Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga gigante di Aldabra
Tortoise.aldabra.750pix.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Ordine Chelonia
Famiglia Testudinidae
Genere Aldabrachelys
Specie A. gigantea
Nomenclatura binomiale
Aldabrachelys gigantea
(Schweigger, 1812)
Sinonimi

Geochelone gigantea
(Schweigger, 1812)
Dipsochelys dussumieri
(Gray, 1831)

Aldabrachelys gigantea

La tartaruga gigante di Aldabra (Aldabrachelys gigantea (Schweigger, 1812) è una tartaruga originaria dell'atollo di Aldabra.[2]

Indice

DescrizioneModifica

 
Accoppiamento

Gli esemplari maschi possono raggiungere circa i 120 cm e pesare anche 250 kg. Le femmine sono in genere più piccole.[3]

BiologiaModifica

È una specie prevalentemente erbivora.

È una specie ovipara[2]. Raggiunge la maturità sessuale a circa 20 anni.[senza fonte]

Distribuzione e habitatModifica

Aldabrachelys gigantea è originaria dell'atollo di Aldabra, nell'oceano Indiano; popolazioni sono state introdotte nelle Seychelles, nelle isole Mascarene (Mauritius e Réunion) e nell'isola di Changu (Tanzania).[2]

Vive in zone umide vicino a boscaglie e in zone ricche di pozze di acqua.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Tortoise & Freshwater Turtle Specialist Group 1996, Geochelone gigantea, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ a b c (EN) Aldabrachelys gigantea (Schweigger, 1812), The Reptile Database. URL consultato il 26 ottobre 2016.
  3. ^ (EN) Aldabra Tortoise, su seaworld.org. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili