprie armate rivoluzionarie che hanno fronteggiato e talvolta tenuto testa ad eserciti regolari, e che hanno causato profonde fratture sociali nei rispettivi paesi. È possibile stabilire con sicurezza cosa distingue una rivoluzione da una guerra civile?Zgido Syldg (msg) 00:20, 26 dic 2020 (CET)

Lo storico Alessandro Barbero, in alcune sue conferenze, da una definizione molto semplice ed efficace della differenza tra rivoluzioni e rivolte (che in pratica sono guerre civili) : le rivoluzioni sono quelle che vanno a finire bene per i rivoltosi creando uno sconvolgimento, le rivolte quelle dove ai ribelli le cose vanno male e, una volta terminata la ribellione, si ritorna alla condizione di partenza. --Postcrosser (msg) 01:59, 26 dic 2020 (CET)
Grazie.Zgido Syldg (msg) 09:06, 26 dic 2020 (CET)
Se ho ben capito, le guerre civili contengono tre sottinsiemi: Rivoluzioni, Rivolte e tutto il resto (ad es. quelle di cui parlano Cesare nel "De Bello Civile" e Montanelli ne "L' Italia della Guerra Civile" a cui nessuno ha attaccato le due precedenti etichette). Vale la pena di osservare come il significato astronomico di rivoluzione (tornare al punto di partenza) sia quello che Barbera da` a rivolta. Nessuno pensi che sto criticando Barbera: rendere compatibili le cose e` opera divina, non umana. Suppongoche (msg) 11:04, 27 dic 2020 (CET)
Grazie.Zgido Syldg (msg) 20:56, 1 gen 2021 (CET)

OracoloModifica

chiedo scusa ma permettetemi due parole

Non dev'essere facile essere un Oracolo, occorre una propensione all'altruismo non da poco. Si eroga gratuitamente conoscenza senza avere niente in tasca, senza nemmeno che sia un atto dovuto. Un esempio da seguire, dinnanzi alla meschinità, all'ingordigia e all'egoismo, alle brutte intenzioni e la maleducazione (la tua brutta figura di ieri sera...). La generosità, ecco cosa rappresenta l'Oracolo. L'elargire conoscenza a tutti. Renderci meno ignoranti. E il bello che dietro l'oracolo ci sono persone, che con il loro picoclo contributo rendono speciale questa rubrica. E quindi, nel periodo più magico dell'anno, ritengo giusto, sia perché ho chiesto personalmente qualcosa all'Oracolo, sia perché non ho nulla da fare per via della zona rossa e quindi ho tempo per fare messaggi profondi, e sia perché ho bevuto una quantità di vino necessaria a rendermi esplicito e disinibito ma ancora consapevole di ciò che faccio e voglio fare, augurare a tutti gli Oracoli un buon Natale e un felice 2021. Che almeno sia migliore del 2020, non che ci voglia molto. --87.17.142.217 (msg) 20:46, 26 dic 2020 (CET)

Grazie. Belle parole. Chiunque può essere utile qui su wiki (e anche nella vita reale) basta dare una piccola mano secondo le proprie competenze, le proprie attitudini e nella misura in cui le 1000 altre attività quotidiane ci lasciano un po' di tempo libero da dedicare agli altri. Mi associo agli auguri di Ip 87.17... a tutti noi, invitandolo ad unirsi alla squadra.--Flazaza (msg) 22:50, 26 dic 2020 (CET)
In questo caso la risposta dell'Oracolo è facile: Grazie. E buon Natale e felice 2021 anche a te. --Meridiana solare (msg) 23:13, 26 dic 2020 (CET)
Mi associo agli auguri a te e a tutti gli Oracoli e i visitatori di questa pagina :) --Postcrosser (msg) 00:17, 27 dic 2020 (CET)
Viva gli oracoli! --79.49.197.194 (msg) 13:19, 27 dic 2020 (CET)
Auguri di buon anno all'eclettico oracolo e a tutti i suoi sacerdoti. Che la conoscenza sia sempre condivisa da chi ne è portatore! --37.160.36.211 (msg) 16:31, 31 dic 2020 (CET)

Creazione di voce non esistenze: dalla bozza alla pubblicazioneModifica

Ho creato una voce che non esisteva (https://en.wikipedia.org/wiki/Draft:Alberto_Priori), ma resta sempre una bozza. Quali sono le procedure e i tempi per la pubblicazione? --Cristina Muntoni contributor (msg) 22:31, 26 dic 2020 (CET)

  Fatto allo sportello informazioni -SixthGrave 22:50, 26 dic 2020 (CET)

Sostanza misteriosaModifica

Sommo Oracolo, mi trovo ancora una volta di fronte ad un tremendo dilemma. Tutto ha avuto inizio con la bollitura di un gambo di cardo (l'arcano si cela spesso nei contesti più improbabili). L'acqua di bollitura, dopo l'aggiunta di dado vegetale (quindi sostanzialmente sale, glutammato e aromi), è stata conservata in pentola per alcune ore, e da limpida quale era (debolmente giallognola, colorazione dovuta sostanzialmente all'aggiunta del dado) è diventata verde! Ma non un verde tanto per dire, proprio un bel verde deciso (vedere foto a latere), e in un certo qual senso poco ..."naturale". Mi sarei aspettato di trovare al limite un liquido bruno, quasi nero, avendo avuto tutto il tempo per ossidare, ma quel colore proprio non me lo sarei mai aspettato. Al che penso: "... e se fosse sensibile al pH?". Aggiungo una spruzzata di succo di limone ed ecco che il brodo diventa giallo. E qui la domanda: quale sostanza (o gruppo cromoforo) potrebbe essere la responsabile del viraggio? Purtroppo non ho modo di misurare il pH della soluzione, ma presumo che il viraggio avvenga attorno a pH 7 (l'acqua di cottura è particolarmente calcarea, quindi il brodo senza succo dovrebbe essere debolmente basico) --Samuele Madini (msg) 22:20, 29 dic 2020 (CET)

Allora, qualche considerazione: innanzitutto se è diventato verde dopo alune ore di riposo, probabilmente non è il pH debolmente basico che ha colorato la sostanza di partenza ma l'ossidazione (una reazione acido base è veloce, un'ossidazione è lenta). Non dico che la sostanza in questione non cambi colore con il pH, ma nella forma ridotta non ha colorazioni così intense, tanto che prevale il colore del brodo. Poi il ritorno al giallo con il limone (che può benissimo significare incolore vista la presenza del brodo) può essere dovuto al viraggio acido-base della molecola ossidata, oppure che l'acido ascorbico del limone ha un potenziale redox più basso della molecola misteriosa e l'ha ridotta facendola tornare al punto di partenza.
Comunque non so esattamente quale molecola sia, ma dal comportamento descritto sa tanto di qualche membro della famiglia dei flavonoidi. Sono antiossidanti (ergo, si ossidano facilmente) e sono colorati, oppure lo diventanio intensamente cambiando il pH o con i processi redox. Ma è solo un ipotesi--95.244.118.63 (msg) 08:24, 30 dic 2020 (CET)
Sicuramente la molecola si è formata in seguito ad un processo di ossidazione. Ho fatto qualche "esperimento", e parrebbe essere di fatto sensibile al pH (dopo aver acidificato con succo di limone o aceto, aggiungendo bicarbonato torna verde, virando nuovamente con aggiunta di acido e così via...). Inoltre il brodo inizialmente era leggermente brunastro ma di una tonalità molto meno intensa rispetto al "giallo" che appare dopo l'acidificazione, il che mi fa comunque sospettare per una colorazione dovuta al pigmento virato --Samuele Madini (msg) 14:05, 31 dic 2020 (CET)
Bravissimo che hai fatto la prova con il bicarbonato. Quindi sì, è una sostanza naturale la cui forma ossidata è molto colorata in ambiente alcalino e vira in ambiente acido. Adesso che sostanza è? Boh, ripensandoci oltre ai flavonoidi un'altro possibile candidato è la cinarina, vista la famiglia della pianta. Purtroppo non ho i casa cardi o carciofi da fare delle prove, non so che colore assume la cinarina ossidata. Però secondo me il ballottaggio è tra lei e qualche membro dei flavonoidi, che nei cardi non mancano.Purtroppo l'unico modo per determinare cos'è davvero sarebbe fare una bella cromatografia su colonna del tuo brodinoper isolare il composto che ci interessa, e poi fare un bell'H-NMR--79.41.133.52 (msg) 20:37, 31 dic 2020 (CET)
[↓↑ fuori crono] Potrebbe valerne la pena. Se ho scoperto una nuova molecola con qualche utilità in chimica analitica la voglio chiamare "brododicardina"--Samuele Madini (msg) 10:27, 1 gen 2021 (CET)
Se può essere utile, so che per evitare quando si tagliano i carciofi di trovarsi le mani "sporche" (o per meglio dire "colorate") si mettono a mollo con un po' di succo di limone. Forse cercando su Google si trova qualche informazione in più su questo "rimedio della nonna" (mi pare si chiamino così) e la sua spiegazione chimica. --Daniele Pugliesi (msg) 02:56, 1 gen 2021 (CET)

Domanda tecniche fotograficheModifica

Oh sommo Oracolo... sono al tuo cospetto per una domanda sulle tecniche fotografiche. Se su Wikimedia Commons una fotografia è stata realizzata mediante Procedimento a colori per formazione di coloranti, come diavolo compilereste il c:Template:Technique? Grazie sommo Oracolo --Valerio Bozzolan (msg) 16:31, 31 dic 2020 (CET)

C'entra niente la voce Distruzione di coloranti riguardo a tale processo? --Daniele Pugliesi (msg) 02:58, 1 gen 2021 (CET)
Uh che belle figure! OK non ho idea di cosa sto leggendo.. asd --Valerio Bozzolan (msg) 16:24, 2 gen 2021 (CET)

Un video che mi confondeModifica

In questo ( https :// you tu.be/ wWPB23quSa8 ) video, il pupazzo piccolo, prima degli auguri di Five, dice: “Giulio Cesare, noto statista, nato a Portici il 10 marzo 1821...” . Si tratta di Gaio Giulio Cesare o sono informazioni inventate? --158.148.125.24 (msg) 19:45, 31 dic 2020 (CET)

Di sicuro non è quel Caio Giulio Cesare, che è nato circa 2 millenni prima. --Meridiana solare (msg) 19:50, 31 dic 2020 (CET)

Comando vocale fotocamera smartphoneModifica

Ho appena cambiato telefono, e proprio non riesco a capire come attivare il controllo vocale della fotocamera del Galaxy A20e : sul vecchio Galaxy S3 Neo mi bastava aprire la fotocamera e dire "scatta" oppure "cheese" e veniva scattata una foto, opzione comodissima quando non potevo cliccare manualmente sul tasto. Nel nuovo telefono non ho capito come attivare i comandi vocali, e l'unica cosa che ho trovato è tenere premuto il tasto home, chiedere "scatta una foto", aspettare che venga aperta l'app della fotocamera (anche se era già aperta) e aspettare che venga scattata la foto, il tutto senza vedere cosa sto inquadrando. Sapete come fare ad attivare il comando "scatta" diretto? O se esistono delle app con cui è possibile farlo? Le mie ricerche su Big G sono state infruttuose --Postcrosser (msg) 22:58, 1 gen 2021 (CET)

Googlando mi sembra di aver capito che quel "capolavoro" di Bixby interferisce con l'autoscatto vocale. Quindi prima devi disattivare Bixby Voice e poi sull'App della fotocamera vai su Impostazioni > Metodi di Scatto > Comandi Vocali e selezioni ON. ...spero... ;) Ultimamente Samsung prova a complicarci la vita, eliminando le funzioni più utili e semplici ad esempio la radio FM.--Flazaza (msg) 08:59, 3 gen 2021 (CET)
Eh, il fatto è che tra i metodi di scatto selezionabili nella fotocamera non c'è comandi vocali. Cosa che mi sembra assurda visto che la funzione era invece presente in un modello di 7 anni più vecchio. --Postcrosser (msg) 15:09, 3 gen 2021 (CET)

Nome di due governi con PdC omonimoModifica

Buongiorno, Ho una domanda: L'attuale Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana è Giuseppe Conte, e i suoi governi si chiamano Governo Conte I e Governo Conte II, se in futuro venisse nominato un PdC di nome Pinco Conte, come si chiamerebbe il suo governo per distinguerlo da quello di Giuseppe Conte? --32PDCMIRLO (msg) 21:16, 2 gen 2021 (CET)

Non ci sono "regole" fisse. Dovesse capitare, prenderà piede la definizione più pratica. --Captivo (msg) 10:52, 3 gen 2021 (CET)
Mi verrebbe fa pensare che, banalmente, si userebbe nome+cognome, quindi "governo Giuseppe Conte I", "governo Giuseppe Conte II" e "governo Pinco Conte". Però ovviamente non è possibile saperlo. --Syrio posso aiutare? 14:29, 4 gen 2021 (CET)
Negli Stati Uniti d'America è già successo (George H. W. Bush e George W. Bush, quindi pure con 2 nomi molto simili...). Come vengono chiamati i relativi governi? --Meridiana solare (msg) 14:58, 4 gen 2021 (CET)
Negli USA, per distinguere il POTUS figlio dal POTUS padre dicevano "dabliiu busc". OT Ricordo un simpatico scherzo che l'entourage di Clinton, liberando gli uffici della Casa Bianca fece al team del neo-eletto George W. Bush: tolsero da tutte le tastiere dei PC e delle macchine da scrivere la lettera "W" a voler rimarcare la sostanziale equivalenza tra padre e figlio.--Flazaza (msg) 15:05, 4 gen 2021 (CET)

Statistiche sulla vaccinazione Covid-19Modifica

Salve Wikipediani, sapete indicarmi un siti che riporta l'andamento della campagna vaccinale per i diversi stati? Su worldometer ci sono solo i dati legati alla pandemia ma non quelli sui vaccini. --2.37.205.114 (msg) 14:16, 3 gen 2021 (CET)

[1] --82.52.57.248 (msg) 09:59, 4 gen 2021 (CET)
qui quella mondiale --Ap7189ap 07:13, 5 gen 2021 (CET)

Che ora è?Modifica

In un atlante geografico del 1969 che ho in casa c'è anche la mappa del mondo diviso a spicchi dei fusi orari. Ci sono stati/territori che sono colorati di grigio, che dalla legenda sarebbero quei posti dove non vige alcun sistema di ora. I posti in questione sarebbero l'Arabia Saudita, gli Yemen del nord e del sud, gli Stati della Tregua (oggi Emirati Arabi Uniti), il sultanato di Mascate (oggi Oman), il protettorato britannico del Bahrein e la Mongolia e la Groenlandia. Secondo un'altro atlante che ho in casa, dell'82, l'unico stato che non ha un ora è l'Arabia Saudita e la Groenlandia. Oggi l'arabia è UTC + 3, e la Groenlanda ha i suoi orari.

La domanda che mi pongo è: ma nel 1969 in Mongolia o in Arabia (o nel 1982 in arabia), come concepivano il concetto di ora?

--95.232.117.158 (msg) 10:30, 4 gen 2021 (CET)

Forse non era un'ora legale, bensì ogni paese / città utilizzava un'ora locale (in base alla posizione del sole in cielo). O forse c'era un'ora legale, ma non era coordinata con il sistema internazionale dei fusi orari. --Meridiana solare (msg) 14:59, 4 gen 2021 (CET)
L' articolo Fuso orario ti dice quasi tutto quello che ti direi io. Posso aggiungere che i paesi con UTC+n+0.5 ed UTC+n+0.75 dovrebbero usare un approssimazione all' ora solare della capitale. Che in un posto come la Groenlandia di una volta il problema di "prendere l' equivalente del treno" non si poneva perche` l' aereo arrivava un giorno e partiva quello dopo. Che quando la Francia ha adottato l' ora del fuso (circa 1900) ha adottato quella di Parigi + 9 minuti (questa cifra puo` essere sbagliatissima) per non dire che usava Greenwich (ossia l' orgoglio nazionale puo` contare molto)Suppongoche (msg) 06:53, 5 gen 2021 (CET)

Aiuto:Criteri di enciclopedicità/BiografieModifica

Buon giorno. Tra i criteri non viene indicato un soggetto che ha registrato uno o più brevetti. Come ci si deve comportare con un "personaggio" che nella sua vita ha solo depositato uno o più brevetti? --93.66.74.141 (msg) 08:44, 5 gen 2021 (CET)

Personalmente non trovo alcuna importanza sul "numero" di brevetti, ma casomai la rilevanza dei brevetti depositati (anche un mio amico ha depositato 2 brevetti, di cui 1 ha iniziato a fruttargli economicamente, ma l'unico merito ve vedo nel mio amico è la sua capacità e perseveranza nel riuscire a concludere la procedura di deposito, estremamente complicata e costosa). Il brevetto/i è innovativo? Ha cambiato le abitudini/vita a qualcuno? Ha determinato la fortuna a persone e aziende? Queste sono le domande da porsi.... --Skyfall (msg) 10:51, 5 gen 2021 (CET)
Brrr... la procedura di deposito non la auguro a nessuno (impiegano anche anni per dirti che ti hanno rifiutato la domanda per un dettaglio, e tu hai pochissimo tempo per controbattere). Qualche anno fa la mia azienda ha iniziato un'aggressiva politica "più brevetti depositiamo, meglio è", con gratifiche sullo stipendio a chi avesse partecipato al programma. Quindi a mio nome e a nome di molti miei colleghi risultano parecchi brevetti... tutti IMHO irrilevanti. Non direi MAI che io o i miei colleghi siamo enciclopedici per questa cosa. --80.117.163.141 (msg) 09:55, 6 gen 2021 (CET)

Ipnosi regressivaModifica

Stavo leggendo questo articolo in cui Marisa Laurito racconta della sua vita precedente scoperta grazie all’ipnosi regressiva. Non trovate affascinante ciò? Credente nella vita precedente? --5.169.183.146 (msg) 22:01, 9 gen 2021 (CET)

C'è scritto anche in cima a questa pagina: Wikipedia non è un forum (e neanche l'Oracolo lo è). Ciò premesso, vedi Ipnosi regressiva. --Sesquipedale (non parlar male) 22:23, 9 gen 2021 (CET)

Femmina accabadora in GreciaModifica

La femmina accabadora è una figura del folklore sardo che rappresenta una donna che uccide delle persone in grande sofferenza fisica e psicologica. Ad un certo punto nella voce c'è scritto:

«Non ci sono prove della femmina agabbadora come tale, ma di donne che portavano conforto nelle famiglie dove c'era un moribondo, accompagnandolo fino all'ultimo istante. Aiutavano nell'agonia e davano sostegno, perciò erano rispettate da tutta la comunità, ma non uccidevano come invece pare avvenisse altrove (in Grecia)»

Chiedo: qualcuno ha notizie di questa figura in Grecia? Mi interesserebbe molto ma non trovo nulla. --Videoratt (msg) 23:00, 10 gen 2021 (CET)

Quell'affermazione è senza fonte (ho aggiunto il relativo avviso), cercando nella cronologia vedo che è stata aggiunta nel 2019 con questa modifica.
Cercando nel web ho trovato solo informazioni che le femmine accabadore oltre che in Sardegna c'erano in Salento e in Grecia. Non ho trovato indicazioni che in Grecia uccidessero. [@ Videoratt] --Meridiana solare (msg) 16:33, 12 gen 2021 (CET)
[@ Meridiana solare] sì infatti, neppure io, eppure mi ricordo di averlo sentito, forse a scuola... ma fonti non ne ho trovate. Per caso sei riuscito a capire come si chiamassero le accabadore, in Grecia? Videoratt (msg) 22:36, 12 gen 2021 (CET)
In effetti nell'antica Grecia erano le donne a vegliare il defunto, preparare il corpo e i rituali per la processione funeraria (vedi qui). C'era anche lo sottotipologia della Prefica, che si occupava di inscenare le pubbliche lamentazioni, le μοιρολόγια (moirologia), tradizione non del tutto scomparsa ai giorni nostri (vedi qui) e tra l'altro presente in moltissime culture, non solo quella greca (vedi en:Professional mourning). Ma un conto é occuparsi dei riti relativi al trapasso, un altro aiutare il trapasso. --Skyfall (msg) 16:56, 13 gen 2021 (CET)
Qui c'è una accurata ricerca sull'eutanasia nell'antica Grecia. In tutto il corpus letterario giunto a noi, non si parla esplicitamente che venisse praticata da donne. C'è da dire che dell'eutanasia ci sono o riferimenti generici, o disquisizioni filosofiche e morali. L'unica esplicita richiesta di eutanasia è presente in Le Trachinie, dove Eracle in preda all'immane dolore per colpa della tunica avvelenata data dalla moglie Deianira, chiede al figlio maschio Illo di porre fine alla sua vita. Oltre l'eutanasia, nelle tragedie greche si descrivono diversi omicidi per mano femminile (il più famoso è Clitennestra che uccise per vendetta il marito Agamennone), ma si tratta appunto di omicidi veri e propri, non di eutanasie. Detto questo, direi di togliere quel riferimento all'antica Grecia. --Skyfall (msg) 17:49, 13 gen 2021 (CET)
Adesso vado nelle supposizioni personali più selvagge: prefiche in greco mi pare che si dicesse Μοῖραι, termine che indica anche le Moire (le tre figure femminili personificazioni del destino, di cui Atropo recideva il filo della vita degli uomini). Considerato che, secondo lo studio che ho segnalato prima, non c'è traccia nel corpus letterario greco che l'eutanasia venisse praticata proprio dalle donne, non è che da tale polisemia nasce l'equiparazione tra femmina accabadora e prefica greca? --Skyfall (msg) 18:13, 13 gen 2021 (CET)
[@ Skyfall] Grazie mille, davvero interessante. In effetti ho in mente una qualche figura femminile greca associata alla morte sullo stile della acabbadora, ma probabilmente anche io faccio un misto tra questa e le Moire e le Prefiche (e aggiungerei le Pizie, che non erano associate alla morte ma comunque dovevano essere ben inquietanti lo stesso). Bisogna dire che amo sia la Grecia che la Sardegna, quindi leggendo quel riferimento mi si sono illuminati gli occhi. Entrambe mi hanno sempre trasmesso un piacevole senso di mistero. Ne approfitto per chiederti anche un'altra cosa che mi è venuta in mente. Anni fa lessi su Wikipedia di alcune grotte greche che si credevano essere abitate da divinità. Non ricordo a che periodo si riferissero (forse anche pre-elleinche), ma mi pare fossero divinità femminili (almeno una di sicuro). Ricordo invece che c'era la foto di una di queste caverne, e che era situata sul dorso scosceso di una montagna, in una zona impervia che solo un escursionista sarebbe stato in grado di raggiungere. Tu ne sai qualcosa?Videoratt (msg) 21:39, 15 gen 2021 (CET)
In Creta abbondano: la divinità preellenica Ilizia aveva una grotta sacra ad Inatos, presso Amnisos. L'ingresso è poco intreressante, ma non lontano ci sono le grotte di Matala, con l'ingresso a strapiombo su una scogliera, sebbene erano antiche tombe. Sempre a Creta spettacolari all'interno sono le grotte di Psychro che in realtà sono due: una indicata come "grotta delle dee" presso il Monte Ida, l'altra sacra a Zeus o ai Dattili (5 figure maschili, 5 femminili, associati al parto di Rea). A Creta ci sono altre grotte ancora. Nel resto della Grecia ce ne sono una miriade. --Skyfall (msg) 22:27, 15 gen 2021 (CET)
Sì, devono essere proprio quelle cretesi, grazie.Videoratt (msg) 22:49, 15 gen 2021 (CET)

Sito chiuso e possibile riaperturaModifica

Questo sito, consultabile fino ai primi 10 giorni di gennaio, conteneva l'elenco delle build di Windows 10. Poiché tra l'11 e il 14 gennaio è stato chiuso, il suo webmaster può riaprirlo con lo stesso indirizzo, magari cambiando l'hosting? Può funzionare in questo modo? --2001:B07:6442:8903:190A:F371:40C4:371 (msg) 15:16, 15 gen 2021 (CET)

Disuguaglianza di ClausiusModifica

Mi trovo a leggere riguardo la nota disuguaglianza:

Q_1/T_1+Q_2/T_2≤0 e ho capito come giungervi considerando Q2 come calore assorbito e Q1 (calore) ceduto sfruttando la nozione di rendimento partendo da
1+Q_1/Q_2=1-T_1/T_2 (Q1 considerato con segno) con facili passaggi algebrici.

Il punto dubbo è però questo: cosa succede se inverto i segni di Q1 e Q2 ossia considerassi una macchina che assorbe Q1 e cede Q2? Il dubbio mi sorge guardando il diagramma di Raveau dove vedo che considera anche Q1 positivi! Considera infatti la retta Q_2=-T_2/T_1Q_1 (che deriva dalla suddetta formula) sia per macchine termiche che per macchine frigorifere.

Ora, il punto che mi stona è che il rendimento è definito come 1+Q_1/Q_2=η (**) per una macchina termica, se inverto Q1 e Q2 -come fa nel diagramma pur consideranto la medesima relazione- ho una macchina frigorifera (mantenendo le sorgenti a Temperatura fissa). Ho quindi un ciclo frigorifero e la formula 1+Q_1/Q_2=η non ha più senso. Tuttavia la disuguaglianza di Clausius mi sembra valere per qualunque valore e segno di Q1 e Q2 (come si vede appunto dal diagramma), eppure parte sempre dalla formula (**) e quindi da considerazioni valide per MACCHINE e non per FRIGORIFERI. Perché quindi è una relazione generale?

Anche perché il rendimento in teoria è sempre positivo e minore strettamente di 1, in tal caso sarebbe negativo per una macchina frigorifera.

Lascio un link al diagramma succitato: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/53/Diagramme_de_Raveau.png

Ringrazio chiunque mi risponda :) --5.90.67.92 (msg) 17:25, 15 gen 2021 (CET)

Ti consiglio di non dimenticare di specificare T2>T1 perche` aiuta chi ti risponde (almeno quelli che entreranno nelle equazioni).
Quanto segue e` piu` dietrologia che fisica, ma Suppongoche (msg) 11:22, 16 gen 2021 (CET) sia quello che serve a chiarirti le idee.
Uno vuole definire il rendimento come
risultato = rendimento * "sforzo"
Nel caso della macchina termica, lo sforzo e` il calore preso da una sorgente, ed e` associato alla sua T. Nel caso del frigorifero, lo sforzo e` il lavoro che uno fa, che non e` associato ad una T definita. Quindi non e` che la (**) non abbia senso per un frigorifero, e` solo che l' eta cosi` definito non e` quello che viene naturale considerare rendimento del frigorifero (lo Zemansky lo chiama coefficiente di prestazione).
Si sa che una leva di 2o genere e` sempre vantaggiosa ed una di 3o sempre svantaggiosa. Ma se devo spostare una sorgente radioattiva stando a prudente distanza trovero` vantaggioso (nel senso di salutare) usare un 3o genere. Questo per dirti che bisogna stare attenti al fatto che le parole possono cambiare significato in modo piuttosto subdolo. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Suppongoche (discussioni · contributi) 11:22, 16 gen 2021 (CET).
Sono l'IP precedente e vorrei ringraziarti per la risposta e aver fatto notare il T2>T1,che è proprio come dici.
Mi piacerebbe chiarire meglio una questione: in effetti potrei accettare che la definizione di rendimento valga anche per frigoriferi come rapporto di lavoro e Q ceduto, tuttavia quello che mi preoccupa è altro: prendiamo il buon ciclo di Carnot, da definizione sappiamo che η=1+Q_1/Q_2 e proprio per le caratteristiche del ciclo giungiamo a dimostrare che η=1-T_1/T_2 (ragioniamo su questo particolare ciclo).
Fatto questo si passa al teorema di Carnot (valido per le macchine non per i frigo) che ci dice che ogni macchina reversibile ha rendimento pari a quello della macchina di Carnot quindi possiamo scrivere 1+Q_1/Q_2=1-T_1/T_2 sempre sotto l'ipotesi di reversibilità e da qui ricaviamo la disuguaglianza (poiché ogni macchina reversibile ha anziché una uguaglianza una disuguaglianza).
Tuttavia dobbiamo ricordarci che η=1-T_1/T_2 è stato ricavato dal ciclo di carnot, se io prendo un frigorifero in generale non abbiamo mica mostrato che 1+Q_1/Q_2=1-T_1/T_2 perché noi abbiamo ragionato sempre su macchine e non su frigoriferi. E' questo il punto che mi rende dubbioso. Non so se sono stato molto chiaro :D, ma ci spero! Grazie mille. --Matt.pas (msg) 14:10, 16 gen 2021 (CET)
Altro consiglio: linka l' articolo di wiki.fr sul diagramma di R, che mi avrebbe semplificato le cose.
Secondo me, stai cercando di conciliare due fonti che usano definizioni diverse: in una macchina termica e` un motore termico che produce sempre lavoro, nell'altra lo puo` sia produrre che assorbire. Suppongoche (msg) 08:02, 18 gen 2021 (CET)

UsucapioneModifica

In una villa di una persona altolocata negli USA, grande casa con un immenso giardino, un giardiniere, portoghese immigrato da pochi mesi, lavorava tranquillamente. Era una persona onesta, un immigrato regolare, senza famiglia o legami affettivi. Insomma a nessuno fregava nulla di lui, nemmeno al padrone snob. Ma a lui non importava perché almeno aveva da fare per tutto il giorno e comunque guadagnava i soldi necessari a vivere bene. Una sera, dopo una giornata di faticoso lavoro, torna al suo domicilio, un immondo appartamento in un palazzone fracasdsato nella periferia di una grande città, un posto dove l'affitto costa davvero poco, e la trova avvolta dalle fiamme. Non aveva molto, quindi di fatto la perdita è stata davvero minima, ma ad un tratto si trovava senza un tetto. Dormì i giorni seguenti per strada come un senzatetto, perché nessuno lo avrebbe ospitato, perché a nessuno fregava niente di lui. Di giorno lavorava, ma non disse niente al padrone del suo incidente, perché al pèadrone non importava nulla di lui. Un giorno mentre lavorava in giardino si rese conto di una cosa: il padrone non usciva mai in giardino! Era un cinquantenne viziato ereditiere che passava le giornate chiuso nel suo ufficio ad amministrare le sue ricchezze, per aumentarle ancora di più. Aveva un giardino e spendeva molti soldi per mantenerlo, ma non ci andava mai. E quindi il giardiniere portoghese pensò "Se io mi accampo qui, lui non se ne accorgerà mai". Fu così che comprò una tenda da campeggio e, con la omertosa complicità degli altri giardinieri (dovuta al semplice fatto che a loro non importava nulla di lui) la sera finito il turno lavorativo anziché andare per strada si infilava nella sua tenda. E andò avanti così per qualche mese. Un giorno si rese conto che era emigrato negli states non per vivere in quel modo, e si pose la classica domanda "ma io che cosa sto facendo della mia vita?". Sapeva che non poteva ambire a qualcosa di meglio in quelle condizioni, allora decise di iscriversi all'università. Frequentò il corso di filosofia. La mattina si alzava, e anzichè andarsene al lavoro andava all'università. Il padrone non se ne accorse mai, era troppo impegnato a stare nel suo ufficio. Gli altri giardinieri videro che non si presentava più, ma non si posero il problema: tanto a loro non importava nulla di lui. Nel frattempo al padrone venne un infarto, morì e la villona passò nelle mani del fratello, il quale ammirato dalla bellezza della villa che acquisì per eredità, ma affetto da un disturbo della personalità che lo rendeva timoroso di fare qualsiasi cambiamento nella sua vita, decise di rimanere a casa sua, mantenendo tuttavia la villa ereditata in condizioni perfette pagando opportunamente custodi e manutentori. Compreso il giardiniere portoghese. Nel corso degli anni di studi, con i soldi guadagnati ha sostituito la tenda da campeggio con una casettina in legno costruita con le sue mani. I giardinieri e il custode notavano che faceva qualcosa, ma tanto non gli importava nulla. Alla fine si laureò in filosofia. Trovò lavoro neòòa biblioteca della città, quindi decise di licenziarsi dal lavoro di giardiniere. Tuttavia per via degli affitti alti, decise di rimanere nella casetta di legno fino a quando non lo avrebbero cacciato. Ma nessuno era interessato a lui, e quindi nessuno li disse nulla. Dopo 5 anni di lavoro in biblioteca, visto che ormai erano 10 anni che viveva in quell'angolo remoto del giardino, decise di chiedere l'usucapione. Non so come è andata a finire

Ora la mia domanda è, se questa cosa fosse successa in Italia, il tizio potrebbe diventare proprietario per usucapione del pezzettino di terreno sul quale si è accampato per 10 anni senza che nessuno gli dicesse nulla? --87.0.150.115 (msg) 16:20, 16 gen 2021 (CET)

Innanzitutto la usucapione in Italia è dopo 20 anni, si riduce a 10 in casi molto particolari (es.contratto di compravendita viziato). Poi e soprattutto, perché si possa chiederla, occorre che il proprietario si disinteressi completamente (ci si "dimentichi") della proprietà. Il mio primo professore di diritto diceva che anche pagarci le tasse significa interessarsi. Pertanto, a meno che il proprietario vada all'estero, oggigiorno è molto difficile che capiti. --Skyfall (msg) 17:48, 16 gen 2021 (CET)

Ricordate il prione della mucca pazza?Modifica

Stavo cercando risposte a una curiosità: ricordo che nei primi anni del 2000 c'era il problema della mucca pazza, e per questo furono anche proibiti cibi come l'osso buco. Ne ero certo di questo fatto, tuttavia leggendo in rete trovo scritto in diverse fonti che l'osso buco ha midollo osseo e non spinale il quale - osseo - è stato dimostrato non contenere tale prione in capi infetti.
Da qui il dubbio: sono io che ricordo male e non fu mai proibito tale alimento, oppure fu proibito (ma a questo punto perché se privo di prioni come altri tagli?)?
Potrebbe essere la mia fonte di lettura sbagliata, ma ora sono incuriosito... qualcuno ricorda? --37.160.31.30 (msg) 11:06, 17 gen 2021 (CET)

Forse dovresti riportare il link di qualcuna di queste fonti. Per curiosità personale, premesso che non sono un macellaio nè un cuoco, ma come si fa a togliere il midollo spinale in una bistecca con osso buco? --Skyfall (msg) 12:06, 17 gen 2021 (CET)
@Skyfall: no ma anche io ho chiesto proprio perché ignorante sia chiaro eh :D, però il punto è che ciò che ha a che faro con l'osso buco dovrebbe essere midollo osseo e non lo spinale, forse questo risolverebbe il tuo dubbio. O forse, più semplicemente, non ho capito la tua obiezione appieno. --37.161.143.167 (msg) 14:39, 17 gen 2021 (CET)
L'osso buco da quel che ricordo no, e in quel periodo residievo nella madre dell'osso buco la Toscana, ma ricordo che sicuro le Fiorentine erano bandite, quelle si ;) --Il buon ladrone 14:44 , 17 gen 2021 (CET)

Casa di produzione farlocca dedicata ad uno ed un solo filmModifica

Avete mai notato, alla fine dei titoli di coda di un film, la dicitura "Copyright ANNO nome casa di produzione mai sentita prima"? Molto probabilmente la casa in questione ha un nome bizzarro che può essere palesemente o sottilmente legato al tema del film, non è nominata in altro punto dei titoli né di testa né di coda, non la vedrete mai più menzionata in nessun altro film, e non sarà citata nella voce di Wikipedia. E' una sorta di usanza e/o necessità e/o comodità, di creare una ditta farlocca dedicata ad uno ed un solo film, magari perché quel film ha più di una casa produttrice, e il nome del detentore del copyright deve essere uno solo e/o è più comodo per qualche motivo (ad es fiscale?) che sia uno solo? Sono sicuro di aver già notato questo schema più volte in passato, ma non mi viene in mente nessun esempio, eccetto ovviamente il film che ho appena visto, Arrival (film): la voce menziona diverse case di produzione, che infatti si vedono nei titoli di testa, ma alla fine dei titoli di coda si legge Copyright Xenolinguistics LLC. (Il nome Xenolinguistics è ovviamente legato al tema centrale del film, lo studio di un linguaggio alieno). Cercando questa ditta viene fuori solo quel film, ma niente riguardo alla ditta in sé. La "ditta" non è citata dalla voce di it.wiki e nemmeno da quella di en.wiki; è nominata su IMDB come "copyright holder" (detentore del copyright) ma per il resto è un "fantasma". Se mi vengono in mente altri esempi li aggiungo. Questo "fenomeno cinematografico" deve per forza avere un nome e qualcuno che lo studia / descrive. --79.16.237.128 (msg) 21:29, 18 gen 2021 (CET)

Curioso. Segnalo al Progetto:Cinema. --Sesquipedale (non parlar male) 10:43, 19 gen 2021 (CET)
Credo rientri nel più generale schema noto in gergo come Hollywood accounting, un complesso sistema di "contabilità creativa" volto a massimizzare i profitti della "casa madre" (lo studio cinematografico che è, di fatto, l'effettivo produttore dell'opera ma che risulta, sulla carta, un mero "fornitore di servizi" per la compagnia che lavora al film).
Famigerato è il caso di autori che hanno ceduto i diritti per la trasposizione cinematografica della propria opera per una percentuale sui profitti del film, per ritrovarsi di fatto con un pugno di mosche perché la società "proprietaria" del film non ha mai davvero realizzato, tecnicamente, alcun profitto (gli introiti vengono sistematicamente "trasferiti" alla casa madre come spese di servizio). -- Rojelio (dimmi tutto) 14:11, 19 gen 2021 (CET)
Grazie per le risposte! La voce inglese linkata è molto interessante, quindi il termine da usare per quella che io chiamo "ditta farlocca" sarebbe "sussidiaria" o società controllata ? (mi fa venire in mente Eurolat e il crac Parmalat) - Ricordavo la storia della causa legale intentata dagli eredi di Tolkien alla New Line Cinema, ma non immaginavo che ce ne fossero così tante altre silimi. Adesso però voglio recuperare i film citati nella voce (alcuni dovrei averli in DVD) per controllare se effettivamente il detentore del copyright è una società farlocca o è l'Aziendona Famosa. Intanto smentisco la mia stessa ipotesi che il detentore del copyright debba essere uno solo, ho trovato molti film con detentori del copyright multipli citati alla fine dei titoli di coda, ad esempio "Copyright Warner Bros and RatPac-Dune Entertainment". Curioso il caso di Ballerina (film 2016): i titoli di coda indicano "Copyright 2016 MITICO – GAUMONT – M6 FILMS – PCF BALLERINA LE FILM INC": una caterva di detentori del copyright, ma l'ultimo in particolare sembra proprio una "Casa di produzione farlocca dedicata ad uno ed un solo film" (per cosa starà PCF? non credo che stia per Partito Comunista Francese :D ma sembra uno schema ricorrente nei film franco-canadesi, "PCF nomedelfilm LE FILM INC"... hmmm, forse "production franco-canadienne"? ad esempio in fr:Aline_(film,_2020) e fr:Le Magasin des suicides). Segnalo questa domanda su Quora dove un utente fornisce un'altra possibile spiegazione al fenomeno della "Casa di produzione farlocca dedicata ad uno ed un solo film", cioè evitare di perdere troppi soldi in eventuali cause legali - intende però cause relative al contenuto controverso del film, NON cause relative a profitti e merchandising di cui si parla alla voce Hollywood accounting. Però l'utente non fornisce fonti, e pur facendo esempi di film dal potenziale contenuto controverso (Sully (film) e Deepwater - Inferno sull'oceano), non dice se effettivamente sono stati prodotti da una compagnia farlocca (non li ho quindi non posso controllare i titoli di coda, non so se posso fidarmi di IMDB, per Arrival ha citato la compagnia farlocca, ma per i tre film franco-canadesi non nomina mai "PCF nomedelfilm LE FILM INC"), e poi nomina la Disney che non ha assolutamente niente a che fare con i due film citati - quindi quello che dice "suona" sensato, sì, ma senza fonti sono anche un po' parole al vento. Ho trovato anche questa pagina di blog: ad un certo punto sembra definire proprio quella che io chiamo "Casa di produzione farlocca dedicata ad uno ed un solo film", e la chiama "shell company" o anche "Prod Co" o "Production Company", però sta parlando in particolare di film "indipendenti", e non sembra fare riferimento né ai trucchi di "contabilità creativa" né al concetto di pararsi le spalle da cause legali sul contenuto controverso del film (Nota: esiste una voce di en.wiki chiamata en:Shell corporation, ma la voce in sé non parla di film e non è linkata da en:Hollywood accounting); c'è una voce en:Production company, ma non mi sembra che descriva QUESTO concetto in particolare. Si parla di studios che diventano "virtuali", ma non di aziende mordi-e-fuggi dedicate ad un SINGOLO film. La nostra voce Film indipendente cita il fatto che spesso le case produttrici di film "indipendenti" sono sussidiarie di case più grandi, ma producono più di un film, non "uno per ogni sussidiaria"). Insomma, materiale ne trovo, ma frammentario, e che mi confonde ancora di più - mi sembra che manchi un posto dove trovare una trattazione comprensiva ed univoca del fenomeno. --87.9.122.160 (msg) 10:35, 21 gen 2021 (CET)

Domanda sulla voce: I delitti del bar lumeModifica

Nella voce dedicata alla serie televisiva dei delitti del bar lume noto che è riportata come data di uscita dell'ottava stagione, seconda puntata il 18 gennaio. Tuttavia noto che qui [link rimosso] è disponibile almeno da due giorni prima. Ma come è possibile che su un sito non ufficiale ci sia una puntata prima dell'uscita ufficiale? Qualcuno sa risolvere il mistero? --154.63.35.58 (msg) 23:59, 18 gen 2021 (CET) PS: in realtà lo stesso accadeva anche con la puntata 1 della ottava stagione, era disponibile sempre alcuni giorni prima, non è che su Wikipedia abbiamo una data di uacita errata nella voce? --154.63.35.58 (msg) 00:02, 19 gen 2021 (CET)

Attenzione: ho rimosso il link perchè provando ad aprirlo l'antivirus me lo segnala come sito pericoloso. Potrebbe essere un falso positivo di Avast, ma meglio non rischiare. --Postcrosser (msg) 02:08, 19 gen 2021 (CET)
Ho guardato il link, è un sito di streaming con mille pubblicità quindi hai fatto bene a toglierlo, resta però la domanda dell'IP 154... se già presente su quel sito (ho verficato ed è vero c'è) perché in effetti sulla nostra pagina è segnata una data posteriore? Sarebbe da cercare delle fonti più affidabili perché nei vari "giornaletti online" lo davano programmato per il 18 sera il che è errato a fronte dei fatti indicati. Ci vorrebbe qualcuno con sky che possa dirci quando è stato programmato effettivamente. --37.163.45.55 (msg) 09:37, 19 gen 2021 (CET)
Io ho sky, e confermo che la seconda puntata è andata in onda per la prima volta ieri sera (18 gennaio) alle 21:15 su Sky cinema uno. L'ho visto, so di cosa parlo. Esattamente una settimana prima, l'11 gennaio alle 21:25, stesso canale, è andata in onda per la prima volta la prima puntata di questa stagione. mistero.--79.37.147.52 (msg) 14:44, 19 gen 2021 (CET)
Non può essere che sul sito di streaming ci sia un fake, tipo solo il trailer della puntata oppure una puntata vecchia, giusto per acchiappare un po' di visitatori? --Postcrosser (msg) 14:55, 19 gen 2021 (CET)
Ragazzi confermo le puntate complete (non solo trailer) pubblicate su quel sito prima dei giorni di programmazione indicati dalla voce. Le segue un amico e le ha viste complete, non so spiegarmelo. --5.90.64.9 (msg) 16:43, 19 gen 2021 (CET)
Io sono andato a vedere: a parte il fatto che ho vinto un sacco di premi da un famoso supermercato e dei buoni benzina :-) e che MalwareByte mi implorava di lasciare perdere, effettivamente ho visto che sarebbero a disposizione dei video mp4 di più di un giga l'uno, quindi penso non si tratti di trailer, ma di robba bbuona :-) Io però non ho osato proseguire. --Lepido (msg) 19:45, 19 gen 2021 (CET)
Eh si, ma sono davvero curioso di capire come sia possibile, perché siamo coinquilini universitari e io passando in salotto mi sono soffermato a guardare qualcosa della puntata: era ambientata nell'era covid, ho letto la trama prima di scrivere e coincide con quel che ho visto (ho chiesto conferma e si tratta della seconda puntata). E tutto è successo due giorni prima del 18 sera; l'unica cosa che mi viene in mente è che qualcuno della produzione l'abbia caricato prima da qualche parte.
Seguo per curiosità la discussione, magari qualcuno ha ipotesi più plausibili. --5.90.32.194 (msg) 23:59, 19 gen 2021 (CET)
Può darsi che la seconda puntata sia stata caricata per errore in anticipo sulle loro piattaforme di streaming legali (NOWTV e Ondemand di Sky) e da lì in poi abbia preso il volo in giornata verso altri lidi.--79.42.34.167 (msg) 12:42, 20 gen 2021 (CET)
Ma il sito in questione è legale? --Meridiana solare (msg) 14:31, 20 gen 2021 (CET)
E in generale un utente che modo ha di sapere se sta vedendo un video in modo legale o se sia illegale? --Meridiana solare (msg) 14:32, 20 gen 2021 (CET)
Sky ondemand non so, su NOW TV era già disponibile la mattina del 18, ma non prima. Si però occhio a dichiarare di avere materiale piratato con l'IP visibile--80.180.57.144 (msg) 16:41, 20 gen 2021 (CET)
In effetti è una bella domanda quella di meridiana, ma come si fa a capire quali siti siano o non siano pirata? Ad esempio io non ho seguito minimamente la puntata e ho aperto il succitato link per vedere se fosse vero quanto scritto. Esempio personale, ma che sia io a dover decidere cosa sia legale o meno quando un ISP me lo rende disponibile lo trovo ridicolo. --37.163.13.238 (msg) 17:14, 20 gen 2021 (CET)

Power bank solari, quale serve davvero?Modifica

Ciao a tutti, vorrei acquistare un caricabatterie per il mio cellulare e vorrei comprarlo ad energia solare; purtroppo non so destreggiarmi bene tra amperaggi voltaggi eccetera! Vorrei dunque sapere dal mitico oracolo, se possibile, quale egli ritiene siano le caratteristiche di potenza di uscita per utilizzarlo con un normale telefono cellulare se sia anche utile valutare la capacità di ricarica della batteria attraverso il pannello o se devo scegliere un pannello particolare. Non vorrei spendere moltissimo però nemmeno prendere una cosa da €15 che sono sicuro non soddisfi. Grazie Oracolo! --151.73.163.79 (msg) 20:53, 20 gen 2021 (CET)

I valori di amperaggio, voltaggio, ecc. da utilizzare dovrebbero essere gli stessi presenti nel manuale o scheda tecnica del tuo cellulare. Se hai perso il manuale, dovresti poterlo trovare nel sito della marca in questione. Solitamente in tutti i manuali c'è una pagina verso la fine con riportate le caratteristiche tecniche. Per il pannello solare, esistono vari materiali di cui potrebbe essere costituito (silicio monocristallino, silicio policristallino, tellururo di cadmio, ecc.), la cui efficienza dipende non solo dalla natura chimica, ma anche dalla cristallografia del materiale e dalla purezza, per cui più che fare una scelta basata sul nome del materiale ti consiglio di leggere anche in questo caso le schede tecniche del materiale in questione fornite dallo stesso produttore, in modo da verificare quale è più efficiente. A parte questo, potrebbero essere d'aiuto vedere le recensioni di chi ha comprato il powerbank: infatti potrebbe capitare che sembra ottimo in realtà non funziona come sperato. Ad esempio ci sono celle fotovoltaiche con altissima efficienza quando vengono acquistate ma tale efficienza poi cala drasticamente nel tempo, per cui solo chi l'ha utilizzato sa se è effettivamente un prodotto di qualità o se è più simile ad un "usa e getta". Tieni conto anche dell'effetto memoria, ovvero a seconda di come carichi e scarichi le batterie del powerbank e del cellulare si consumano prima. Vale la pena quando l'acquisti leggere bene il manuale e attenerti a quanto c'è scritto. Male che vada se lo hai utilizzato come riportato dal fabbricante ma non funziona come dichiarato, puoi avvalerti della garanzia. Ti consiglio inoltre la rivista Altroconsumo: se trovi un numero della rivista dove si parla di powerbank solari, sicuramente i giudizi lì riportati sono più attendibili di quelli presenti sui siti web. --Daniele Pugliesi (msg) 22:43, 20 gen 2021 (CET)

Accelerazione in termini di areaModifica

Spero che quanto sto per dire abbia senso.

Si prenda un corpo simile ad un orologio, banalmente un bastoncino di lunghezza r, fisso ad una estremità, che posso far ruotare alla velocità che mi pare (a velocità costante). La velocità è  . Solo che quello che ottengo non è la velocià propria del corpo, perchè ogni punto del mio bastoncino ha una velocità diversa. infatti più mi allontano dal fulcro, più la velocità aumenta.

Allora decido di calcolare la velocità come area coperta dal bastoncino nell'unità di tempo, e la esprimo come  . Sembra strano ma l'ho già sentita la velocità come area coperta nell'unità di tempo, si misura in m2/s.

Ora ipotizzo di accelerare gradualmente la velocità di rotazione del bastoncino, fino ad arrivare au un periodo finale T'. Analogamente all'accelerazione periferica, la mia intenzione sarebbe calcolare l'accelerazione partendo dall'area coperta nell'unità di tempo.

Ci provo, faccio quindi  , esce questo risultato. Ho dovuto sostituire T con 3 e T' con 5.

Ha senso? si può calcolare un'accelerazione in termini di area?

Grazie mille --79.25.10.61 (msg) 11:59, 21 gen 2021 (CET)

Con orologio intendi la sua lancetta? --Meridiana solare (msg) 17:57, 21 gen 2021 (CET)
"Concettualmente" quello che scrivi ha perfettamente senso. I calcoli invece non tornano per nulla. ;-)
Una velocità espressa come "area al secondo" esiste eccome, nulla di strano: si chiama velocità areolare. È però definita in modo diverso dal tuo (non c'entra l'area "coperta dal corpo"); nel caso molto semplice della bacchetta, il risultato finale è una formula quasi identica alla tua, ma è solo una coincidenza: usa la distanza del baricentro dal riferimento (quindi r/2 anziché r), e quindi la velocità viene 4 volte più piccola della tua. È un dettaglio trascurabile, quindi usiamo pure la tua formula, che cambia poco.
L'idea di calcolare una corrispondente "accelerazione areolare" ha anch'essa senso, ma hai commesso due errori piuttosto grossi:
  • Innanzi tutto, l'accelerazione è la derivata temporale della velocità, non il suo integrale.
  • Derivate e integrali vanno calcolati rispetto alla "dimensione temporale", al "tempo che scorre" (quello che di solito, per convenzione, si indica con la "t" minuscola). T invece non è il tempo che scorre: è il periodo di rotazione.
Nella tua formula, tutte le quantità in gioco (il pi greco, il raggio r, il periodo T) sono costanti, e quindi la sua derivata temporale sarebbe... zero: se non cambi nulla, la velocità areolare sta mantenendo sempre quel valore lì e l'accelerazione è nulla.
Se però stai "[cambiando] gradualmente" il periodo di rotazione, allora il T della tua formula va scritto, più precisamente, come T(t), una funzione del tempo, che ci dice per ogni istante t quale valore di periodo di rotazione T avesse la bacchetta in quel momento. Adesso la derivata temporale diventa più interessante (è una "derivata di funzione composta": se non hai pratica, prendila per buona :-); occhio però che sto usando T' per indicare la derivata della funzione T, non c'entra nulla con il T' che usavi tu):
 
da cui si osserva che:
  • L'accelerazione ha segno opposto alla variazione di periodo: la velocità areolare aumenta quando il periodo diminuisce.
  • L'accelerazione è proporzionale a quanto velocemente cambi il periodo ("T'(t)"). Non dovrebbe sorprendere: più sei brusco tu a cambiare il periodo, più brusca è l'accelerazione, sono direttamente legati.
  • L'accelerazione è però anche inversamente proporzionale al (quadrato del) valore che il periodo ha già in quel momento. Forse un po' meno ovvio del punto precedente, ma torna pure questo: se un oggetto gira con periodo di un'ora e tu togli a quel periodo un secondo, la velocità di rotazione di quell'oggetto è rimasta pressoché identica; se però togli lo stesso secondo a un oggetto che gira con un periodo di due secondi, gli hai raddoppiato la velocità: i cambiamenti di T "hanno più effetto" quando T è piccolo.
-- Rojelio (dimmi tutto) 18:23, 21 gen 2021 (CET)

Elezione presidente USAModifica

Con il sistema vigente, se alle elezioni presidenziali USA un terzo partito riesce ad avere voti paragonabili ai dem e i rep, ed eleggere dei grandi elettori in modo che nessun partito abbia la maggioranza assoluta, ed ovviamente ciascun grande elettore vota il candidato del suo partito con il risultato che nessuno venga eletto. Cosa succede in questo caso? Ipotizziamo pure che finisca che i 3 partiti abbiano ottenuto rispettivamente 179, 179 e 178 grandi elettori (okay nessun terzo partito è mai riuscito ad essere cosi importante, ma é solo un ipotesi) --93.33.67.55 (msg) 16:20, 21 gen 2021 (CET)

Vedi Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America#Lo scenario 1824. --Sesquipedale (non parlar male) 16:47, 21 gen 2021 (CET)

Cosa ha fatto Pierpao?Modifica

Niente di negativo contro Pierpao, sia chiaro. Anzi è pure simpatico. In un momento di sereno e disimpegnato cazzeggio stavo guardando le domande dell'archivio dell'Oracolo. Ho visto una cosa fatta da Pierpao che non capisco proprio. Parlo di questa, è lui via proxy, che manda una mail da un suo account ad un altro suo account. Ma poi cos'ha fatto? Come faccio a vedere anche io quei codici dalle email che mi arrivano? --87.14.142.140 (msg) 14:49, 22 gen 2021 (CET)

Adesso non ricordo ma suppongo fosse l header della mail ricevuta. Poi controllo••Pierpao (listening) 16:11, 22 gen 2021 (CET)
Quei codici sono l'header della mail. Alcune di quelle righe sono usualmente visualizzate dal software di "gestione" delle email, altre rimangono nascoste. Praticamente tutti i software di email hanno un comando per visualizzare l'intero header.
Se poi vuoi sapere cosa significano le righe una per una, la faccenda si fa un po' più complessa. --Captivo (msg) 23:11, 22 gen 2021 (CET)
Grazie per avermi risposto. Me lo potreste dire, cosa significano le righe?--95.246.147.51 (msg) 08:47, 23 gen 2021 (CET)

Come si fa a"pingare"?Modifica

Che cosa vuol dire"pingare"? Ho scritto una domanda per una voce che avevo realizzato e un amministratore rispondendo ha aggiunto "se non mi pinghi come faccio a sapere che ha scritto?" confesso che non so cosa voglia dire. Ho cercato su wikipedia ma non ho trovato la risposta... Grazie della risposta --Martinosacchi (msg) 10:39, 23 gen 2021 (CET)

Per la verità non è una domanda da Oracolo, ma piuttosto da Sportello informazioni. E' un modo per avvisare qualcuno che c'è un messaggio che lo riguarda, vedi Aiuto:ping. --Er Cicero 10:52, 23 gen 2021 (CET)