Akçakale

città turca
Akçakale
comune
Akçakale – Veduta
Localizzazione
StatoTurchia Turchia
RegioneAnatolia Sud Orientale
ProvinciaŞanlıurfa
DistrettoAkçakale
Amministrazione
SindacoAbdulhekim Ayhan (SP)
Territorio
Coordinate36°42′39″N 38°56′52″E / 36.710833°N 38.947778°E36.710833; 38.947778 (Akçakale)
Altitudine360 m s.l.m.
Superficie130 km²
Abitanti28 684[1] (2012)
Densità220,65 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale63 ХХХ
Prefisso(+90) 414
Fuso orarioUTC+2
Targa63
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Akçakale
Akçakale
Sito istituzionale

Akçakale (in arabo تل اأبيض) è una città e un distretto della provincia di Şanlıurfa nel sud-est della Turchia, vicino al confine siriano. La città conta circa 28.000 abitanti, mentre il distretto di 691 km² ha 82.093 abitanti (2009).

È punto di frontiera sulla strada D.885 fra Şanlıurfa e Tell Abyad in Siria. Si trova sulla strada TUR-D-885. Akçakale forma una città divisa con Tell Abyad in Siria, mantenendo un valico di frontiera.

Nell'ottobre 2014, i giornalisti del quotidiano scozzese Sunday Herald, Sheren Khalel e Matthew Vickery, documentarono la presenza dell'ISIS in città, a causa della natura porosa del confine tra la città di confine turca e Tell Abyad, che fu il controllo dell'ISIS[2] fino al 15 giugno 2015, quando la città è stata riconquistata dalle Unità di Protezione Popolare curde.

Il sindaco è Abdülhakim Ayhan (AKP).[3]

Città di confine di Akçakale in Turchia e Tell Abyad in Siria.
Distretti di Şanlıurfa

Scontro al confine siriano del 2012Modifica

Il 3 ottobre 2012, la città di Akçakale in Turchia è stata colpita da colpi di mortaio dall'altra parte del confine siriano a Tell Abyad, uccidendo cinque civili.[4][3][5]

ClimaModifica

Akçakale ha un clima mediterraneo caldo-estivo (Classificazione dei climi di Köppen: Csa).

NoteModifica

  1. ^ (EN) Population of province/district centers and towns/villages by districts - 2012, su rapor.tuik.gov.tr, Istituto di statistica turco. URL consultato il 4-5-2013 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2013).
  2. ^ Khalel, Sheren, No-one here trusts anyone anymore: Inside an Islamic State stronghold, su Sunday Herald, 25 ottobre 2014.
  3. ^ a b La Turquie riposte après des tirs d'obus syriens sur son sol, Le Figaro, 04/10/2012
  4. ^ Colpi di mortaio da Siria a Turchia Ankara risponde bombardando - Adnkronos Esteri
  5. ^ Turkey hits targets inside Syria after border deaths, BBC News, 4 ottobre 2012. URL consultato il 3 ottobre 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Turchia