Apri il menu principale

Abū l-Ḥasan ʿAlī ibn ʿAbd Allāh al-Numayrī al-Shushtarī (in arabo: ابو الحسن الششتري‎; Guadix, 1212Ṭīna, 1269) è stato un poeta sufi di al-Andalus (Spagna islamica), nato in epoca almohade e vissuto in epoca nasride.

Busto di al-Shustarī.

Indice

BiografiaModifica

Questo importante mistico trascorse gran parte della sua esistenza in al-Andalus, ma verso la fine della sua vita si diresse in Oriente. Morì a Ṭīna.[1]

Tra i suoi insegnanti ebbe Ibn Surāqa al-Shātibī (a sua volta allievo di Abū Madyan) e Ibn Sabʿīn, che incontrò per la prima volta a Bijāya nel 1248 e nel 1263 ancora in Egitto e a Mecca.

Le sue poesie sono ancora oggi utilizzate nella musica arabo-andalusa del Marocco e nella musica sufi.

NoteModifica

  1. ^ Presso Damietta.

BibliografiaModifica

  • Lemma «al-Shushtari» (Maribel Fierro, su: The Encyclopaedia of Islam, Brill, Leyden.
  • Corriente, Francisco, Poesía estrófica (cejeles o muashahat) atribuida al místico granadino ash-shushtari, Madrid, CSIC, 1988.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46802444 · ISNI (EN0000 0000 8124 8761 · LCCN (ENnr90002828 · GND (DE102415617 · BNF (FRcb12173172x (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie