Apri il menu principale

Alain Rolland

giocatore, allenatore e arbitro irlandese di rugby a 15
Alain Rolland
Alain Rolland - 2012-12-08 cropped.jpg
Rolland nel 2012
Dati biografici
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 176 cm
Peso 80 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union IRFU flag.svg Irlanda
Ruolo Mediano di mischia
Ritirato 1996
Carriera
Attività provinciale
1989-96 Leinster 40 (?)
Attività di club¹
1984-96 Blackrock College
Attività da giocatore internazionale
1990-95 Irlanda Irlanda 3 (0)
Attività da allenatore
1993 Irlanda Irlanda femminile
Carriera arbitrale
Iscrizione 1997
Attività internazionale
Internazionale dal 2001
Esordio Galles - Romania
(Cardiff, 19 settembre 2001)
Test match diretti 65
Coppe del Mondo maschili 2
Championship 6
Sei Nazioni maschili 8

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 13 maggio 2010

Alain Colm Pierre Rolland (Dublino, 22 agosto 1966) è un ex rugbista a 15, arbitro di rugby a 15, dirigente sportivo e allenatore di rugby a 15 irlandese, direttore di gara internazionale dal 2001 al 2014.

BiografiaModifica

Nato a Dublino da padre francese e madre irlandese, grazie a tali sue ascendenze è bilingue (francese e inglese); già giocatore come mediano di mischia del Blackrock College, rappresentò anche la provincia del Leinster 40 volte[1]; inoltre, fu tre volte internazionale per l'Irlanda tra il 1990 e il 1995 (uno dei suoi test match, l'ultimo, fu una sconfitta a Treviso contro l'Italia).

Rolland ebbe pure una breve parentesi da commissario tecnico: il 14 febbraio 1993, al Raeburn Place di Edimburgo, fu il selezionatore della prima nazionale femminile irlandese, che scese in campo contro l'anch'essa esordiente Scozia[2] e perse da quest'ultima con il punteggio di 0-10[2].

Ritiratosi nel 1996 all'avvento del professionismo[1] divenne arbitro; raggiunse la qualifica di internazionale nel 2001, anno in cui diresse il suo primo test match, il 19 settembre a Cardiff (Galles - Romania)[1].

Nel 2002 diresse il suo primo incontro nel Sei Nazioni, Scozia - Francia a Edimburgo e, l'anno seguente, diresse il suo primo incontro del Tri Nations, a Pretoria (Sudafrica - Nuova Zelanda).

Selezionato dall'International Rugby Board per la Coppa del Mondo di rugby 2003 ivi diresse quattro match, tutti in prima fase; quattro anni più tardi fu selezionato per dirigere la finale della Coppa 2007 allo Stade de France tra Sudafrica e Inghilterra[3].

Nelle competizioni europee di club, in cui esordì nell'ottobre 2000 dirigendo un match di Heineken Cup tra Tolosa e Saracens, Rolland vanta gare di prestigio quali la finale di Heineken Cup 2003-04, 2009-10[4] e ulteriori due finali consecutive di Heineken Cup, nel 2013 e nel 2014[5], quest'ultima anche la sua direzione finale nelle Coppe Europee[5], avendo deciso il ritiro alla fine di tale stagione.

A novembre 2014 Rolland ricevette dal comitato esecutivo del Sei Nazioni l'incarico di supervisore dello sviluppo degli arbitri di alto livello della Federazione Italiana Rugby[6].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Match Officials: Alain Rolland, su rwc2003.irb.com, World Rugby. URL consultato il 10 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2009).
  2. ^ a b (EN) 25 years on…, in The Scrum, 2 febbraio 2018. URL consultato il 30 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2018).
  3. ^ (EN) Rolland to Referee Final, su rwc2007.irb.com, World Rugby. URL consultato il 24 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2009).
  4. ^ Rolland To Referee Amlin Challenge Cup Final, su irishrugby.ie, Irish Rugby Football Union, 6 maggio 2010. URL consultato il 26 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2015).
  5. ^ a b (EN) Rolland To Referee His Third Heineken Cup Final, su irishrugby.ie, Irish Rugby Football Union, 2 maggio 2014. URL consultato il 26 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2015).
  6. ^ Alain Rolland incaricato dal Six Nations di seguire gli arbitri italiani dell’Alto Livello, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 28 novembre 2014. URL consultato il 26 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2015).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


Controllo di autoritàVIAF (EN218145542577296641433 · LCCN (ENn2015072479 · WorldCat Identities (ENn2015-072479