Alberto Bragaglia

Alberto Bragaglia (Frosinone, 26 gennaio 1896Anzio, 30 aprile 1985) è stato un pittore italiano.

BiografiaModifica

Alberto Bragaglia è figlio dell'ingegnere Francesco e di Maria Tassi Visconti, nobildonna romana. La famiglia Bragaglia vive a Roma dal 1903, in via dei Banchi Vecchi. Frequenta il ginnasio Visconti. Frequenta lo studio di pittura di Amedeo Bocchi e di Umberto Boccioni. Nel 1920 si laurea in giurisprudenza e nel 1923 in filosofia; nello stesso anno muore sua madre. Inizia la carriera dell'insegnamento nei licei statali, che protrarrà fino al 1966. Nel 1926 si sposa con Ines Desideri, detta Nessy.

Casa d'arte BragagliaModifica

Nel 1918, in via Condotti 21, fu fondata la Casa d'arte Bragaglia dai fratelli Anton Giulio e Carlo Ludovico, galleria d'arte indipendente. Ivi si esposero le opere di Giacomo Balla; Umberto Boccioni, Francesco Cangiullo, Giorgio De Chirico, Antonio Sant'Elia, Fortunato Depero, Mario Sironi, Lorenzo Viani, Julius Evola, Ottone Rosai, Massimo Campigli, Filippo De Pisis.

BibliografiaModifica

  • Carmine Benincasa, Alberto Bragaglia : l'altra scena del futurismo, Naples, Marotta & Marotta, 1990, OCLC 28005420.
  • Fabiola Giancotti, Alberto Bragaglia : il futurismo europeo, a cura di Cristina Frua De Angeli, Milan, Spirali/Vel, 1997, ISBN 9788877704832, OCLC 39141597.
  • Gloria Sica, Alberto Bragaglia, il pictor philosophus : saggi di estetica, Firenze, L'autore libri Firenze, 2002, ISBN 9788851701925, OCLC 51877473.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN62375029 · ISNI (EN0000 0000 8247 2722 · SBN IT\ICCU\CFIV\102093 · LCCN (ENnr93045737 · ULAN (EN500345810 · WorldCat Identities (ENlccn-nr93045737