Apri il menu principale

Albuca

genere di pianta della famiglia Hyacinthaceae

DescrizioneModifica

I fiori, di colore bianco o giallo, si sviluppano su uno stelo lungo e rigido ed emanano un lieve profumo. Le foglie sono nastriformi.

Distribuzione e habitatModifica

Sono piante originarie dell'Africa e della penisola arabica[3].

ColtivazioneModifica

Il terriccio necessario per la coltivazione deve essere molto drenante e composto da due parti di terra concimata unita a sabbia, più una parte di torba e una parte di foglie. I bulbi dell'albuca possono essere coltivati sia in vaso che in terra.

  • Per la coltivazione in vaso: nel mese di novembre vanno deposti i bulbi in numero di tre o quattro a una profondità di circa 6 cm tenendo poi il vaso al buio fino all'inizio della germinazione. Verranno innaffiati regolarmente fino alla fioritura, dopo di che le irrigazioni dovranno essere sospese.
  • Per la coltivazione in terra, i bulbi dovranno essere interrati alla fine dell'inverno e tolti poi in autunno solo dopo che le foglie saranno cadute. Nei climi miti i bulbi possono essere tenuti in terra avendo cura di ripararli nel periodo invernale con protezioni di plastica, foglie secche, ecc.

Alcune specie coltivateModifica

NoteModifica

  1. ^ Carlo Linneo, Sp. Pl., ed. 2., 1: 438. 1762 (settembre 1762)
  2. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III, in Botanical Journal of the Linnean Society 161(2 ): 105–121, 2009, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x. URL consultato il 27 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2017).
  3. ^ Albuca, su World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 27 febbraio 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica