Albert Forster

politico tedesco
Albert Forster
Albert Forster.JPG

Reichsstatthalter e Gauleiter della Prussia Occidentale
Durata mandato 8 ottobre 1939 –
30 marzo 1945
Capo di Stato Adolf Hitler
Predecessore carica istituita
Successore carica abolita

Presidente di Stato della Città Libera di Danzica
Durata mandato 23 agosto 1939 –
1º settembre 1939
Predecessore Arthur Greiser
(Presidente del Senato)
Successore carica abolita

Dati generali
Partito politico Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori
Albert Forster
Albert Forster.jpg
Albert Forster con l'uniforme da SS-Gruppenführer
NascitaFürth, 26 luglio 1902
MorteVarsavia, 28 febbraio 1952
Dati militari
Paese servitoFlag of Germany.svg Repubblica di Weimar
Flag of Germany (1935–1945).svg Germania nazista
Forza armataFlag of the SA (Sturmabteilung).svg Sturmabteilung
Flag of the Schutzstaffel.svg Schutzstaffel
UnitàPersönlicher Stab RfSS
Anni di servizio1923-1945
GradoSS-Obergruppenführer
GuerreSeconda guerra mondiale
DecorazioniCroce al merito di guerra di I Classe
voci di militari presenti su Wikipedia

Albert Maria Forster (Fürth, 26 luglio 1902Varsavia, 28 febbraio 1952) è stato un politico e militare tedesco.

BiografiaModifica

Forster frequentò il Ginnasio umanistico a Fürth, la sua città natale, dal 1912 al 1920. Divenne membro del Sturmabteilung locale nel 1923 e incontrò molti nazisti, tra cui Erich Ludendorff e Adolf Hitler, con i quali si alleò. Venne arrestato il 26 febbraio 1924 nella Corte di Monaco, dopo il colpo di stato di Hitler del novembre 1923. Nel 1930 fu eletto deputato al Reichstag e nell'ottobre dello stesso anno fu nominato Gauleiter della Città Libera di Danzica; assieme a Arthur Greiser portò alla crisi più profonda la questione della città di Danzica. Il 10 agosto 1939 Forster aveva iniziato l'ultima fase della crisi, pronunciando un discorso davanti a 60.000 persone ed annunciando il prossimo ritorno di Danzica alla Germania; il giorno successivo accompagnò Carl Burckhardt, Alto Commissario di Danzica per la Società delle Nazioni, per un incontro con Hitler all'Obersalzberg.

Il 1º settembre 1939, poche ore dopo l'inizio dell'invasione tedesca della Polonia, Forster inviò un telegramma di felicitazioni a Hitler, dove veniva scritto:

«Ringraziamo l'Altissimo che ha concesso al Führer la potenza e la possibilità di liberarci dalle catene di Versailles

Nel 1945 fu arrestato dai soldati sovietici e consegnato alle autorità polacche, che lo condannarono a morte, dopo essere rinchiuso nella prigione Mokotów a Varsavia.

OnorificenzeModifica

  Insegna d'Oro del Partito Nazional Socialista dei Lavoratori Tedeschi
  Medaglia di lungo servizio nel NSDAP (15 anni)
  Medaglia di lungo servizio nel NSDAP (10 anni)
  Croce di Danzica di I classe
  Croce al merito di guerra di I Classe
— 5 ottobre 1940[1]
  Croce al merito di guerra di II Classe con spade
  SS-Ehrenring[2]
  Spada d'onore delle SS[3]
  Medaglia di lungo servizio nelle SS (12 anni)
  Medaglia di lungo servizio nelle SS (8 anni)
  Medaglia di lungo servizio nelle SS (4 anni)
  Gallone d'onore della vecchia guardia

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Laurence Rees, A Warning From History, foreword by Sir Ian Kershaw. New York, New Press, 1997. ISBN 1-56584-551-X
  • Herbert Levine, Local Authority and the SS State: The Conflict Over Population Policy in Danzig-West Prussia, 1939-1945. Central European History, 1973.
  • B.P.Boschesi - Il chi è della Seconda Guerra Mondiale - Mondadori Editore, 1975, Vol. I, p. 184

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37710397 · ISNI (EN0000 0001 0964 9250 · LCCN (ENn00041085 · GND (DE118684221 · WorldCat Identities (ENlccn-n00041085