Apri il menu principale

Albana di Romagna passito riserva

distretto dell'Afghanistan

1leftarrow blue.svgVoce principale: Romagna Albana DOCG.

Albana di Romagna passito riserva
Dettagli
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
Resa (uva/ettaro)10,0 t
Resa massima dell'uva50,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
24,0%
Estratto secco
netto minimo
44,0 g/l
Riconoscimento
TipoDOCG
Istituito con
decreto del
13/04/1987
revocato nel 2011 
Gazzetta Ufficiale del20/10/1987,
n 245
Vitigni con cui è consentito produrlo
Disciplinare di produzione del 1987 in Agraria.org[1]

L'Albana di Romagna passito riserva è un vino prodotto nelle province di Bologna, Forlì-Cesena e Ravenna a cui nel 2011 è stato cambiato il nome per cui dovrà per il futuro essere commercializzato con l'etichetta Romagna Albana passito riserva rispettando il nuovo disciplinare.[2]

I dati qui riportati vengono conservati per fini storici.

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: da giallo paglierino a giallo oro brillante con riflessi ambrati.
  • odore: intenso, con chiare note fruttate e di muffa nobile.
  • sapore: pieno e intensamente dolce, gradevolmente acido.

VinificazioneModifica

L'Albana di Romagna passito riserva deve essere ottenuto da uve sottoposte ad un periodo di appassimento; in tale fase è ammessa l'utilizzazione di aria ventilata e deumidificata per la disidratazione delle uve; è inoltre ammesso l'appassimento in pianta con o senza aggressione degli acini da parte della cosiddetta muffa nobile (botrytis cinerea).

Sono consentite la vinificazione, la conservazione e l'affinamento in contenitori di legno; in tal caso i vini, al momento dell'esame organolettico, possono presentare il caratteristico sentore di legno.

Cenni storiciModifica

Abbinamenti consigliatiModifica

Zona di produzioneModifica

L'intero territorio amministrativo dei comuni di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Meldola, Bertinoro, Montiano, Roncofreddo, Longiano e parte del territorio amministrativo dei comuni di Savignano sul Rubicone, Cesena, Forlimpopoli e Forlì della provincia di Forlì-Cesena.

L'intero territorio amministrativo dei comuni di Riolo Terme, Casola Valsenio, Brisighella e parte del territorio amministrativo dei comuni di Castel Bolognese e Faenza della provincia di Ravenna

L'intero territorio amministrativo dei comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice e parte del territorio amministrativo dei comuni di Imola e Ozzano dell'Emilia della provincia di Bologna.

ProduzioneModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Ravenna (1990/91) 71,0
  • Ravenna (1991/92) 100,3
  • Ravenna (1992/93) 84,0
  • Ravenna (1993/94) 108,25
  • Ravenna (1994/95) 79,75
  • Ravenna (1995/96) 75,85
  • Ravenna (1996/97) 83,95

NoteModifica

  1. ^ [1] Disciplinare di produzione del 1987 in: Agraria.org
  2. ^ [2] Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - Disciplinari di produzione vini