Apri il menu principale

Alberto II della Scala

condottiero italiano
Alberto II della Scala
Signore di Verona
Stemma
In carica 1329-1351
Predecessore Cangrande I della Scala
Successore Cangrande II della Scala
Nascita Verona, 1306
Morte Verona, 13 settembre 1352
Casa reale Della Scala
Padre Alboino della Scala
Madre Beatrice da Correggio
Consorte Agnese di Gorizia
Figli N.N. (naturale), Alboina (naturale)
Religione Cattolica
Signori di Verona
Della Scala
Stemma della Scala.svg

Jacopino
Figli
Mastino I
Figli
Alberto I
Figli
Bartolomeo I
Figli
  • Francesco
  • Cecchino, figlio naturale
  • Bailardino, figlio naturale
Alboino
Figli
Cangrande I
Figli
  • Gilberto, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Francesco, figlio naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Franceschina, figlia naturale
  • Lucia Cagnola, figlia naturale
  • Giustina, figlia naturale
  • Alboino, figlio naturale
Alberto II
Figli
  • Alboina, figlia naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Gilenetto, figlio naturale
  • Rinaldo, figlio naturale
Mastino II
Figli
Cangrande II
Figli
  • Brunoro II, figlio naturale
  • Antonio II, figlio naturale
  • Nicodemo, figlio naturale
  • Guglielmo, figlio naturale
  • Paolo, figlio naturale
  • Fregnano, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Oria, figlia naturale
  • Caterina, figlia naturale
Cansignorio
Figli
Paolo Alboino
Figli
  • Silvestra, figlia naturale
  • Pentesilea, figlia naturale
  • Orsolina, figlia naturale
Bartolomeo II
Antonio
Figli
Guglielmo
Figli
  • Nicodemo
  • Antonio II
  • Niccolò
  • Oria
  • Beatrice
  • Caterina
  • Paolo
  • Chiara
  • Fregnano
  • Bartolomeo
  • Brunoro

Alberto II della Scala (Verona, 1306Verona, 13 settembre 1352) è stato un condottiero italiano.

Alberto II fu signore di Verona dal 1329 fino alla sua morte. Fu membro della famosa dinastia scaligera, casata di Verona.

Era il figlio di Alboino della Scala e di Beatrice da Correggio. Nel 1335 prese possesso di Parma e occupò Reggio consegnandola ai Gonzaga. Nel 1341 tentò, senza riuscirvi, di rovesciare la signoria gonzaghesca. Coogovernò insieme al fratello Mastino II fino al 1351, in realtà fu però il fratello a mantenere il potere.

Dopo la sua morte a Verona nel 1352, fu succeduto dai figli di Mastino II.

DiscendenzaModifica

Alberto sposò Agnese, figlia di Enrico II conte di Gorizia[1] ma non ebbero figli legittimi.

Ebbe due figlie naturali, N.N. (?-1351) e Alboina (?-1392), monaca.

NoteModifica

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Scaligeri di Verona, Torino, 1835.

BibliografiaModifica

  • M. Carrara, Gli Scaligeri, Varese, Dell'Oglio, 1966.
  • G. M. Varanini, Gli Scaligeri 1277-1387, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 1988.
  • A. Castagnetti e G. M. Varanini, Il veneto nel medioevo: Dai Comuni cittadini al predominio scaligero nella Marca, Verona, Banca Popolare di Verona, 1991.
  • A. Castagnetti e G. M. Varanini, Il Veneto nel medioevo: Le signorie trecentesche, Verona, Banca Popolare di Verona, 1995.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Scaligeri di Verona, Torino, 1835.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7095147484300749360006 · GND (DE111407991X · WorldCat Identities (EN7095147484300749360006