Apri il menu principale
Albin Ekdal
Albin Ekdal 2018.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 186[1] cm
Peso 82[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Sampdoria
Carriera
Giovanili
2005-2007 Brommapojkarna
2009Juventus
Squadre di club1
2007-2008Brommapojkarna24 (0)
2008-2009Juventus3 (0)
2009-2010Siena26 (1)
2010-2011Bologna23 (1)
2011-2015Cagliari116 (8)
2015-2018Amburgo54 (1)
2018-Sampdoria34 (0)
Nazionale
2006-2007Svezia Svezia U-1723 (5)
2007-2008Svezia Svezia U-198 (2)
2008-2011Svezia Svezia U-2112 (2)
2011-Svezia Svezia47 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 settembre 2019

Albin Ekdal (Stoccolma, 28 luglio 1989) è un calciatore svedese, centrocampista della Sampdoria e della nazionale svedese.

BiografiaModifica

Il padre, Lennart, è un noto giornalista che lavora per la TV svedese Afdonbladet Tv, mentre la madre è ostetrica.[2] Il 29 luglio 2019 si rende protagonista di uno spot contro il razzismo sessuale nel mondo dello sport e del calcio.

Caratteristiche tecnicheModifica

Può essere impiegato come trequartista, centrale o esterno di centrocampo.[3]

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli iniziModifica

Cresce nelle giovanili dell'IF Brommapojkarna, dove all'età di quindici anni viene notato dagli osservatori della squadra inglese del Chelsea, ma l'accordo non si concretizza per volontà dello stesso giocatore e del padre, che gli consiglia di rimanere a Stoccolma per terminare gli studi.[4] Nel 2007, a 17 anni, debutta in prima squadra nel campionato svedese, collezionando 24 presenze.

JuventusModifica

Nel gennaio del 2008 i dirigenti della Juventus raggiungono l'accordo per acquistarlo per 600 000 euro[5] ma per la firma del contratto si attende l'esito dell'operazione alla caviglia a cui si sottopone in febbraio. Il 20 marzo i dottori della società torinese avallano l'acquisto, verificata la perfetta riuscita dell'intervento,[6] e il 27 maggio viene ufficializzato il trasferimento del giocatore alla Juventus.

Per lui un contratto quadriennale fino al 2012.[7]
Inizialmente aggregato alla Primavera, fa il suo esordio in prima squadra e in Serie A il 18 ottobre nella gara persa 2-1 contro il Napoli. Impiegato spesso con la Primavera della Juventus, vince il Torneo di Viareggio battendo in finale la Sampdoria. Durante il torneo risulta uno dei più positivi della squadra, andando a segno una volta, nella partita vinta 8-7 dcr. contro la Lazio, come secondo rigorista.

Siena e BolognaModifica

Il 15 luglio 2009 viene ceduto in prestito al Siena[8]. Segna il suo primo gol in Serie A il 9 gennaio 2010 a San Siro contro l'Inter (4-3). Nella sua stagione al Siena colleziona 27 presenze e 1 gol.

Il 1º luglio 2010 rientra alla Juventus, quindi il 13 agosto 2010 viene ceduto al Bologna in comproprietà per 2,4 milioni di euro[9]. L'anno successivo, esattamente il 25 giugno 2011, si risolve la comproprietà alle buste tra Juventus e Bologna per 1,2 milioni di euro e quindi il giocatore ritorna in bianconero.[10]

CagliariModifica

 
Ekdal al Cagliari nel 2012

Il 20 agosto 2011 il Cagliari acquista metà del cartellino del giocatore dalla Juventus per 1,5 milioni di euro. È il primo calciatore svedese nella storia del Cagliari.[11][12] Il 1º febbraio 2012 segna il suo primo gol nel Cagliari, nella partita vinta dai sardi contro la Roma, siglando il 4-2 finale. Chiude la stagione con 30 presenze e 1 gol in Serie A e 1 presenza in Coppa Italia.

Il 22 giugno 2012 il Cagliari rileva l'intero cartellino per 1,2 milioni di euro pagabili nelle successive tre stagioni sportive.[13] Segna il suo primo gol nella stagione 2012-2013 nella seconda giornata contro l'Atalanta al minuto 91, pareggiando il gol iniziale di Denis. Questo si rivela essere il suo unico gol in stagione, conclusa con 31 presenze in campionato.

Nell'annata 2013-2014 segna il primo gol della stagione alla quarta giornata durante il pareggio con la Sampdoria per 2-2, prima di procurarsi uno stiramento all'adduttore della gamba sinistra nella partita successiva contro il Livorno; infortunio che lo tiene fuori dai campi di gioco per circa due mesi.[14] Rientra l'8 dicembre per la sfida contro il Genoa.[15] Conclude l'annata con sole 22 presenze, in quanto costretto a saltare il finale di stagione a causa di un altro infortunio, questa volta alla spalla sinistra.[16] Il 28 settembre 2014 realizza la sua prima tripletta, consentendo agli isolani di espugnare il campo dell'Inter dopo 19 anni.[17][18]

AmburgoModifica

Dopo una trattativa di circa un mese, il 18 luglio 2015 firma un contratto quadriennale con l'Amburgo. L'ufficialità arriva attraverso il profilo ufficiale Twitter della società tedesca.[19] Sceglie di vestire la maglia numero 20 e debutta in Bundesliga il 14 agosto nella partita Bayern Monaco-Amburgo (5-0). Con i tedeschi totalizza 57 presenze e un gol, oltre alla prima storica retrocessione del club in Zweite Liga, arrivata il 12 maggio 2018.

Sampdoria

Lascia la Germania dopo tre stagioni, ritornando in Italia alla Sampdoria. Fa il suo esordio nella prima partita di campionato dei blucerchiati persa 1-0 contro l'Udinese subentrando nel secondo tempo al posto di Jakub Jankto.

NazionaleModifica

 
Ekdal con la maglia della Svezia al Mondiale 2018.

Dopo diverse presenze nelle rappresentative Under-17 e 19 svedesi, il 19 novembre 2008 ha esordito nell'Under-21 dei CT Tommy Söderberg e Jörgen Lennartsson a Waalwijk nel 3-0 sui Paesi Bassi.[20] Ha fatto il suo esordio con la nazionale maggiore il 10 agosto 2011, nella partita amichevole giocata contro l'Ucraina, vinta dalla Svezia per 1-0. A circa nove mesi di distanza dalla sua seconda presenza (amichevole con la Cina nel 2012), nel giugno del 2013 torna a far parte della selezione svedese venendo convocato per le partite contro Macedonia (amichevole), Austria e Fær Øer (qualificazioni ai mondiali 2014).[21]

Gioca da titolare la prima e la terza di queste partite, fornendo buone prestazioni, e ricevendo i complimenti sia dal proprio CT sia dal compagno di squadra Zlatan Ibrahimović.[22][23] Nel novembre 2013 viene premiato dalla Swedish Football Association come migliore centrocampista svedese del 2013, precedendo sul podio Alexander Kačaniklić del Fulham e Anders Svensson dell'Elfsborg, con la motivazione di «giocatore tattico, elegante e sicuro, e con brillanti idee di gioco. È andato migliorando di prestazione in prestazione, e in questa stagione ha ottenuto meritatamente la sua grande occasione in Nazionale».[24]

Viene convocato per gli Europei 2016.[25]

Viene convocato per i Mondiali russi del 2018, dove fa il suo esordio contro la Corea del Sud.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 29 ottobre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007   IF Brommapojkarna A 15 0 CS 0 0 - - - - - - 15 0
2008 S1 9 0 CS 0 0 - - - - - - 9 0
Totale Brommapojkarna 24 0 0 0 - - 24 0
2008-2009   Juventus A 3 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 3 0
2009-2010   Siena A 26 1 CI 1 0 - - - - - - 27 1
ago. 2010   Juventus A 0 0 CI 0 0 UEL 1 0 - - - 1 0
Totale Juventus 3 0 0 0 1 0 4 0
ago. 2010-2011   Bologna A 23 1 CI 1 0 - - - - - - 24 1
2011-2012   Cagliari A 30 1 CI 1 0 - - - - - - 31 1
2012-2013 A 31 1 CI 3 0 - - - - - - 34 1
2013-2014 A 22 1 CI 1 0 - - - - - - 23 1
2014-2015 A 33 5 CI 1 0 - - - - - - 34 5
Totale Cagliari 116 8 6 0 - - 122 8
2015-2016   Amburgo BL 14 0 CG 1 0 - - - - - - 15 0
2016-2017 BL 21 1 CG 2 0 - - - - - - 23 1
2017-2018 BL 19 0 CG 0 0 - - - - - - 19 0
Totale Amburgo 54 1 3 0 - - - - 57 1
2018-2019   Sampdoria A 10 0 CI 0 0 - - - - - - 10 0
Totale carriera 256 11 11 0 1 0 - - 268 11

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svezia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-8-2011 Kharkiv Ucraina   0 – 1   Svezia Amichevole -   60’
6-9-2012 Helsingborg Svezia   1 – 0   Cina Amichevole -   46’
3-6-2013 Malmö Svezia   1 – 0   Macedonia Amichevole -
11-6-2013 Stoccolma Svezia   2 – 0   Fær Øer Qual. Mondiali 2014 -
14-8-2013 Solna Svezia   4 – 2   Norvegia Amichevole -   60’
6-9-2013 Dublino Irlanda   1 – 2   Svezia Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Astana Kazakistan   0 – 1   Svezia Qual. Mondiali 2014 -
5-3-2014 Ankara Turchia   2 – 1   Svezia Amichevole -
4-9-2014 Solna Svezia   2 – 0   Estonia Amichevole -   46’
8-9-2014 Vienna Austria   1 – 1   Svezia Qual. Euro 2016 -
12-10-2014 Solna Svezia   2 – 0   Liechtenstein Qual. Euro 2016 -
15-11-2014 Podgorica Montenegro   1 – 1   Svezia Qual. Euro 2016 -
18-11-2014 Marsiglia Francia   1 – 0   Svezia Amichevole -   46’
27-3-2015 Chișinău Moldavia   0 – 2   Svezia Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Solna Svezia   3 – 1   Iran Amichevole -
8-6-2015 Oslo Norvegia   0 – 0   Svezia Amichevole -
14-6-2015 Solna Svezia   3 – 1   Montenegro Qual. Euro 2016 -
5-9-2015 Mosca Russia   1 – 0   Svezia Qual. Euro 2016 -
8-9-2015 Solna Svezia   1 – 4   Austria Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Vaduz Liechtenstein   0 – 2   Svezia Qual. Euro 2016 -
24-3-2016 Adalia Turchia   2 – 1   Svezia Amichevole -
5-6-2016 Solna Svezia   3 – 0   Galles Amichevole -
13-6-2016 Saint-Denis Irlanda   1 – 1   Svezia Euro 2016 - 1º turno -   86’
17-6-2016 Tolosa Italia   1 – 0   Svezia Euro 2016 - 1º turno -   79’
22-6-2016 Nizza Svezia   0 – 1   Belgio Euro 2016 - 1º turno -   33’
7-10-2016 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 1   Svezia Qual. Mondiali 2018 -   80’
10-10-2016 Solna Svezia   3 – 0   Bulgaria Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2016 Saint-Denis Francia   2 – 1   Svezia Qual. Mondiali 2018 -   66’
25-3-2017 Solna Svezia   4 – 0   Bielorussia Qual. Mondiali 2018 -   69’
9-6-2017 Solna Svezia   2 – 1   Francia Qual. Mondiali 2018 -   77’
31-8-2017 Sofia Bulgaria   3 – 2   Svezia Qual. Mondiali 2018 -   70’
10-11-2017 Solna Svezia   1 – 0   Italia Qual. Mondiali 2018 -   57’
2-6-2018 Solna Svezia   0 – 0   Danimarca Amichevole -   46’
9-6-2018 Göteborg Svezia   0 – 0   Perù Amichevole -   82’
18-6-2018 Nižnij Novgorod Svezia   1 – 0   Corea del Sud Mondiali 2018 - 1º turno -   71’
23-6-2018 Soči Germania   2 – 1   Svezia Mondiali 2018 - 1º turno -   52’
27-6-2018 Ekaterinburg Messico   0 – 3   Svezia Mondiali 2018 - 1º turno -   80’
3-7-2018 San Pietroburgo Svezia   1 – 0   Svizzera Mondiali 2018 - Ottavi -
7-7-2018 Samara Svezia   0 – 2   Inghilterra Mondiali 2018 - Quarti -
10-9-2018 Solna Svezia   2 – 3   Turchia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   56’
16-10-2018 Solna Svezia   1 – 1   Slovacchia Amichevole -   82’
17-11-2018 Eskişehir Turchia   0 – 1   Svezia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   48’   81’
26-3-2019 Oslo Norvegia   3 – 3   Svezia Qual. Euro 2020 -   66’
7-6-2019 Solna Svezia   3 – 0   Malta Qual. Euro 2020 - cap.   77’
10-6-2019 Madrid Spagna   3 – 0   Svezia Qual. Euro 2020 - cap.   86’
5-9-2019 Tórshavn Fær Øer   0 – 4   Svezia Qual. Euro 2020 -   63’
8-9-2019 Solna Svezia   1 – 1   Norvegia Qual. Euro 2020 -   66’   84’
Totale Presenze 47 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica

Juventus: 2009

NoteModifica

  1. ^ a b Albin Ekdal, cagliaricalcio.net. URL consultato il 1º febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2012).
  2. ^ Ekdal, il papà va a caccia di crimini in Svezia, in TGcom24, 29 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.
  3. ^ Ekdal, il vice-Aquilani la Juve ce l’ha già, spaziojuve.it. URL consultato il 15 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2011).
  4. ^ Agente Ekdal: «Futuro? È pronto al salto», su CagliariNews24.com, 29 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.
  5. ^ Juve: arriva il talentino Ekdal, in tuttomercatoweb.com, 13 dicembre 2007. URL consultato il 20 maggio 2008.
  6. ^ Gianluigi Longari, Juventus, Ekdal ha passato le visite, in tuttomercatoweb.com, 26 marzo 2008. URL consultato il 20 maggio 2008.
  7. ^ Ekdal alla Juventus per quattro anni, in juventus.com, 23 maggio 2008. URL consultato il 23 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2008).
  8. ^ TUTTI I TRASFERIMENTI - SIENA, lega-calcio.it (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2009).
  9. ^ Accordo con il Bologna F.C. per la cessione del calciatore Albin Ekdal Juventus.com
  10. ^ Apertura buste comproprietà Archiviato il 25 giugno 2011 in WebCite.
  11. ^ Ufficiale: Ekdal al Cagliari, cagliaricalcio.net (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2013).
  12. ^ Accordo con la società Cagliari Calcio relativo al calciatore Albin Ekdal[collegamento interrotto], Juventus Football Club.com, 23 agosto 2011. URL consultato il 23 agosto 2011.
  13. ^ Risolto l'accordo di partecipazione di Ekdal Archiviato il 26 settembre 2013 in Internet Archive. juventus.com, 22 giugno 2012
  14. ^ Tegola Ekdal: fuori tre mesi, tuttocagliari.net, 28 settembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2013.
  15. ^ Ekdal si riprende il centrocampo Fondamentale contro il Genoa, in L'Unione Sarda, 11 dicembre 2013. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  16. ^ Cagliari, infortuni Ekdal e Vecino: ecco gli esiti (calcionews24.com), 7 aprile 2014. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  17. ^ Fabio Licari, Inter fatta a pezzi da un bel Cagliari Mazzarri affonda San Siro contesta, in La Gazzetta dello Sport, 29 settembre 2014.
  18. ^ Matteo Brega, «Dolce» è San Siro per lo svedese che esalta Cagliari, in La Gazzetta dello Sport, 29 settembre 2014.
  19. ^ Hamburger SV statement, su twitter.com. URL consultato il 18 luglio 2015.
  20. ^ (SV) U21 herr: Övertygande 3-0-seger mot Holland B, in svenskfotboll.se, 19 novembre 2008. URL consultato il 12 dicembre 2008.
  21. ^ Ekdal convocato in Nazionale, cagliaricalcio.net, 28 maggio 2013. URL consultato il 13 giugno 2013.
  22. ^ Ekdal, elogi dal ct svedese Hamrén: "Ha fatto molto bene", cagliarinews24.com, 12 giugno 2013. URL consultato il 13 giugno 2013.
  23. ^ Ibrahimovic "sponsorizza" Ekdal: "Speriamo giochi tanto", cagliarinews24.com, 12 giugno 2013. URL consultato il 13 giugno 2013.
  24. ^ Ekdal premiato, cagliaricalcio.net, 12 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  25. ^ EM-truppen uttagen, su svenskfotboll.se, 11 maggio 2016. URL consultato l'11 maggio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica