Albert Rockwell

inventore e filantropo statunitense
Albert Fenimore Rockwell
Albert Fenimore Rockwell.png

Membro della Camera dei rappresentanti del Connecticut
Durata mandato 1907 –
1909

Membro della Camera dei rappresentanti del Connecticut
Durata mandato 1909 –
1911

Albert Fenimore Rockwell (Woodhull, 8 aprile 1862New Britain, 16 febbraio 1925) è stato un inventore, filantropo e imprenditore statunitense.

Fondò diverse società, tra cui la New Departure Manufacturing Company (originariamente chiamata "New Departure Bell Company"), che è stata la più grande produttrice di cuscinetti a sfera nel mondo tra gli anni '20 e gli anni '30,[1] con una filiale in Germania e reparti di vendita e pubblicità a Bristol, New York, Berlino, Londra e Copenaghen.[2] Durante la sua attività di direzione di tali società, produsse inoltre più di 60 brevetti, tra cui i brevetti utilizzati dalla stessa New Departure Manufacturing Company per la produzione di cuscinetti a sfera e inventò un particolare freno per le bici che fu riscoperto negli anni '70 dando l'impulso alla produzione delle mountain bike.[3] Per la stessa società produsse inoltre il Rockwell Taxicab (progettato dalla Bristol Engineering Company e costruito dalla New Departure Manufacturing Company[4]), poi ridenominato " Yellow Cab", che fu tra i primi taxi di colore giallo al mondo[5] e che diede il nome alla società Yellow Taxicab Company.[6] Mentre si trovava alla direzione della Bristol Engineering Company, produsse inoltre diverse automobili, un esemplare delle quali (chiamato "1900 Rockwell Hansom Cab") è stato venduto nel 2019 dalla casa d'aste Sotheby's per 132,000 dollari.[7] Questo fu il primo taxi motorizzato a New York City.[7]

Contribuì alla costruzione del Rockwell Park (assieme a sua moglie), del Memorial Boulevard Park e del Memorial Boulevard School nella città di Bristol, nel Connecticut.

Fu il padre di Hugh M. Rockwell (1890-1957), a cui si deve, assieme a Stanley P. Rockwell (1886-1940, apparentemente non imparentato con Hugh nonostante avessero lo stesso cognome[8]), l'ideazione del metodo per la prova di durezza Rockwell.[8]

BiografiaModifica

Nato a Woodhull, New York, figlio del contadino e mercante Leander Rockwell e di Fidelia Locke Rockwell.[2] La famiglia era di origini normanne.[2] Il ramo americano di tale famiglia (a cui apparteneva anche il pittore e illustratore Norman Rockwell (1894–1978)) fu fondato da John Rockwell (1588–1662), emigrato nel 1640 da Dorchester, in Inghilterra, a Stamford, nel Connecticut.[2]

Dopo avere trascorso i suoi primi anni di vita in un ambiente tipicamente rurale[2] e terminati gli studi a tredici anni nella scuola pubblica a Morris, Illinois (doveva aveva rivelato la sua passione per la meccanica),[2] lavorò inizialmente in diversi luoghi e settori commerciali: prima a Chicago, poi in Florida, dove svolse lavori manuali come "sgombrare terreni, spaccare rotaie e scavare ceppi", oltre ad attività di falegname,[2] quindi dai diciassette ai vent'anni gestì un negozio di campagna,[2] per poi lavorare per alcuni anni a Jacksonville, in Florida, dove gestiva assieme a suo fratello Edward D. Rockwell un negozio per la vendita al dettaglio di ferramenta, che furono costretti a chiudere a causa delle gelate e della febbre gialla.[9][10]

Si trasferì a Bristol, in Connecticut nel 1888, dove assieme a suo fratello Edward fondò, un anno dopo, la New Departure Bell Company[9][11] (costituita nel 1890[2] e ridenominata "New Departure Manufacturing Company" nel 1901), progettando e fabbricando campanelli per porte e altri tipi di campane, freni per biciclette, cuscinetti a sfera e automobili.[11] In particolare tra il 1908 e il 1911 furono costruiti i modelli di automobili Houpt-Rockwell Touring Car, Houpt-Rockwell Raceabout e Rockwell Public Service Cab, utilizzati dalla compagnia di trasporto pubblico Connecticut Cab Company (di cui lo stesso Rockwell fu direttore assieme ad altri[3]), poi divenuta Yellow Taxicab Company e operante in grandi città come New York e Washington.[12] La Houpt-Rockwell produsse il primo taxi giallo al mondo, il cui colore si dice sia stato suggerito dalla moglie di DeWitt Page,[4] fratellastro di Rockwell che assieme a lui lavorò alla produzione di automobili.

Rockwell rappresentò Bristol alla Camera dei rappresentanti del Connecticut per due mandati, nel 1907 e nel 1909[13][14].

Nel 1910 acquistò dei terreni presso Dunbar Meadows al fine di costruirvi degli alloggi per i dipendenti della compagnia, che però rimasero inutilizzati.[11] Rockwell fornì quindi tali terreni alla città di Bristol offrendosi gratuitamente come supervisore del progetto,[15] che prevedeva la costruzione di strutture educative e strade, portando all'apertura della Memorial Boulevard School nel 1923, dove lo stesso Rockwell fece un discorso di apertura e fu insignito di diploma onorario.[11] Negli stessi terreni sorge il Memorial Boulevard Park.[12]

Ebbe il ruolo di General Manager nella New Departure Manufacturing Company fino al 1913, quando venne dimesso dall'incarico (essendo rimpiazzato da DeWitt Page, suo fratellastro[8]) a causa di dispute con gli altri membri della direzione, che non concordavano con Rockwell nel caricare la compagnia di costi e rischi finanziari al fine di entrare nel settore automobilistico.[11] Una volta fuori dalla New Departure Manufacturing Company, Rockwell sporse contro la compagnia una causa multimilionaria (2 milioni di dollari, una cifra astronomica per quei tempi[8]) contro lo sfruttamento di suoi brevetti su cuscinetti a sfere. Nel 1916 la New Departure Manufacturing Company fu ceduta alla United Motors, che a sua volta fu ceduta alla General Motors.[11]

 
Entrata del Rockwell Park.

Nel 1914 donò alla città di Bristol un appezzamento terriero per la costruzione di quello che venne chiamato il Rockwell Park,[11] dove il 20 luglio 1928 si svolse il "Rockwell Day" in suo onore.[11]

Nel 1924 Albert Rockwell vinse la causa contro lo sfruttamento dei suoi brevetti,[8] stipulando un compromesso di 950 mila dollari, somma che però non riuscì a godere in quanto morì poco dopo per una grave infezione alla gamba.[8]

Ancora in vita, fu citato in un volume del "Men of mark in Connecticut; ideals of American life told in biographies and autobiographies of eminent living Americans", dove sta scritto:[2]

«Il signor Rockwell si è mantenuto senza alcun aiuto, genitoriale o di altro tipo, da quando aveva tredici anni e ha incontrato un successo reale e meritato. La sua abilità come meccanico, come manager industriale e finanziario e la sua ingegnosità come inventore lo collocano in prima fila tra i produttori progressisti di oggi.»

(William R. Goodspeed, Men of mark in Connecticut; ideals of American life told in biographies and autobiographies of eminent living Americans)

Nel 1926 i cittadini di Bristol fecero costruire un memoriale nel Memorial Boulevard Park in suo ricordo.[12]

AttivitàModifica

Ruoli aziendaliModifica

  • New Departure Bell Company (poi New Departure Manufacturing Company) - co-fondatore (1888) e presidente (fino al 1913)
  • Marlin-Rockwell Corporation - formata da Rockwell dopo aver lasciato New Departure Manufacturing Company; successivamente fusa con la Gurney Ball Bearing Company (1924)
  • Rockwell-Drake Corporation - fondatore (riorganizzata successivamente nella Standard Steel Bearing, Inc., Divisione della Marlin Rockwell Corporation)
  • Connecticut Cab Company - membro della direzione,[3] assieme a Ernest R. Burwell, Charles T. Treadway, Ira Newcomb e T.H. Holdsworth[4]
  • Yellow Taxicab Company - incorporata da Rockell (1912)[3]
  • Membro del direttivo della Bristol Brass (a partire dal 1913), The American Silver Company e Marlin Arms Corporation (a partire dal 1916, poi da lui riorganizzata nella Marlin-Rockwell Corporation).[11][12]

BrevettiModifica

Attività politicaModifica

Rappresentante della città di Bristol alla Camera dei rappresentanti del Connecticut (nel 1907 e nel 1909)

Attività filantropicheModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71145458 · LCCN (ENno2006059531 · WorldCat Identities (ENlccn-no2006059531