Alamanno Salviati

banchiere italiano
Alamanno Salviati
cardinale di Santa Romana Chiesa
Alamanno Salviati.jpg
Ritratto del cardinale Salviati
Coa fam ITA salviati.jpg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato21 marzo 1669 a Firenze
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Creato cardinale8 febbraio 1730 da papa Benedetto XIII
Deceduto24 febbraio 1733 (63 anni) a Roma
 

Alamanno Salviati (Firenze, 21 marzo 1669Roma, 24 febbraio 1733) è stato un cardinale italiano.

BiografiaModifica

Discendente della ricca e nobile famiglia dei Salviati di Firenze, conseguì il titolo di dottore in legge all'Università di Pisa nel 1696, quindi iniziò una carriera in ambito ecclesiastico.

Nel 1707 fu protonotario apostolico, mentre dal 1711 ricoprì l'incarico di vice-legato ad Avignone.

Nel 1717 divenne preside di Urbino. Papa Benedetto XIII lo nominò cardinale presbitero nel concistoro dell'8 febbraio 1730 con il titolo di Santa Maria in Ara coeli.

Altri incarichi ricoperti furono quelli di prefetto del Tribunale Supremo della Segnatura Apostolica di Giustizia dal 27 luglio 1730 e di legato ad Urbino nel biennio 1731-32.

Morì a Roma, ma il suo corpo venne riportato a Firenze dalla famiglia. Fu sepolto nella cripta della Cappella Salviati, vicino a Sant'Antonino Pierozzi nella chiesa di San Marco.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica